INTERVISTA: Scopriamo Elle Razzamaglia

Cari followers, oggi abbiamo il grande piacere di avere qui con noi nel nostro salottino la straordinaria Elle Razzamaglia!
Ha pubblicato molti romanzi che durante l’intervista andremo a presentarvi…

card 9♥La serie “Il Matrimonio”♥
 Apparenza e realtà
 Sospetto e desiderio
 Orgoglio e umiltà
 Forza e fragilità
Gelosia e fedeltà
Amore e dedizione

♥Il romanzo auto-conclusivo♥
Il mio Regalo

♥La duologia “Zwillinge”♥
Simbiosi
Complici

Ciao Elle, che bello averti qui con noi!
Ciao Emy, il piacere è tutto mio!

Parlaci di te, chi sei tutti i giorni? Hobby?
Sono mamma di tre maschi e moglie di un colpo di fulmine, che ormai ha perso il suo potere… Amo leggere, passeggiare e fare shopping, ma mi piace trovare gli affari per quanto riguarda i vestiti, visto che per le scarpe spendo troppo!

card 4Quando ti sei avvicinata al mondo libresco?
Sono passati quasi tre anni dal mio ingresso in questo mondo e ancora non mi sembra vero di essere ancora qui. Allora pensai che sarei sparita in pochi mesi…

C’è un romanzo in particolare che porti nel cuore?
Ti va di parlarcene?
Sì, è un libro che mi è stato regalato e che mi ha fatto piangere per giorni. Mi ha scioccata la mia reazione, dato che non sono una dalle lacrime facili e porto quella storia nel cuore, da allora. Il titolo è “L’idea di perderti” di Giorgio Montefoschi. Una storia che ho inserito persino nella mia serie e che ho fatto leggere ai due protagonisti: Leon e Giorgia.

Quando hai deciso di scrivere?
Ho sempre amato scrivere, perché mi consente di inquadrare meglio ciò che voglio dire e di riflettere, prima di mettere nero su bianco. E poi creare realtà diverse e lontane da ciò che mi circonda, è qualcosa di impagabile!

card 5Quali sono gli ostacoli che hai dovuto affrontare maggiormente?
Quando sono arrivata in questo universo, ho dovuto lottare con le cattiverie e i bastoni che mi mettevano fra le ruote, non ero benvista e venivo osteggiata da tutti i fronti. Dopo un paio di mesi, mi hanno persino bloccato il profilo Facebook e ho dovuto ricominciare tutto da capo. Un periodo molto nero e che sono felice di aver superato. Inoltre ho avuto la mia rivincita…

Sappiamo che hai pubblicato molti romanzi, prima fra tutti la tua serie “Il Matrimonio”.
Ti va di presentarla ai nostri lettori?
“Il Matrimonio” è una serie rivolta a donne, che non sono giovanissime e che capiscono i disagi di un matrimonio non sempre felice. Quindi difficilmente verrebbe capita e apprezzata da una diciottenne. Tutta la storia parte da un matrimonio infelice, da una donna che non può avere figli e da un marito che non vuole adottarne. Poi Giorgia incontra Leon e finalmente capisce che l’amore è un sentimento molto diverso da quello che prova per suo marito. Leon le fa una corte serrata e senza cedimenti. Ma l’amore può bastare a rendere un matrimonio felice? Il dialogo deve essere al centro del rapporto e la conoscenza è basilare. E due realtà diverse possono convivere? Leon è molto ricco e Collage sin título (13)Giorgia non è di certo povera, ma hanno vissuto realtà diverse e sono stati cresciuti con metodi altrettanto differenti.

