REVIEW PARTY: I gemelli Gheddafi di Marco Ubezio

Cari sognatori, tuffiamoci in una nuova avventura nata dalla penna di Marco Ubezio!

DATA DI81z9oRsrPcL.jpg USCITA: 4 ottobre 2018

GENERE: giallo, thriller

Milano, seconda decade degli anni Duemila. Mentre nel pieno della notte viene ritrovato il cadavere di un ragazzo mediorientale orrendamente mutilato, l’avvocato Matteo Riflessi riceve una telefonata. È Marco, il suo vecchio amico d’infanzia. Insieme erano “i Gemelli Gheddafi”, il terrore del quartiere. A distanza di anni, il suo compagno di giochi, diventato un prete di prestigio della Curia milanese, gli chiede aiuto: un anziano monsignore è accusato di ricettazione di antichi manoscritti e ha bisogno di un avvocato. Ma quando il prelato muore in circostanze sospette, Matteo resta intrappolato in una vicenda labirintica la cui unica certezza è un misterioso legame tra i due cadaveri.
Circondato da illustri porporati, sciure fattucchiere e fantasmi del passato, Matteo avrà l’ardito compito di ricomporre lo schema di omissioni al cui interno si cela un’unica sconcertante verità.

Ebook / Cartaceo

La trama si apre con l’omicidio di un persiano in uno dei quartieri malfamati di Milano; a capo delle indagini abbiamo il sovrintendente Finotti, dalle buone intuizioni e prossimo alla promozione.

In contemporanea, al confine con la Svizzera viene fermato Don Renzo, figura molto importante per la Chiesa, con un carico di libri antichi rubati dalla raccolta del Castello Sforzesco e un bel pacchetto di contanti.

Per sistemare la faccenda e far sì che la notizia non venga divulgata tramite giornali e rischi di mettere in cattiva luce la Chiesa cattolica, Don Marco Cortina, persona importante nella curia milanese, chiama il suo amico di vecchia data, l’Avvocato Matteo Riflessi per aiutarlo in questa faccenda. Matteo non può fare altro che accettare dal momento che gliel’ha chiesto il suo amico d’infanzia; erano inseparabili, ne combinavano di tutti i colori, tanto da essere soprannominati i Gemelli Gheddafi.

Alla fine si tratta di un caso semplice e sbrigativo in quanto Matteo conosce bene il Signor Vassalli, il GIP che dovrà decidere per la sorte del Monsignor Don Renzo.
Il Don viene scarcerato e messo agli arresti domiciliari in una vecchia villa nobiliare situata sul Lago di Como e gestita da una piccola comunità di frati cappuccini.
Tutto sembra procedere per il verso giusto quando il ritrovamento improvviso del cadavere di Don Renzo fa sorgere dei dubbi al nostro Avvocato…

Anche questo caso viene affidato al sovrintendente Finotti, anche lui caro amico di Matteo.
L’ avvocato decide di andare in fondo alla questione riordinando i tasselli di storie intrecciate e complicate.

Il genere giallo è sempre stato tra i miei preferiti… il fatto che mi sia stato affidato questo libro… non è un caso!

La trama è narrata dal punto di vista del nostro Avvocato Riflessi, personaggio principale del libro, dal carattere ambiguo portando il lettore a vivere in prima persona le vicende narrate.
Non è una lettura difficile a livello di linguaggio ma, come ogni giallo che si rispetti, fornisce al lettore i giusti elementi per elaborare delle ipotesi o intraprendere delle piste per risolvere il caso.
La minuziosa descrizione dei dettagli risulta appagante per ciò che concerne i personaggi e gli elementi cardine.
Alcuni passaggi li ho trovati fuorvianti, come a voler distogliere l’attenzione dalla risoluzione del caso ma ciò non incide negativamente sul filo logico della narrazione.
Inoltre lo scrittore per rendere la trama anche frizzante, ha deciso di mandare in scena personaggi così bizzarri che portano sia il protagonista che il lettore a farsi un’unica domanda: “E questo cosa c’entra?!”
Così facendo, trovo che la lettura del libro sia accessibile ad un vasto pubblico.

Se mi chiedessero di descrivere questo libro in una parola sola direi: “Leggetelo”!

Al lavoro investigatori! 😀

Cristal (Recensionista Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...