RECENSIONE: Le terrificanti avventure di Sabrina – Un amore di strega di Sarah Rees Brennan

Cari sognatori, oggi tocchiamo il genere horror “stregato” proponendovi il romanzo di Sarah Rees Brennan, edito DeA Planeta!

71W5odbNLnLGENERE: horror, young adult
DATA DI USCITA: 17 settembre 2019

Ebook / Cartaceo

Mancano pochi mesi al suo sedicesimo compleanno, e Sabrina Spellman sa che tutto sta per cambiare. Ha passato molti anni a studiare incantesimi e sortilegi con le zie, Hilda e Zelda, ma ha sempre cercato di vivere una normalissima vita da adolescente: ha frequentato il liceo del paese, ha stretto amicizia con Susie e Roz, e si è innamorata dell’adorabile Harvey. Ora però il tempo sta per scadere e Sabrina deve fare una scelta. Una scelta dolorosa tra la sua natura da strega e quella da umana. Una scelta tanto più complicata visto che la ragazza non capisce quello che Harvey prova davvero per lei. Su consiglio del cugino Ambrose, Sabrina decide quindi di usare la magia per scoprire i veri sentimenti del fidanzato, ma qualcosa va storto e l’incantesimo le si ritorce contro… in un modo totalmente inaspettato. Sabrina inizia così a interrogarsi sui propri poteri: sarà capace di seguire il sentiero della luce, o si ritroverà ad abbandonarlo per quello della notte? Il romanzo prequel ispirato alla serie tv Netflix “Le terrificanti avventure di Sabrina”: una storia mai raccontata prima che svela un lato totalmente inedito di Sabrina, alle prese con il momento più importante della sua vita. E se la scelta giusta fosse quella sbagliata?

Essendo appassionata della serie televisiva “Sabrina vita da strega” ho accettato con entusiasmo di leggere questo romanzo, pur consapevole che fosse molto diverso il contesto rispetto anche alla serie su Netflix a cui si ispira. Devo anche precisare che io sono chiamata a recensire il libro ed il suo contenuto quindi a non fare paragoni con altro, anche se mettere in luce delle diversità o affinità potrebbe rendere l’approccio alla lettura più consapevole.

In questo romanzo troviamo un’ambientazione  dalle tinte più dark di quanto mi aspettassi ma mantiene uno stile ironico che alleggerisce e stempera di molto il tutto.

Sabrina ha quasi 16 anni e vive con le zie Hilda e Zelda dopo la morte dei genitori in un incidente stradale. Come tutte le streghe hanno il culto del male oscuro ma mentre Zelda, ferrea alle regole e rigida come impostazione era una fervida praticante e severa nell’educazione di Sabrina, Hilda era più docile e per certi versi amorevole.
Con loro inoltre, vive il cugino Ambrose, un tipo molto particolare che è stato costretto a vivere per sempre in casa sotto la guida di Hilda.

“Da piccola chiedevo sempre come mai il cugino Ambrose non potesse uscire a giocare con me nei boschi. Zia Hilda aveva spiegato all’ignara seienne di allora che era relegato in casa per punizione. «Sappi che si tratta di una punizione ingiusta, Sabrina, e che per questo motivo dobbiamo amarlo ancora di più» aveva detto. «Quando si è pieni di esuberanza adolescenziale è normale fare scherzi innocenti come prendere in giro le ragazze, distruggere carrozze, affogare marinai, bruciare città, fare estinguere civiltà e così via. Sono errori di gioventù.»

Sabrina frequenta il liceo e da sempre è innamorata ma dubbiosa del giovane Harvey. Inoltre sta per avvicinarsi il suo compleanno e da lì in poi la mezza strega dovrà abbandonare tutto quello che la rende umana per poter abbracciare gli studi di stregoneria nell’Accademia delle arti occulte. In Sabrina convivono entrambe le sue anime, unama e strega, e questo la fa sentire molto in conflitto perché non vorrebbe dover rinunciare a qualcosa o peggio ancora all’amore di Harvey.

“Da piccola non mi ero mai resa conto che abbracciare la mia natura di strega avrebbe comportato il dover voltare le spalle alla mia vita mortale. In quel momento, però, non riuscivo a pensare ad altro: perdere i miei amici, perdere Harvey, e persino le lezioni di matematica alla Baxter High. Ogni giorno avevo l’impressione che il mondo che conoscevo mi stesse lentamente sfuggendo tra le dita. Eppure, amavo la magia. Amavo la sensazione del potere che mi cresceva nelle vene e l’idea di averne di più. Amavo lo schiocco di un incantesimo andato a buon fine, tanto quanto detestavo l’idea di deludere la mia famiglia. Era una scelta impossibile, ma presto avrei dovuto compierla.”

Per testare l’amore di Harvey usa la magia grazie all’aiuto del cugino Ambrose e da lì il povero ragazzo inizia a vedere la nostra Sabrina come una dea dando vita ai dialoghi più esilaranti di tutto il romanzo. Non vi nascondo che non riuscivo a smettere di ridere… Eccone un assaggio…

“«Tanti fiori per la rosa più bella» osservò lui con un sorriso. «Mi piacerebbe ritrarti mentre raccogli dei fiori. Niente di quello che fai potrebbe mai essere noioso.»
Feci un gesto impaziente. «Sai, nessuno può essere affascinante per tutto il tempo. La gente dorme, va al gabinetto. Nessuno può essere affascinante mentre è al gabinetto.» Harvey si mostrò confuso. «Be’… sono sicuro che tu…» «In realtà preferirei terminare qui questa conversazione» mi affrettai a dire. «Vorrei che continuassimo a stare insieme senza avere traumi psicologici permanenti. Dai, andiamo!»”

Per compiere quest’incantesimo la nostra streghetta nel bosco s’imbatte in un pozzo dei desideri da cui esce uno spirito delle acque che incanta Sabrina facendola sentire una prediletta destinata ad un futuro luminoso.

A quindici anni i sentimenti sono puri e i dubbi di Sabrina sono i dubbi di ogni ragazza che si affaccia alla vita. Da un lato c’è la voglia di mettersi in gioco incoscientemente e dall’altra il desiderio di rendere orgogliosi chi amiamo.

Particolarità del racconto è la presenza da un lato del pov di Sabrina che ci fa vedere il mondo attraverso i suoi occhi, anche se il tutto narrato in terza persona, e dall’altra c’è il punto di vista del narratore esterno occulto che di ogni personaggio dipana aspetti oscuri ed inaspettati. Mi hanno molto interessata anche i personaggi secondari della trama, ognuno con un suo vissuto e un contributo alla trama unico ed indispensabile.

Consiglio la lettura a chiunque voglia regalarsi un pomeriggio divertente e rilassante in compagnia di un fantasy molto sui generis, che alterna mistero e suspense a momenti di piacevole spensieratezza.

Alla prossima lettura! ❤

Rosanna S. (Recensionista Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...