RECENSIONE: The Room di Alexandra Rose & Francesca C. Cominelli

Cari sognatori, pronti ad entrare “nelle stanze” e scoprire le verità nascoste? Allora tuffatevi nel nuovo romanzo scritto a quattro mani da Alexandra Rose & Francesca C. Cominelli!!!

the room cover-ebook-1875x2560_300dpi

Genere: Erotic Romance
Data di uscita: 22 gennaio 2018

EbookCartaceo

Non fare sesso nelle stanze
Non sentirti mai in obbligo
Non superare i tuoi limiti

Sono queste le uniche tre regole de The Room, un Night Club elegante e raffinato al centro di Santa Monica.

Ginevra e Amelia si trasferiscono in America per il dottorato e capitano quasi per caso di fronte all’annuncio online del locale. Per loro è un gioco, un modo per mettersi alla prova e trarne delle esperienze da trascrivere nei loro romanzi erotici.

Quando diventano Perle, non sanno che ad attenderle al di là della porta c’è qualcosa che le sconvolgerà per sempre.

Sognatori che dire… già dalla trama sembra di toccare con mano la passione e l’erotismo, già si intuisce una storia intensa ed accattivante… mai cosa più vera ma anche mai più sbagliata…

50273969_2182097478787565_2200312802302754816_nSiete confusi?! Non temete, ora capirete…
Come mi è capitato molto, molto raramente questo libro fa parte di una esclusiva categoria di quei romanzi che una volta terminati mi lasciano lì, tra il perplesso e lo sconvolto finché boom, come lo scoppiare di una bomba i legami e i percorsi del romanzo si riallacciano e mutano fino ad arrivare alla vera comprensione della storia stessa.

Un’epifania a tutti gli effetti!

Loro… loro sono la causa di tutto.
Se solo non fossero entrati in quella stanza.
Se solo le nostre vite non si fossero incrociate.
Se solo…
Ma ormai è successo. Ormai ci hanno travolte. E ora è troppo tardi per tirarsi indietro.

Tutto ha inizio con un déjà vu, con il ricordo… il suo profumo, la sua voce, il suo tocco… una moltitudine di sensazioni che sconvolgono ed ammaliano le protagoniste in questi due, anzi quattro personaggi misteriosi e non, impalpabili come un sogno ma reali come solo il lettore stesso sa fin dall’inizio!

Sì, perché noi lettori abbiamo una posizione privilegiata rispetto alle due nostre intraprendenti protagoniste!

L’arrivo svelato lo sappiamo ma anche celato abilmente, ma il percorso per arrivarci?

Avvertivo le sue mani roventi addosso, la sua lingua , il suo fiato tiepido che mi accarezzava il collo. Ricordavo il suono dei suoi sospiri, le sue braccia nerborute che mi stringevano come a non volermi lasciar andare. Potevo sentire il suo profumo pungente pizzicarmi le narici e la trachea fino a riempirmi i polmoni.
C’era soltanto lui nella mia testa.

No… questo è tutto da scoprire, da assaporare passo dopo passo insieme alle nostre protagoniste Amelia e Ginevra… mai così distanti nel carattere ma unite nella vita.

est. 3 (1)Ginevra… lei vive tutto al momento, senza regole, senza freni, indomabile come le onde dell’oceano che si infrangono sulla franchigia… lei vive e brama le sensazioni ed il proibito come Icaro bramò il sole per poi bruciarsi.

Amelia… posata, imprigionata, reclusa nelle sue stesse catene, che si prelude qualsiasi tipo di evasione, il vivere la vita di attimi… solo regole e “ligio comportamento” come linee  di orizzonti invalicabili e negati da se stessa.

Mai più opposte eppure al tempo stesso inseparabili,l’una il complemento dell’altra… una la ragione, l’altra l’evasione, che insieme diventano complementari come le cellule del nostro DNA che ci rende unici ma al tempo stesso complementi di un nucleo.

…. le stanze ,ognuna munita di tutto il necessario per sedurre e… dominare….

…Nessuno saprà chi voi siete, come voi non saprete chi dovrete, come dire… intrattenere. Indosserete una maschera, sempre, e i vostri uomini saranno bendati….

Come lo sono agli antipodi ma anche di complemento Mr G & L’uomo senza nome e Kilian & Lucas, quattro personalità… due di puro istinto, due legate ai dettami della società!

I sensi sono tutto, le sensazioni sono indomite, la fantasia fa a pugni con la realtà… ma i sensi tradiscono, l’udito forvia, il cuore tradisce…

Chi è chi?
Cosa celano le maschere in cui ci nascondiamo?
Il destino è scritto, il percorso è di fronte a te… tu cosa farai?

