REVIEW PARTY: Hannah (Kaelan, vol.2) di Cinzia La Commare

Cari sognatori, eccoci finalmente alla tanto attesa recensione del secondo ed ultimo volume della duologia di Kaelan, firmato Cinzia La Commare!!!

HannahHD (1).pngSerie: Volume 2 di “Kaelan”. (Conclusivo)
Genere: romanzo contemporaneo erotico
Data di uscita: 29 giugno 2019

Ebook / Cartaceo

Non avrei mai scordato cosa mi aveva fatto, ma neanche fino a che punto lo avevo amato”.

A volte scappare non basta.
Ad Hannah è stata data l’opportunità per fuggire, Kaelan l’ha lasciata andare, ma la voce dell’uomo che ha amato sembra seguirla dovunque vada.
Lei non riesce a dimenticarlo, e sebbene lo voglia non è capace di spezzare quel legame che ancora sente nei confronti di chi ha portato tanto dolore nella sua vita.
Il terrore, la distanza, la sicurezza che vorrebbe darle Roy, un coetaneo conosciuto nel periodo più orribile della sua esistenza, ad Hannah non bastano per dimenticare Kaelan.
A volte l’unica cosa che puoi fare è tornare.

Ed eccoci qui finalmente dopo una lunga attesa nel sapere dopo quella maledetta, angosciosa, terrificante notte… cosa succederà?

Molto avevo pensato, molto desiderato, sperato, ma al tempo stesso del “futuro” ne avevo paura dato che si arriva a toccare con mano la profondità della pazzia… esisterà una redenzione a tutto ciò?

Cinzia La Commare fin da subito ci fa entrare dentro l’anima di Hannah che da un attimo di presente ci trasporta indietro di ben due anni… a pochi mesi da quella infausta notte… ritrovandoci a far i conti non più con un’ingenua ragazzina poco più che ventenne ma bensì ciò che troviamo è un involucro vuoto, spezzato… bloccata, trincerata dentro se stessa e con il peso dei ricordi a torturarla…

Fuggita lontano con la paura pressante di essere ritrovata, ecco che in un piccolo paesino disperso a km di distanza da qualunque grande città entriamo in lei, nella oscurità che mai l’ha abbandonata anzi essa la risucchia sempre nel fondo portandola all’autodistruzione lenta, dolorosa, immane da sopportare…

Lì, in bilico tra realtà ed incubo, ora solo una persona può aiutarla veramente… il dottor Iqbal, uno psicologo che se inizialmente si è trovata costretta a vedere, poi con il passare del tempo diventa un appuntamento fisso con sempre quella pressante ed opprimente domanda…

«Qual è il motivo per il quale sei qui, Hannah?».

Queste pagine non parlano d’amore, non di lussuria o desiderio carnale, no… qui ti ritrovi avvolto dal peso delle conseguenze delle tue scelte che ti ha condotto fino a questo momento piena di paure, ossessioni, dubbi… un percorso di distruzione totale dove più vai avanti e più ti senti persa, dilaniata, gelata… distrutta!

Se con Kaelan sono stata avvolta e sconvolta da quell’uomo magnetico, falso e bipolare… qui beh, sono sprofondata insieme a lei in quel pozzo senza fondo che sempre più la soffocava facendo franare tutte le “mie verità ” per essere forviata dalle sue falsità.
Sì, perché qui lei vive di apparenza e bugie che sempre più la distruggeranno… bugie dette a tutti, persino al dottore stesso togliendo ogni speranza e via d’uscita per un “domani sereno”, per un voltare pagina e chiudere per sempre il capitolo più agghiacciante della sua vita…

Dolore, rifiuto, vergogna, colpa e rabbia, sentimenti forti ed assoluti che sempre più la pervadono e la trascinano portandola a…

Dopo le 23.30 dove tutto era soffocante, qui Cinzia La Commare ci porta alla realtà vera e crudele del dopo, del seguito di ciò che resta quando ti hanno spezzato, quando hanno completamente schiacciato la tua anima non sapendo più chi tu sia ne quali sono i tuoi desideri. Ti porta di fronte alle conseguenze di quando un mostro ti porta via tutto lasciandoti in bilico sul limitare del baratro della morte.

Difficile anche a distanza di ore dal suo termine riuscire a parlare di queste pagine che le ho vissute tutte sulla mia pelle immedesimandomi talmente tanto in Hannah da essere succube delle sue bugie, essere forviata dalla sua mente che giocava con la mia buttandosi fumo negli occhi e perdere la connessione con la realtà vera.

Forse vi sembro pazza e forse lo sono diventata poiché per tutto il suo percorso ho vissuto l’intero romanzo nella negazione ostinata della verità… Nel negare l’evidenza dei fatti, nel non ascoltare le parole di coloro che volevano aiutarti, nel non capire ciò che le parole realmente esprimevano. Mi sono ancorata strenuamente alla mia verità imperterrita e battagliera fino a quando non sono arrivata al finale, tra le parole dell’epilogo, nella profondità dei ringraziamenti dove il velo davanti ai miei occhi mi è stato tolto, strappato con forza e solo lì ho compreso, ho rianalizzato e rivissuto tutto fino ad arrivare a questa recensione… Alle parole che io vi ho scritto cercando di farvi capire la profondità in esse nascoste,i l delirio che ti coinvolge, l’assoluta verità e realtà che vi trasportano.

Forse non era ciò che mi aspettavo o forse sì, sono ancora piuttosto scioccata da ciò che Cinzia è riuscita a portare su carta, sul significato intriso che lo permane, su ciò che è vero e reale al di là di una storia inventata.

Una duologia imperdibile ed accattivante che sono fiera di aver letto, amato, odiato, battagliato, ma fatta mia, che serberò nel mio cuore dato che ora mi appartiene e che non smetterò di rileggerla ogni volta che ne avrò l’occasione!

Kaelan è tutto e niente… l’inizio e la fine..
Hannah è realtà e finzione… strascico e redenzione…
Loro due… ossessione o amore?

Dove sta il limite giusto e sbagliato?
Quali le differenze fra amore o ossessione?
Persa, sola, distrutta, cosa farai?

Al termine di un viaggio…
All’inizio di un incubo…
Sola con il suo fantasma…
Sola con le tue colpe… ma saranno veramente colpe?…
Un solo sospiro…
Un battito di ciglia…
Una sola scelta…
Vivere o morire?
Dimenticare o lottare?
Tu sei qui ora… cosa farai?

Michy (Recensionista Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...