REVIEW PARTY: Sorry di Lee Ann Keats

Cari sognatori, oggi vi facciamo scoprire l’intenso romanzo edito Queen Edizioni, firmato Lee Ann Keats!!!

sorry cover

GENERE: contemporary romance
DATA DI USCITA: 5 novembre 2019

Ebook / Cartaceo

L’avvincente romanzo di Lee Ann Keats è la storia di una ragazza apparentemente qualsiasi, che tuttavia dovrà fronteggiare, con una personalità inaspettatamente forte e tutt’altro che scontata, le innumerevoli avversità che per lei ha in serbo la vita.

Tiffany Hayes ha un “sacchetto rosso dei ricordi” in cui man mano ripone gli oggetti che segnano in qualche modo la sua vita, un elemento che, insieme alle splendide citazioni tratte da alcune opere di Virginia Woolf, fa da filo conduttore a questa storia intensa e indimenticabile, che indaga la crescita di una protagonista dalla personalità inaspettatamente forte e tutt’altro che scontata. Le vicende si svolgono in un’incantevole scenario sul Tamigi: a Canvey Island prima e poi a Londra, tra vicissitudini famigliari e un grande amore segretamente custodito che potrebbe sbocciare in qualcosa di inaspettato e meraviglioso.

Mentre leggevo questo romanzo pensavo a quanto il pregiudizio degli altri su di noi possa riuscire a scalfire la consapevolezza che abbiamo di noi stessi, soprattutto se quel pregiudizio nasce da chi dovrebbe amarci, proteggerci, sostenerci.

Si cresce così senza aspettarsi più nulla dalla vita, senza progetti, senza futuro, senza che nulla possa cambiare per noi perché ci fanno credere che non ce lo meritiamo.

“Nessuno esplorava le mie vere sensazioni. Era come avere le ali e non poterle usare. Era come rimanere ormeggiati in un porto dove non attraccava nessuno. Il libro di Virginia Woolf mi guardava e chiedeva, come me,di essere letto.
Lei, Virginia Woolf, aveva la penna per dire ciò che pensava. Io cosa avevo? La mia voce era un silenzio assordante nella mia testa, era quasi la voce di una scrittrice che non sapeva scrivere o che nessuno voleva leggere.”

Ebbene sì, queste persone negative spengono la nostra anima da farci perdere la voglia di vivere e sperare. Se poi nasci in un paesino sperduto questa sensazione claustrofobica di chiusura si acuisce ancor di più…

La nostra protagonista Tiffany mentre ripercorre gli eventi del suo passato ha questa visione di sé spenta, rassegnata, cosciente che lei non andrà mai bene, che è sempre quella sbagliata perché i suoi genitori, sua madre in particolare, la avviliscono quotidianamente. E allora alla giovane Tiff non resta che alzare un muro per difendersi fatto di diffidenza ed insicurezza verso chiunque possa avvicinarsi a lei, tranne il suo amico George che vivendo una condizione similare è l’unico in grado di capirla.

Come tutte le adolescenti ha una cotta per un ragazzo più grande che frequenta la sua famiglia ma che vede inavvicinabile e che con lei ha un atteggiamento davvero antipatico. Inaspettatamente Tiffany e Beau a seguito di una punizione trascorreranno del tempo insieme e questo li avvicinerà molto fino ad avere una storia.

Beau si rivela la prima persona che tenta di aprire l’orizzonte della vita di Tiffany perché per primo le fa capire che lei ha un mondo davanti di opportunità.

“Quelle ore in sua compagnia divennero così importanti per me. Tutto quello che non erano riusciti a infondermi i miei genitori lui era riuscito a infondermelo in sette ore. Sette inaspettate ore. Una per incontrarci… Una per fidarmi… Una per sorseggiare del tè caldo e spogliarmi degli abiti bagnati… Una per parlare… Una per ascoltare… Una per sognare… Una per incontrarci nuovamente…”

Questo amore tenero ed ingenuo, ricco di insicurezze e gelosie è destinato ad essere tormentato.

Tiffany ad un tratto sarà ancora più a pezzi, annullata ed annientata… e lì potrà solo che ripartire da se stessa… ricostruire la propria consapevolezza di donna e vivere pienamente il futuro grazie anche ad amici che crederanno in lei dandole aiuto.

Il titolo del romanzo Sorry dovrebbero essere le scuse che la vita stessa fa a questa donna per tutte le ingiustizie che ha subito, ma che al tempo stesso non le hanno indurito il cuore ed è sempre pronta ad aprirsi alla vita.

Leggerete questo viaggio dal punto di vista di Tiffany e questo ve la farà amare incondizionatamente perché è un personaggio stupendo, con una crescita ed una capacità di amare e perdonare immensa. Vorrete abbracciarla, incoraggiarla, difenderla da tutto quello che la ferisce nel profondo.

Anche voi vi sentirete leggeri dentro l’anima perché seppur in ambito diverso, tutti noi abbiamo chi non ci dà il giusto valore che meritiamo e ci colpevolizza. L’augurio che vi faccio è l’insegnamento più grande di Tiffany… alzate la testa come le giraffe e guardatevi intorno per far sentire la vostra voce, ma non chiudete mai il cuore alla speranza che il meglio sta per arrivare!

Alla prossima lettura! ❤

Rosanna S. (Recensionista Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...