REVIEW PARTY: Stellato il cielo com’è di Giacomo Assennato

Cari sognatori, oggi vi presentiamo l’intenso romanzo di Giacomo Assennato!

31Juodw6JLLGENERE: narrativa, contemporaneo
DATA DI USCITA: 2 ottobre 2019

Ebook / Cartaceo

Federico ha un dolore accecante, una sofferenza atroce che ha spazzato via la sua vita gioiosa sostituendola con un presente in cui si muove smarrito e incattivito. Ha due strade davanti a sé: perdersi in quel niente che gli è rimasto della sua storia con Patrizio, continuando a nutrirsi dei momenti belli che l’hanno accompagnato negli ultimi otto anni oppure riuscire a ricostruirsi. “Ma il tempo aggiusta tutto”, gli suggeriscono le persone intorno a lui, e Federico sente che in fondo è vero, ma a ogni piccolo passo che compie verso la serenità, aumentano in lui i sensi di colpa: non vuole dimenticare, non vuole lasciare svanire nel nulla la sua grande storia d’amore. La vicinanza di due amici, che gli trasmetteranno la loro vitalità, gli permetterà di trascorrere momenti sempre più sereni e lo aiuterà a capire che non c’è nulla di sbagliato nell’andare avanti e nel ritrovare la gioia di vivere.

Ho finito questo romanzo alle 3 di notte completamente persa per una commozione che mi ha trapassato l’anima, chiudo tutto e penso di poter recensire il giorno dopo. Nulla… il pensiero vaga tra i ricordi di queste pagine e mi tormenta al punto che scrivere di loro è una necessità, ne ho bisogno. Non voglio perdere questo viaggio emozionale che mi ha preso nel profondo, ho la necessità come per il protagonista di poter contare su quegli amici letterari per condividere con voi quest’emozione dirompente.

“A quella stretta di mano mi sono sentito sciogliere. Tanto, come non mi era mai successo prima.
Mi sono trovato lì, sospeso per due secondi che non finivano mai, meravigliato perché quella sensazione aveva fatto tutto da sola, io neanche ci pensavo. Se raccontassi di avere provato una scossa, esagererei, eppure è come se quella seta, mentre la sfioravo, mi avesse detto: “Non mi riconosci? Ero qui che ti aspettavo, come tu aspettavi me”.

La grande storia d’amore di Federico e Patrizio così assoluta, totalitaria da rendere le braccia di chi ami il posto più bello al mondo dove niente può scalfirti, dove ogni giorno sei la migliore versione di te con tutti i tuoi limiti, io la conosco bene perché la vivo sulla mia pelle.

«Ehi, ho una domanda da farti.»
«Dimmi.»
«Ho notato una cosa strana che fai.»
«Io? Che ho combinato?»
«Me ne sono accorto solo ora ma, ripensandoci, la fai sempre. Com’è che a casa dormi dal lato sinistro e quando siamo fuori invece cambi posto, una volta di qua, una volta di là…»
«Perché io non dormo mai dalla parte della porta.»
«E perché?»
«Perché quello è il tuo posto. E qualunque cosa possa arrivare di notte a farmi paura ci sei tu lì a proteggermi.»

Quanto è bello fotografare ogni dettaglio di chi ami in ogni piccola cosa anche banale per tenerla impressa nel cuore per paura di poterla perdere, così tua da appartenerti nel profondo.

“Quant’è bello quando nasce un amore, che riempie di allegria! I sensi si amplificano e prende lo stupore; c’è quel momento magico in cui all’improvviso l’altro ti appare sotto un aspetto diverso, e capisci che tanti particolari suoi, che sembravano cose da poco, diventano invece vitali, si trasformano nel suo marchio di fabbrica. Stupidaggini: come rialza con un dito gli occhiali che gli sono calati, il modo in cui tiene la penna… non sono altro che piccoli gesti, ma cominci ad amarli. E ancora nemmeno glielo hai detto, che al momento non credi sia possibile, ma poi non sei più tu a gestire questa cosa; è lei che fa quello che vuole, è padrona di sfumare o di insinuarsi dappertutto e prenderti.”

Per cui il dolore di Federico nel perdere tutto ciò è stato il mio dolore perché sarei voluta entrare nel libro prenderlo e stringerlo, rassicurarlo.

Ero con lui quando non riusciva nemmeno ad alzarsi dal letto o a lavarsi. Ero con lui ogni volta che il vuoto lo inghiottiva e solo attraverso i farmaci poteva stare in un limbo dove semplicemente non esisteva più, era solo un corpo vuoto.

Ma la vita è bella sempre perché proprio quando non hai più nulla a cui aggrapparti ti culla come un bambino e inizia a fendere quella corazza in cui ti sei rinchiuso.

“Eh, Martino… Non avevo permesso a nessuno di scardinarmi; ci sei riuscito tu, proprio perché non hai provato a compatirmi, hai solo voluto toccarmi, fuori e dentro. “

La vita ti porta con se attraverso un amico che ti scuote, un sorriso che ti strappa, piccoli passi verso una quotidianità che mano a mano ti torna amica. Per Federico, Martino è quella ventata di speranza che alleggerisce il suo cuore, che rende la trama ricca di momenti ironici spassosissimi. Fede pian piano riprende anche a lavorare, quel lavoro che aveva condiviso con Patrizio, deve difendere il suo amore da chi non l’ha compreso e ora lo vuole diffamare, ritorna alla vita.

Queste pagine ci ricordano l’importanza del non dare nulla per scontato perché siamo custodi dell’amore e non padroni, ci ricordano che l’amore è amore e non ha sesso, razza, religione… è un battito di cuore che si riconosce in un altro battito di cuore.

Quest’autore che amo profondamente ha un linguaggio semplice, immediato che parla al tuo cuore e non ti può lasciare indifferente. Ha uno sguardo sulla vita capace di valorizzare ed esaltare le piccole cose che ci accadono di cui a volte nemmeno ci rendiamo conto. Ma al tempo stesso tempo sa strapparti sorrisi con quei dialoghi serrati e surreali tra i suoi personaggi.

I suoi personaggi sono talmente veri che se guardi bene li puoi incontrare ogni giorno, esalta la bellezza dell’anima in ognuno di noi nella sua quotidianità. Sono amori intensi, forti e viscerali, ma al tempo stesso raccontati con una purezza disarmante che cattura chiunque abbia amato realmente.

Il mio cuore si è frantumato per tutte le lacrime che ho versato stanotte, ma ricomposto in mille piccoli pezzi  ricchi di speranza perché la vita offre sempre una nuova emozione se scegliamo di amarla incondizionatamente… ora vado a dormire anch’io! 🙂

Alla prossima lettura! ❤

Rosanna S. (Recensionista Sognare).

73014245_2681098665274094_8381695452000550912_n


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

9 commenti

  1. Queste non sono parole, sono perle che, una dopo l’altra, vanno a formare una collana preziosissima. Leggo chiaramente quanto ti abbia toccato la storia di Federico e la presenza delicata di Patrizio che continua ad amarlo anche “altrove”, e lo ama talmente da perdere pian piano la sua profonda gelosia per lasciarlo libero. Grazie Rosanna del tuo affetto!

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...