REVIEW PARTY: Tocka di Elvereth Ahn

Cari sognatori, entriamo del dark più vivo ed intenso attraverso l’ultimo romanzo di Elvereth Ahn!!!

COVER

GENERE: mafia romance
DATA DI USCITA: 4 luglio 2019

Ebook

Mi chiamo Júlia e sono una donna.
No.
Mi chiamo 145681 e sono una puttana.
Non ricordo cosa significhi essere amata, desiderata, protetta. Odio gli uomini e le loro viscide mani, il loro fiato sul viso e la loro presunzione di essere i re del mondo.
Odio tutto.
Vorrei essere morta.
Lo vorrei, finché le porte della mia prigione non vengono abbattute da Lui. Un uomo che stravolge le mie convinzioni.
E risveglia i miei sensi.
La mia umanità.

Mi chiamo Viktor e sono un mostro.
Sì.
Covo rabbia e desiderio di vendetta per chi mi ha portato via tutto.
Il mio mondo.
La mia vita.
Il mio angelo.
Per questo le armi sono diventate le mie migliori amiche, insieme alla furia più spietata.
Non so cosa significhi la pietà. Non ne ho. Soprattutto con uomini che in realtà sono animali e osano far del male a chi meriterebbe solo di essere protetto.
Poi incontro i suoi occhi azzurri e la sua forza.
E tutte le mie convinzioni crollano.
Ma la mia ira e la mia vendetta si rinsaldano.

Io ucciderò.
Io rinascerò.
Io porterò vendetta.
Io mi fiderò di lui.

Insieme ameremo.
E l’amore segnerà la nostra vita ancor più del dolore.

Da dove cominciare… beh, diciamo che ho un radar infallibile per certi romanzi e questo cari lettori rientra nella categoria di agghiacciante realtà intrisa di vendetta, sangue, delirio, morte e l’amore… un sentimento che può essere condanna e redenzione in egual misura.

Tocka una parola, ma che in sé nasconde un significato così profondo da struggerti, così vero da devastarti, così reale da perderti nell’oscurità più nera e profonda con solo l’urlo primordiale di sanguinosa vedetta a contraddistinguerti.

Elvereth Ahn ci si ripresenta a noi con delle pagine che fin da subito sanno di terrore, in una realtà non tanto romanzata bensì vera e nascosta dietro il fumo negli occhi e i soldi pagati per tappare le bocche di chi mai potrebbe fare domande.

Ma tutto ciò è solo l’inizio poiché ciò che segue sono le conseguenze gelide ed oscure che entrambi i personaggi ne portano il peso immane sulle spalle.

Victor e Julia, vite diverse ma destini irreparabilmente incrociati dove le beffe degli orrori di essi li faranno ritrovare in un unico percorso… eppure al tempo stesso distanti in lotta con la guerra che alberga, con i mostri che negli anni li hanno resi tali.

Mai più simili, mai più diversi… Sì, perché la scrittrice “gioca” con la nostra psiche interscambiando i ruoli, portando la forza e la caparbietà, l’ostinazione ove più improbabile lasciandoti attonita e al tempo stesso affine e fiera a loro in certi momenti, mentre negli altri si lotta contro i singhiozzi delle lacrime ed il gelo che penetra nelle ossa a causa dei “mostri” che viscidi, seppure a distanza, segnano ancora ogni tuo passo.

Lo descriverei come un vero viaggio all’inferno dove la natura più malsana, mostruosa, terrificante di personalità di spicco o sporchi, vomitevoli, spregevoli “uomini” a questo mondo definiscano le donne come “merce” da sottomette al loro volere, da vendere e torturare, da renderle dei numeri senza più dignità strappando, estirpando la loro stessa anima… Involucri vuoti dove l’unica salvezza dalle percosse è la morte, di contro ecco “il principe azzurro” che così sembra, ma che in realtà esso è un’oscura e sanguinosa vendetta, una bomba ad orologeria, un uomo a cui la morte va a braccetto passo passo ed il sangue ne pregna il corpo come una seconda pelle.

Insomma sono pagine che annientano, fanno palpitare il cuore, desiderare, distruggere, ma anche sognare… Sognare ciò che solo può sembrare un pallido miraggio, respirare ciò che ai nostri occhi non meritiamo… rabbia… oscura, accecante e sanguinosa rabbia verso coloro che l’inferno non può bastare per pagare e Amore, non ultimo, non il primo, ma PER SEMPRE… il desiderio di essere visti oltre ciò che noi vediamo, di essere accettati per ciò che siamo, essere compresi nei nostri silenzi, nei nostri sguardi, per il riflesso dei nostri occhi.

Qui fra queste pagine c’è tutto questo ma anche di più… qui non si parla del classico dark romance dove chi ti salva è subito amore, no anzi… Elvereth ha creato una storia fatta di una comprensione di anime unica che non servono le parole, ma solo uno sguardo, la sola presenza di colui che alberga nel tuo cuore per leggerlo come un libro aperto ,per sapere di ciò che ha bisogno. I nostri personaggi si riveleranno l’uno la colonna portante dell’altro ma anche consci al tempo stesso di ciò che li circonda e le necessità primordiali che li contraddistinguono.

Con il divorare delle pagine ci si addentra sempre più in questo mondo fatto di illegalità, soprusi e verità celate, ricordi penetranti, colpi di scena, adrenalina, paura, gelo e calore fino ad arrivare all’epilogo dove a tutto eri pronto ma non a ciò che racchiude e cela scatenando un dolore sordo ed indefinito al cuore, scoprendo un momento di colei che mai avresti pensato di vedere…

Insomma io scelgo i romanzi a fiuto pare😅… e posso dire che ho fatto centro ancora una volta attraverso questo romanzo che per chi ama il dark romance risulta imperdibile e da non farsi mancare nella propria libreria!

Il romanzo è autoconclusivo tranquilli, eppure ci avvicina a molti personaggi secondari che spero con tutto il cuore che Elvereth vorrà presentarci con la loro storia e farceli scoprire nel profondo perché meritano veramente il loro spazio.

La vendetta è la tua vita… la morte la tua strada…
Un numero è il tuo nome… la morte il tuo desiderio…
Una notte, uno sguardo, la salvezza o una nuova prigione…
Condanna o redenzione?
Futuro o Passato?
Desiderio o Ossessione?
Inferno o Paradiso?
Queste son le tue carte… questo il tuo destino… come giocherai questa partita?

Michy (Blogger Sognare).

66481016_360334744685396_1174313332253917184_n.jpg


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...