RECENSIONE: Adesso tutti sanno di Giovanna Roma

Cari sognatori, dopo avervi presentato il romanzo di Giovanna Roma attraverso l’estratto, oggi entriamo nel profondo…

41ROse9v+6L

GENERE: dark romance
DATA DI USCITA: 7 ottobre 2019

Ebook / Cartaceo

La prima volta che lo percepii, fu nel salotto di casa nostra.
Ed ebbi terrore di chi fosse, di cosa pretendesse da noi e in cosa mi avrebbe sfigurata.
Aveva imparato una lezione che voleva condividere. Una lezione che non si dovrebbe insegnare a un bambino, perché la felicità non segue sempre la tragedia, né la speranza il dolore.
Niente cambierà la sua natura impassibile, quel temperamento deciso e la fedeltà verso una promessa.
Eravamo gli opposti, eppure nei suoi occhi intravedevo dei frammenti di me. Vorrei aver conosciuto la nostra storia bene quanto oggi.
Avrei saputo ribellarmi alle regole prescritte? E se fossi stata capace, quale prezzo sarei stata disposta a pagare?
Non c’è tempo per riflettere.
Ecco, senti i passi dietro di noi? È lui che sta arrivando.

Non posso che cominciare con il dirvi che Giovanna Roma mi ha veramente stupito con questo romanzo pregno di vendetta, oscurità, sotterfugi, ricatti e…

Non è un romanzo per tutti, sia ben chiaro… fin da subito si resta di primo acchito catturati da una dolce storia della buona notte che però già essa reca l’assenza del “e vissero felici e contenti”, anzi da al preannuncio di una tempesta che incombe all’orizzonte dove le fila del fato porteranno un conto assai salato da pagare…

Nel sangue è cominciata e nel sangue finirà…

La vendetta è un piatto che va servito freddo…
Che va studiata nei minimi particolari…
Che metodiche ne diventano le azioni…
Il costruire un piano ne diventa la tua ossessione…
Che sei certo dei tuoi passi… l’aria che pregna di paura della tua vittima…
Assapori l’attimo della sua caduta… Godi nel sapere che sarai tu a distruggerla…

La tempesta infuria, la rabbia si scatena e lei… solo lei dovrà pagare con le urla e lo sgretolarsi della sua anima il conto del suo destino infausto.

Quando sono con lei, non è la ragione a guidarmi: è il rancore.
Un demone affamato che non concede tregua.

Sangue, orrore, rabbia, oscurità e sangue… ecco cosa ci attende fin dall’inizio di questo viaggio alla scoperta di Alan Norman, un semplice bambino che troppo presto ha scoperto i meandri della morte, che la solitudine passo passo gli fa da amica, che troppo presto crea in sé una bestia desiderosa solo di vendetta nutrendosi di rabbia e odio.
Nulla può lo scorrere degli anni ed una vita al limitare di essere appena un individuo “vivo” quando una lettera e solo poche parole andranno ad aprire un vaso di Pandora e l’incedere della sua ossessione.

E questo è solo l’inizio…

Poche righe e ti trovi avvinghiato da un degno film horror dove nulla si può contro lo scorrere degli eventi, alla rabbia incessante, alla drammaticità di una verità per anni celata e distorta che come una tempesta si abbatterà su di te togliendo anche il più labile dei respiri, ogni spiraglio di libertà… essa banchetterà con le tue membra, gioirà delle tue grida di dolore.

«Giuro che ti ucciderò, Alan Norton.»
«E io che soffrirai lentamente, Meghan Mitchel», promette freddandomi con lo sguardo.

Forse vi ho spaventato ma è così che ho vissuto tutte le sue intense pagine alla disperata ricerca di una via d’uscita ma che sempre più mi veniva negata da un uomo di nome Alan!

Un personaggio contorto e senza morale dettato di puro istinto, plasmato da un passato di dolore e rabbia che incanala tutto in questo suo piano pazzo e scellerato eppure… Eppure lo comprendo ed ammiro “assurdo direi”… visto che l’abiettezza delle sue azioni non conosce limite però ogni cosa ha un suo perché… ogni frase, pensiero, sguardo, ogni suo guizzo di quei muscoli e fisico “possenti” ha una risposta e tutto sta nel comprenderla. Insomma un personaggio enigmatico, malato forse se lo vogliamo definire così eppure magnetico, un alfa a tutti gli effetti che però “pecca” suo mal grado di verità a lui celate…

Meghan, beh… lei è la nostra leonessa, una ragazza dove la vita ha tolto sì, ma per poi renderla schiava dei desideri degli altri “costringendola” negli anni a portare uno spesso strato di maschera per compiacere gli altri, ingannando pure se stessa alla fine. Ma l’essere rapita le aprirà non solo gli occhi su chi sia lei ma porterà a sconvolgere tutto ciò che fin’ora conosceva, non ben coscia di chi la inganna di chi realmente sia suo alleato o no. Una ragazza che con lo scorrere delle pagine la vediamo evolversi a donna di istinti e paure, piena di dubbi ed “insensatezze”, che solo una volta tolto quel velo dagli occhi si renderà conto della verità…

Verità e vendetta spesso li ripeto perché qui vanno a braccetto come due comari ciarlone, l’una senza l’altra non esisterebbe… viaggiano su due binari affini che per l’intercede di qualcuno a volte si scontrano ma mai sembrano combaciare.

Ed è qui che Giovanna gioca le sue carte migliori con l’intercedere e l’intreccio di più personaggi che vanno non solo ad arricchire in maniera esponenziale la storia, ma creano anche da un lato smarrimento e confusione portandoci a dubbi perenni e molte domande.

Il confine tra scopare e fondersi con un uomo è diventato labile mentre mi teneva per la nuca, accorciava il respiro e io godevo.

Devo dire che con questo romanzo ha creato il perfetto equilibrio, un ibrido di suspense, thriller, horror, sangue e passione all’ennesima potenza dove l’intercedere delle pagine e il ripercorre degli eventi riporta a riscrivere un passato costantemente ed incessantemente fino alla fine del libro dove le risposte incombono e con esse l’avanzare con la scelta del tuo domani.

Non sono pagine facili da affrontare poiché il cuore è sempre più pesante, la mente sempre più rifiuta, la tua anima si ribella però nulla può far rimetterti di leggerle, nulla ti può distogliere dalla ricerca primordiale alle domande che ti ossessionano, nulla può al palpitare della speranza che cerca di nutrire il tuo cuore malandato ma che sempre più scivola dalle tue mani.

Molti argomenti tocca, scava, ci attecchisce con violenza e sangue, ci ammalia con bugie e “fantasmi”, ci getta in una dura realtà che bisogna affrontare e mai giudicare… i giudizi spettano solo alla fine, le azioni avvengo e passano, le scelte atterrano ma è ciò che porta e che ti resta quello che conta… È ciò che è reale e tangibile che vale… è ciò che di più non posso dire… 😅

Giovanna mi hai veramente stupito, agghiacciata, distrutta e poi ricomposta con questa tua opera dove veramente il destino è una beffa, il fato è infame, l’oggi è orrore, il domani paura e il futuro un miraggio forse, un sogno, un desiderio inespresso, un scendere a patti o semplicemente prendere in mano finalmente la propria vita!

La libertà è un potere effimero.

Michy (Blogger Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...