Sinossi della serie
“Il Matrimonio”

Giorgia è una donna che all’apparenza ha tutto: un marito, una bella casa, una solida posizione economica, e la sua vita scorre serena e tranquilla in una confortante quotidianità. Leo non ha paura di amare, e conduce Giorgia in un gioco voluttuoso ed eccitante, in cui la posta finale è la possibilità di conquistare, finalmente, la felicità.  La frequentazione con Leon continua, ma gestire un rapporto a distanza non è facile e quando non hai avuto abbastanza tempo per conoscere l’altra persona, è più difficile riuscire a fidarsi di lei. Questa situazione permetterà molte ingerenze e non tutte positive. Se Giorgia è felice per il suo ritardo e Leon per aver trovato l’amore della sua vita, chi non è mai stato favorevole a questa unione, durante la loro lontananza, troverà terreno fertile per seminare dubbi e insinuazioni, puntando sulla gelosia di lui e sull’insicurezza di lei. Desy, userà la gelosia e l’orgoglio di suo figlio, per ottenere ciò che vuole e Giorgia, nella sua umiltà, sarà costretta a subirne le conseguenze, finché non deciderà di allontanarsi. card 7Leon perde il controllo appena la sua amata si allontana e la tradisce. Ma è proprio la sua gelosia ad alimentare dubbi infondati e a spingerlo a prendere decisioni istintive, che non le lasciano altra scelta, se non quella di prendere le distanze.
Giorgia, per amore, continua a perdonare e a sopportare.
Ma come reagirebbe Leon, se fosse lei a tradirlo?
L’amore vince veramente sempre su tutto?
È possibile perdonare un tradimento e dimenticarsi che sia successo?

Sei libri incentrati sulla vita di Giorgia e Leo; parlaci un po’ di loro.
Leon ha 37 anni, è un uomo molto possessivo, ama il controllo e non concede seconde possibilità.
Giorgia ha 32 anni, è cresciuta in un piccolo paese e non è abituata ad assecondare le richieste di chi le sta intorno. Ha imparato a stare lontana dalle dicerie e a non frequentare le persone sbagliate.
Hanno due caratteri molto forti e far incastrare i loro caratteri, non è stato facile. Hanno in comune la diffidenza, ovviamente per motivi diversi e questo non li aiuta…

Ora parliamo de “Il mio Regalo”, il quale abbiamo avuto il grande piacere di leggere. Com’è nata la storia?
Questa storia l’ho scritta pensando ai giovani di oggi, che troppo spesso danno tutto per scontato e che non sono abituati a ricevere dei no. È come il racconto di un nonno ai suoi nipoti. Un confronto di generazioni e un tentativo di far riflettere. Infatti era un romanzi 41f4kxFyOCL._SY346_destinato ai ragazzi, finché non mi sono state richieste le scene erotiche…

“Il mio Regalo”

Giulia, unica figlia di un operaio e di una casalinga, abituata a usare le mani per imporsi e poco avvezza alle dimostrazioni di affetto, che secondo lei palesano solo debolezza e insicurezza.
Matthew, terzo di quattro figli, di una donna che, nella vita, ha avuto poche volte la possibilità di fare una scelta e di un ricco imprenditore, che ama tenere sotto controllo tutti e tutto, compresi i suoi figli, usando proprio la sua posizione.
Matthew e Giulia passeranno dal rancore all’amicizia e al rendersi conto che hanno bisogno l’uno dell’altra. Ma non nasce l’amore, non per lei, almeno.
Matthew si è veramente fatto un regalo, forzando Giulia a stare con lui o lei lo asseconderà solo per la vita agiata che lui può offrirle, imponendogli di continuare a vivere nel suo inferno?
Passare dalle stalle alle stelle è molto facile e tornare indietro, è una cosa che pochi sono disposti a fare. Specialmente per una persona che ha sempre vissuto fra sacrifici e privazioni, e che si è resa conto di quanto i soldi rendano le cose più facili.

RECENSIONE: Il mio Regalo di Elle Razzamaglia

Giulia e Matthew, come sono nati?

card 10Giulia è figlia di un operaio e di una casalinga, cresciuta con una madre padrona e che usava le mani per farsi ascoltare, dato che non era abituata al dialogo, vuoi per l’educazione ricevuta, vuoi per la mancanza di istruzione.
Matthew è figlio di un imprenditore, che tiene sotto controllo i suoi figli, con la scusa dell’eredità. Li mette l’uno contro l’altro e usa i soldi per creare gelosie e invidie. Matthew è l’unico che non si fa trascinare in questo gioco e che decide di allontanarsi da questa situazione. I due ragazzi hanno però un angelo che veglia su di loro…

Un percorso di vita intenso che fa riflette molto tra le sue pagine in cui hai affrontato diversi argomenti e tematiche. Ti va di spiegarcelo meglio?
Troppo spesso si sente parlare di bullismo e ho voluto dare un consiglio a chi subisce questo tipo di soprusi. Anche in questa storia ci sono verità nascoste e animi appesantiti da segreti, che non si osa tirare fuori. Eppure a volte basterebbe parlarne… Inoltre, card 6veramente, se l’amore è finito, è un bene restare insieme per i figli?

