REVIEW PARTY: Madonna col cappotto di pelliccia di Sabahattin Ali

Cari sognatori, dopo la tappa di ieri dedicata alla Felicità ieri e oggi, eccoci pronti a farvi entrare nel profondo di questo romanzo intramontabile di Sabahattin Ali edito Fazi Editore!

thumbnail

GENERE: narrativa
DATA DI USCITA: 10 gennaio 2019

EbookCartaceo

Ci sono incontri casuali in grado di segnare un’intera esistenza. E ci sono storie che restano segrete per una vita intera ma poi, una volta raccontate, fanno il giro del mondo. Quando ad Ankara, negli anni Trenta, un giovane conosce sul posto di lavoro Raif Effendi, viso onesto e sguardo assente, è subito colpito dalla sua mediocrità. Man mano che i due entrano in confidenza, questa prima impressione non fa altro che ricevere conferme: schernito ed evitato da tutti sul lavoro, Raif viene maltrattato persino dai suoi familiari. Quale può essere la ragione di vita di una persona simile?

Quale, se c’è, il segreto dietro una vita apparentemente inutile? Il taccuino di Effendi, consegnato in punto di morte al collega, contiene le risposte, raccontando una storia tutta nuova: dieci anni prima, un giovane e timido Raif Effendi lascia la provincia turca per imparare un mestiere a Berlino. Visitando un museo, rimane folgorato dal dipinto di una donna che indossa un cappotto di pelliccia, e ne è così affascinato che per diversi giorni torna a contemplare il quadro. Finché una notte incrocia una donna per strada: la stessa donna del dipinto. Maria. Un incontro che gli sconvolgerà la vita.

Intenso, profondo e toccante, Madonna col cappotto di pelliccia è un romanzo indimenticabile che, inizialmente passato inosservato, grazie al passaparola oggi è un bestseller. Pubblicata per la prima volta nel 1942, la storia di Raif e Maria è una storia d’amore senza tempo che continua a commuovere uomini e donne di ogni età. A dimostrazione che la bellezza e la verità, come la letteratura, durano per sempre.

Sognatori sono ancora basita da ciò che ho letto tra queste pagine.

Tante opinioni e congetture mi sono fatta lungo la sua lettura, ma che poi con una folata di vento sono state spazzate via aprendomi gli occhi ad una realtà oltre l’inimmaginabile!

Fin dai primi capitoli mi sono sentita affine al nostro narratore per la condizione in cui versa… anch’io come lui sono disoccupata e quindi ho fatto subito miei i pensieri e i dubbi che lo affliggevano.

Più continuavo a leggere gli eventi che si susseguivano, più mi risucchiavano ma al tempo stesso instillavano in me quesiti e anche inquietudine per la figura di Raif.

Una persona chiusa e cupa, nulla sembra toccarlo, non un’emozione vi traspare dal volto e se mai vi apparisse qualcosa il tempo di uno sbattere di ciglia e puff, ecco che ritorna “l’ameba” di sempre.

Sì, perché all’inizio mi è sembrato proprio un ameba o quasi un’oggetto di arredo a cui a lungo andare neanche noti più, finché un giorno…

Questo è un romanzo senza tempo e senza età con i molti risvolti che la vita imprevedibile porge nel lungo cammino di quest’uomo che lo portano a vivere un’esistenza fatta di momenti e ricordi lontani, ma soprattutto di vita vera e piena di emozioni e dubbi.

Sebbene per certi versi risulti forse un po’ triste e sconsolante ciò che ci si presenta, esso invece nasconde una storia piena di sentimenti e di realtà attuali allora come tutt’oggi anzi, credo che per certi versi lo sia ancora di più ora che si vive dietro ad uno schermo riducendo il rapporto umano al minimo e rifugiandosi nella nostra mente.

Esso affronta molte dinamiche attuali, assurdo forse visto che parliamo di una storia di più di cinquantanni fa, invece io lo ritengo importantissimo poiché ti porta a riflettere su ciò che ci circonda.

La solitudine, il voler apparire, la felicità come anche la perdita, la società di allora che già rispecchia molto la nostra, l’arroganza celata dietro un falso sorriso, i gesti e le parole che dicono molto più di ciò che con gli occhi si può vedere.

Questo romanzo racchiude tutto questo ma anche di più… la paura di se stessi e del confronto, l’amore che però analizzato quasi in maniera ossessiva dal personaggio lo confonde e lo destabilizza, ma che lo porta anche ad una nuova consapevolezza di se stesso.

Queste poche ma intensissime pagine che ci trasportano indietro nel tempo a conoscere due anime alla scoperta di loro stessi, ad una amicizia, ad una felicità mai sperata ma combattuta e spesso sognata.

Un sogno che diventa realtà, sarà vero?

Un incontro, un taccuino e queste parole alla scoperta della vita di un uomo che più puro non si può, ma che forse più solo non sarà…

La madonna col cappotto di pelliccia è là, con i suoi grandi occhi e quel volto enigmatico… vi rapirà, vi accompagnerà alla scoperta di Raif e Maria che con il loro amore vi ammalieranno e che nel vostro cuore indelebilmente si stamperanno per l’eternità! ❤

Michy (Blogger Sognare).

calendario madonna (1)


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...