Quell’uomo non aspettava altro che facessi di lui ciò che più volevo e io non vedevo l’ora di accontentarlo.

est. 1 (1)Sognatori beh, come detto all’inizio questo romanzo per me è stata un’epifania!

Qui non è importante l’arrivo bensì il viaggio, il percorso, gli ostacoli, i dubbi, i mille tentennamenti, le regole, l’anima stessa delle nostre protagoniste, il loro cuore che scalpita e brama ma anche diviso e incerto.

La mente ragiona,
Il cuore batte,
Le sensazioni esplodono,
Gli occhi cercano,
L’anima scalpita.

Come finirà ?

Senza smettere di muovere il sedere sulla sua eccitazione, avvicinai le labbra al suo petto e lo baciai.
Sentii le cinghie stridere, vidi i muscoli delle braccia contrarsi e capii che voleva toccarmi.
Sorrisi e alle labbra aggiunsi la lingua.
Assaggiai la sua pelle, sapeva di mare.
Di mistero e mi intrigava

Sarò onesta dopo la “mia epifania”  ho rivalutato l’intero romanzo… se già fin dall’inizio trovavo ottima l’interazione, i legami, il sottile quanto labile filo conduttore tra tutti i personaggi, ora lo trovo straordinario!

È un romanzo all’inverso e ora mi è chiaro… Francesca e Alexandra sono state abili ed argute a farci vivere una storia già per certi versi delineata ma di cui ora mi rendo conto della sua magnificenza.

Quell’Uomo Senza Nome possedeva un impeto che non avevo mai ammirato in nessun altro ragazzo, era esperto, sapeva esattamente come farmi eccitare.
Era irruento, deciso

Noi lettori siamo catapultati letteralmente a vivere e leggere questo personal fatto di dubbi e sensazioni che fanno palpitare il cuore; la conoscenza, lo stravolgimento, la lussuria pura li scopriamo passo pass… lo scoprire e desiderare il proibito, il violare le regole, la razionalità che fa a pugni con la ragione, i segreti celati, diffusi, oscuri e non per noi che viviamo insieme a loro dove ti trovi a volte (almeno per me) a dire: come… Dai… Non capisci… Perché…

Appunto noi sappiamo ma loro, le nostre protagoniste, no… infatti in me si è creata una battaglia come don Chisciotte contro i mulini a vento, che per lui erano giganti ma che in realtà come a me, erano semplicemente loro, una pia illusione, una maschera in cui non affrontare realmente i nostri desideri più viscerali e che di fronte ad essi, tutti me compresa, rifiutiamo e codardamente classifichiamo come futili inganni del nostro cuore traditore.

La sua presenza attorno era sfiancante.
Tutto sommato mi sentivo attratta da lui.
Lo cercavo con gli occhi, ne avvertivo la costante presenza accanto come un formicolio sulla cute.
Sbirciavo di sottecchi il suo profilo irregolare, ai miei occhi bello da mozzare il fiato.

50708403_360534194678970_7097373271263281152_nDevo dire che mi hanno realmente sorpresa Francesca e Alexandra con questo romando scritto a quattro mani in cui ogni personaggio rispecchia ed è l’appendice stessa della scrittrice (di cui miei cari lettori dovrete scoprire il collegamento), di ciò che è lei realmente oltre le “futilità”, di ciò che nasconde il loro animo… la passione per la scrittura!

«Potrai tenermi legato quanto vuoi, ma sappiamo entrambi che non servirà a nulla. Riesco a percepire l’umidità delle tue carni anche con i boxer addosso.»

Questo amore così sconfinato e totalizzante che non si può non riportare tra le pagine di questo romanzo è il segreto nascosto delle nostre due protagoniste, scrivere un romanzo diverso dagli altri dove le sensazioni siano reali, dove la vita ed il destino fossero legati alle pagine e alle parole della trama stessa della storia.

Dove comincia la storia e dove la realtà?
Quanto le nostre paure frenano l’inevitabile?

Aprite gli occhi, guardate ciò che avete davanti, accogliete la gioia, la vita, le emozioni…
Ricordate sempre che sbagliare è umano, perseverare è diabolico!

Le nostre labbra si sfioravano e il suo sguardo si allacciò al mio, carico di sottintesi.
Rimasi paralizzata dalla
sua potenza devastante, era come essere nel cuore di un violento uragano.
Dentro quelle iridi castane c’era una bufera di
emozioni e ne avvertii tutta l’intensità.

Michy (Blogger Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...