Il finale devo ammettere che è stato veramente un colpo di scena che ha fatto rimettere in discussione tutte le nostre riflessioni.
Ti va di parlarci della figura di Gabriel?
Non vorrei dire troppo su Gabriele, per non rovinare la lettura di chi non lo conosce ancora. Diciamo che è un angelo che fa di tutto per aiutare chi ama e che ho deciso di usare la sua situazione, per far riflettere sualcune ingiustizie della vita.

Ora hai appena pubblicato l’ultimo romanzo della tua duologia, raccontaci qualcosa.
“Zwillinge” è un altro tentativo… Amo i thriller, ormai è risaputo, e volevo una storia che tenesse le lettrici con il fiato sospeso fino alla fine, ma in modo diverso dagli altri miei romanzi. Chi mi legge sa che amo la suspense, i colpi di scene, far riflettere e far provare mille emozioni contrastanti, ma con “Zwillinge” credo di aver sfiorato il mondo del giallo. Almeno questo mi è stato detto da chi ha letto questa duologia.

51Zw6+yrbRL._SY346_Tre sorelle: Stefania, la superba, capricciosa e vuota, che è sempre stata la cocca di mamma e alla quale non è mai stato negato nulla. La fortuna continua a essere dalla sua parte, persino quando incontra e sposa Giacomo, un uomo con una posizione invidiabile e che la ama perdutamente.
Ilenia, l’acquiescente, dolce e rassegnata, che riesce a vedere del buono in chiunque e che è abituata ad accontentarsi, senza chiedere mai nulla. Con lei la vita non è stata magnanima e infatti Maurizio, subito dopo il matrimonio, incomincia a tradirla. Genesia, la caparbia, che si ritrova a dover badare alle sorelle, essendo la più grande, per la morte improvvisa dei loro genitori e che si ritrova sola, non appena le sue sorelle, una dopo l’altra, si trasferiscono in Germania. È l’unica a non aver trovato l’amore o forse, più semplicemente, non lo ha mai cercato.
Almeno fino al giorno in cui, costretta a raggiungere le sorelle, non incontra gli ‘Zwillinge’ Fischer.
Flavio e Fulvio sono due gocce d’acqua all’apparenza, ma l’uno l’opposto dell’altro nella sostanza.

51XMi9ZYmdL
Zwillinge Simbiosi

Chi avrà la meglio con la cocciuta Genesia?
Flavio, Fulvio o la loro madre Rita, che prova un rancore smisurato e ingiustificato per Genesia?
Il legame che unisce due gemelli, nasce dal vincolo speciale che li lega e hanno una forte complicità, che li unisce. Ma, generalmente, hanno caratteri, temperamenti e personalità del tutto diversi. Si spalleggiano molto, si dividono i compiti, ma se quello con il carattere più debole vuole qualcosa, è sicuramente l’altro che lo chiede. Riescono a mantenere un certo equilibrio però, soltanto finché non vengono divisi o uno dei due non rivolge le sue attenzioni a qualcun altro.
Flavio e Fulvio sono praticamente identici fisicamente, ma chi ha il carattere dominante?
Rita, la madre ‘amorevole’, quali colpe ha, per il modo di agire degli Zwillinge Fischer?
Può l’amore sconvolgere la stabilità di tre sorelle o di due gemelli?
Ma chi è realmente innamorato di Genesia, il cortese Flavio o il presuntuoso Fulvio?
Genesia conosce davvero la persona di cui si è invaghita?
Disprezzare una persona è facile.
Cercare di comprenderla, è più difficile…
 

Ci parli un po’ dei personaggi?
Ci sono tre sorelle con caratteri e ambizioni diverse:
Genesia, la protagonista, è la più grande e quella che ha dovuto rinunciare al suo sogno di laurearsi, per lavorare e badare alle sue sorelle, dopo la morte dei loro genitori;
Ilenia è la sorella buona e che desidera solo una famiglie e dei figli
e Stefania è quella dalle mille ambizioni, non ama i sacrifici e non è abituata alle rinunce, dato che è sempre stata la cocca di mamma.
card 3E poi ci sono gli “Zwillinge” (gemelli in tedesco) Fischer:
Flavio, il fratello simpatico e alla mano
e Fulvio, il gemello arrogante e supponente.
Un incrocio di caratteri diversi, ma che tengono conto delle varie situazioni famigliare che ci circondano.

