RECENSIONE: La madre segreta di Shalini Boland

Cari sognatori, fatevi toccare l’anima da questo intenso e forte romanzo di Shalini Boland, edito Hope Edizioni!!!

51-mnLHJLFL.jpg

GENERE: thriller
DATA DI USCITA: 5 dicembre 2019

Ebook / Cartaceo

Quando Tessa Markham torna a casa, trova nella sua cucina un bambino che la crede sua madre. Ma Tessa non ha figli. Non più. Non sa chi sia il piccolo né come sia arrivato lì. Dopo aver contattato la polizia, Tessa viene sospettata di aver rapito quel bambino misterioso. La sua intera vita è stravolta e poi suo marito le rivela un segreto… Tessa non è sicura di cosa credere o di chi fidarsi, perché qualcuno sta mentendo. Per scoprire chi, però, dovrà affrontare il suo doloroso passato. Che la verità sia più pericolosa di quanto lei possa immaginare?

Nel suo sguardo, il passato è passato e io sono la povera, patetica creatura bloccata lì che cerca di tirarlo nell’oscurità.
Ma si sbaglia.
Il passato non è finito. E ci sta raggiungendo.

Pagine dure da affrontare che straziano l’anima, fanno venire il groppo in gola, fanno piangere lacrime amare per le ingiustizie della vita ed il senso di vuoto della desolazione e solitudine.

La madre segreta è come un lungo viaggio in un buco nero dove da padrone è la perdita prematura di due innocenti anime.
Tessa nonostante passi il tempo non può, non riesce, non le è concepibile voltare pagina… lasciata sola pure da suo marito Scott, ora vive una vita nell’ombra, lavoro e cimitero, cimitero e lavoro… nulla esiste più se non il vuoto della sua anima.

Una domenica come tante
Il freddo pungente
Due piccole tombe
Il ritorno a casa e un ritrovamento sconvolgente
Un bambino nella sua cucina che dichiara che lei sia la sua mamma!
Sarà una allucinazione?
Chi è?
Come è arrivato fin lì?
Come difendersi dall’accusa di averlo rapito?
E se fosse vero?

La madre segreta è come un incubo, il peggiore che una madre possa subire dove più si continua più l’animo già lacerato di Tessa viene messo a dura prova. Una donna che ormai vive alla giornata, ancorata al ricordo di un passato d’inferno, lasciata in balia della solitudine da un marito cinico, egoista che la reputa pazza, talmente chiuso nella sua mente che addirittura non sopporta le sue chiamate e che non fa nulla per darle un supporto, zero assoluto… ma come si può, mi chiedo!

Io non sono madre però credo che non esista dolore più grande che perdere i propri figli… normale il chiudersi nel dolore, però non è normale essere abbandonate a se stesse alla stregua di un sacchetto dell’immondizia…

Sono danneggiata. Inutile.

Conoscere nel profondo l’animo di Tessa, toccare con mano il suo dolore, sentire quel vuoto come tuo è schiacciante e non da meno, tutto ciò che accadrà da quell’evento di una domenica sera qualunque che darà il via ad un percorso infido fatto di accuse, stampa, verità taciute che se scoperte possono far crollare le colonne della tua stessa anima, riscrivendo completamente la tua vita.

La scrittrice è stata abile e sensibile nel trattare questo tema tanto delicato a mio dire, raccontando seppur romanzata la verità di ciò che accade alle famiglie colpite da una grande perdita come questa, di come sia impossibile andare avanti… non da meno l’insensibilità delle persone che sempre sono pronte a giudicare, poco si curano di ciò che è la verità, bensì prendono per oro colato un articolo di giornale, un social media, la TV. Ciò attesta di quanto vuote e menefreghista possono apparire certe persone, di come i giornalisti pur di avere uno scoop siano disposti a forviare la verità è renderti impossibile una vita normale.

Apre gli occhi su chi ti circonda non c’è che dire, e su cosa si è disposti a fare per disperazione, non pensando al danno permanente che si possa  agli altri.

Mi ha tenuto incollato alle sue pagine con il dolore in bilico, la speranza… sentimenti contrastanti e contraddittori ci sopraggiungono lungo la sua lettura dove il dubbio sibillino e strisciante ti tormenta così tanto che non sai più neppure se puoi fidarti di te stesso e di ciò che senti. Come ho scritto prima sono pagine dure da digerire eppure al tempo stesso è l’inizio di un viaggio che potrebbe forse aprire uno spiraglio ad un nuovo futuro…

Cosa si è disposti a fare quando non si ha nulla da perdere?
Siete pronti a riaprire le ferite del passato?
Pazzia o Realtà?
Colpevole o innocente?

A voi leggerlo, a voi scoprirlo!

Più cose scopro, più tutto sembra confuso e contraddittorio.

Michy (Blogger Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...