SEGNALAZIONE: Al di là dei tuoi occhi. L’inizio del viaggio (The Munsee Series, vol.1) di Paola Serra

🎄🎁 #UNREGALOSOTTOLALBERO 🎁🎄

Foto da Mary87

TITOLO: Al di là dei tuoi occhi
AUTORE: Paola Serra
SERIE: The Munsee Series, vol.1
GENERE: contemporary romance

Ebook / Cartaceo

Ci sono volte in cui voltarsi indietro fa ancora paura. Ci sono volte in cui vorresti che il passato restasse tale. Quelle in cui ti ritrovi “costretto” a tornare nei luoghi della tua infanzia non sapendo bene cosa aspettarti.
Sono questi i timori che affiggono Noah nel suo viaggio verso casa, nella cittadina selvaggia di Hulett, dopo un’assenza durata ben cinque anni.
È lì che ha lasciato una parte di sé: tra le catene montuose e “presso il grande fiume calmo”, tra le praterie e gli arbusti, tra i ranch e i cavalli, tra nuovi e vecchi amici mai dimenticati. E sarà lì che ritornerà per scoprire cosa nasconde la sua Beck: un’amica, una confidente, la sua metà perfetta.
Un rapporto indissolubile, un’amicizia pura e sincera messa a dura prova da una partenza improvvisa.
Ma come spesso accade nel distacco, molte cose sono cambiate, loro non sono più gli stessi: Rebecca schermata dietro i suoi muri invalicabili e con tanta rabbia da esternare; Noah, con una vita altrove, ritrova ferite che credeva aver metabolizzato.
Riusciranno a ritrovare l’uno negli occhi dell’altra quella complicità smarrita, quella fiducia perduta, quell’anima affine che riusciva a leggergli dentro al primo sguardo?
Riusciranno a riconoscersi accantonando il passato e scrutando il domani con nuove aspettative?

Benvenuti in Wyoming, benvenuti nella loro realtà.

ESTRATTO

«Vedo che non mi ascolti» sospirò pesantemente cercando di non perdere la calma. «Non voglio ferire nessuno, Noah, tantomeno te. Ma continuate a insistere, a stressarmi con la vecchia me.»
Si era voltata e per la prima volta aveva pronunciato il suo nome. Nei suoi occhi, il ragazzo leggeva un turbinio di emozioni, un tormento mai avvertito prima. C’era ansia e paura, rassegnazione, disillusione, fermezza e convinzione.
«Ricordi l’ultima volta che abbiamo dormito qui?»
Lei annuì senza aggiungere altro.
«È stato dopo il funerale di mio padre. Tu mi sei rimasta accanto, senza domande su come stessi o di cosa avessi bisogno. Mi hai lasciato piangere, sfogare, senza stupide parole di circostanza.»
Beck lo guardò con espressione interrogativa che lui ricambiò con un sorriso. Quello aveva rappresentato, per entrambi, un altro passo fondamentale di condivisione che Noah voleva in assoluto riportare a galla.
«Rammenti cosa ci siamo promessi in quella circostanza?»
«So dove vuoi andare a parare e…»
«Lo ricordi o devo credere di aver vissuto metà della mia vita accanto a una persona che ti somiglia soltanto?» chiese interrompendo sul nascere qualsiasi sua rimostranza.
«Sì, lo ricordo bene purtroppo. È difficile da cancellare, John… non doveva andare in quel modo. Non lui, almeno» sussurrò impercettibilmente ripiombando nell’angoscia di quella sera.
Chi avrebbe mai potuto dimenticare quella giornata? Un ragazzo distrutto dalla perdita di un uomo meraviglioso, che lei stessa considerava un padre, dopo che il suo l’aveva abbandonata per non fare mai ritorno.
«È stato proprio nel mio momento più buio che abbiamo stretto il patto che ci avrebbe tenuti uniti: abbiamo promesso ci saremmo stati senza eccezioni, per sorreggerci a vicenda in ogni caso e anche se le nostre vite si fossero divise, noi, ci saremmo sempre ritrovati.»
Proprio in quel giorno, Rebecca aveva compreso che Noah rappresentava l’unico punto fermo persistente nella sua vita. Avrebbe fatto qualsiasi cosa per evitargli un dolore così asfissiante, l’avrebbe spartito e inglobato tutto, tanto da renderlo libero. Non sapeva che di lì a poco, anche lui, l’avrebbe lasciata e che ne sarebbe stata risucchiata senza scampo.
«È per questo che sono qui. Perché credo che tu abbia bisogno di me, anche se non te ne rendi conto, come io quella notte ne avevo di te. Sono qui perché voglio che sia tu a raccontarmi cosa succede, non tua madre o mia madre, tu. Sono qui perché mi sei mancata, ma ero troppo codardo per affrontarti dopo il nostro ultimo saluto. Aspetterò il tempo necessario. Riuscirò a farti capire con i fatti che puoi fidarti di me, perché io ci credo ancora nel nostro rapporto e, nel profondo, forse anche tu.»

Scopriamo l’autrice…

Paola Serra nasce nel 1987, in Calabria, dove vive attualmente. Studia giurisprudenza, ma le sue passioni principali sono rappresentate dalla lettura, sin da piccola, e dalla scrittura, in secondo momento, imbattendosi per caso nella piattaforma multimediale di Wattpad. Nel 2016 dà vita al primo tentativo di stesura del primo volume de “The Munsee Series”, pubblicata in self publishing solo nel 2019 in versione rivista e corretta. Nel febbraio dello stesso anno avvia un blog letterario, Tracce d’inchiostro, con lo scopo di consigliare e dare luce ai libri che considera delle piccole perle.

Contatti:
Instagram
Profilo FB
Email: Pauline87@hotmail.it
Blog Tracce d’inchiostro
Pagina FB Tracce d’inchiostro


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...