Tra tutti i tuoi personaggi che troviamo nei tuoi libri a quale sei più legata e perché?
Ovviamente a Leon Lioness, il mio primo amore! Mi ha aiutata in un momento duro della mia vita e gli sono grata per essere rimasto al mio fianco, finché non l’ho superato. Mi ha aperto le porte di questo universo e mi ha portato fortuna, fin da subito. Inoltre abbiamo caratteri molto simili.

Da dove trai ispirazione per le tue storie?
Dalla realtà, adoro osservare e ascoltare le persone.

Cosa vuoi trasmettere ai lettori con i tuoi libri? Pensi di esserci riuscita?
Volevo far provare mille emozioni e sensazioni diverse e sì, credo di esserci riuscita, dato che mi hanno scritto lettrici in lacrime e altre giocose. Vorrei far riflettere e far sognare. Se una storia non mi convince, non la pubblico. Non posso pretendere che appassioni le altre, se non riesce a far palpitare il mio cuore. Non posso sperare che faccia sognare, se non confonde la mia testa, giorno e notte.

Card nuova 2Secondo te social e blog aiutano una scrittrice a farsi conoscere?
Assolutamente sì! Per noi self, non c’è altro.

Le recensioni dei lettori aiutano a migliorare?
Se pensi che ho rivisto e sistemato la serie non so quante volte… Sì, aiutano e molto, ma solo se sono giudizi costruttivi. Se sono recensioni fatte ad arte, solo per mettermi in cattiva luce, non le prendo nemmeno in considerazione.

C’è stata a tua parere una crescita ed un miglioramento nella tua scrittura attraverso la stesura di tutti i tuoi romanzi?
Sì e ne sono consapevole. Ecco perché sto sistemando i miei romanzi, per portarli al livello di oggi.

Hai già nel cassetto qualche nuovo libro? Se sì, puoi anticiparci qualcosa?
Sì, ho la storia di Justice Jedd, che dovrei pubblicare a giorni. Molto diverso da quello che ho scritto finora, più forte e con un messaggio ben inquadrato. Non so come verrà accolto dalle lettrici, ma sentivo la necessità di trattare questa tematica.

Card nuova 1Cosa desidereresti per il tuo futuro?
Se si sogna, bisogna farlo in grande! Per cui ti dico, che mi piacerebbe vedere la serie “Il Matrimonio” in TV.

Ti va di salutare i nostri followers con una frase o un estratto che ti sta a cuore da uno dei tuoi romanzi?
Certo! Ti voglio lasciare un paio di estratti in anteprima, da Justice Jedd:

Invecchiare senza aver peccato è come aver vissuto senza colpi di scena!

“…devi rassegnarti al fatto, che non potrai mai realmente capire certe dinamiche e che non c’è sempre una soluzione per tutto. Nulla è giusto e nulla è sbagliato! Ognuno prende ciò che ha e cerca di sistemare i pezzi della sua vita, nel miglior modo possibile per andare avanti. Se non funziona, prova a cambiare la loro posizione una, due… cento volte! Ma tu hai i tuoi pezzi e io i miei!”

Grazie Elle per il tempo che ci hai dedicato, siamo molto felici di averti avuto qui con noi e averti potuto conoscere meglio!
Grazie a te Emy, sei una persona dall’animo buono e lavori con molta professionalità. Grazie per questa bella chiacchierata e per l’opportunità che mi hai concesso.


Followers speriamo che anche a voi sia piaciuta questa emozionante intervista con Elle che ci ha aperto il suo cuore e che i suoi romanzi vi abbiano incuriosito nel desiderio di leggerli! 🙂

Contatti: 
Profilo FB
Pagina FB

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...