RECENSIONE: Codice Newton di Alfonso Stile

Cari sognatori, venite a scoprire il misterioso romanzo di Alfonso Stile!

41FS7+oe4YL

GENERE: thriller
DATA DI USCITA: 8 febbraio 2019

Cartaceo

Ci troviamo all’istituto universitario di Fisica Federico II di Napoli.
Nell’ufficio del professor Cataldis, uomo rinomato in tutto l’istituto per le sue conoscenze in campo scientifico, l’assassino John Braggart cerca disperatamente il Secretum, uno scritto in grado di svelare uno dei segreti più importanti contenuti nella Torah, per conto di una setta rabbinica. Non riuscendo a trovare il Secretum e ad estrapolare informazioni dal professore una volta avvelenato, il nostro assassino decide di darsela a gambe.

Prima di morire, Cataldis riesce a scrivere un biglietto con degli strani simboli destinato al suo collaboratore Giosuè Fermi, l’unico in grado di riportare alla luce ciò che nasconde questo oggetto misterioso.
Appena arrivato nell’ufficio di Cataldis, Giosuè nota il corpo privo di vita del professore e, dopo un’accurata osservazione del luogo e del corpo, trova il bigliettino destinato a lui.
L’unica cosa che gli resta da fare è chiamare la polizia e, nel frattempo, scoprire cosa il professore ha voluto nascondere durante la propria vita.

Appena si mette a tradurre i simboli, scopre come primo indizio il numero di telefono di una persona che presto, Giosuè, scoprirà essere Elettra, la figlia del professore.
Nel frattempo, Braggart, non contento del risultato ottenuto, decide di mettersi all’opera, stavolta sulle tracce del collaboratore di Cataldis.
Solo dopo l’aggressione avvenuta a sua madre e a sua nonna, e dopo il rapimento di Elettra, Giosuè capisce che c’è qualcosa di molto importante nascosto in quegli strani simboli.

Proprio dalla ragazza scopre che, negli ultimi tempi, il professore era molto preso con la religione ebraica. Cosa strana per Giosuè dal momento che questi era un ateo convinto.
Per scoprire la verità, al nostro ragazzo non spetta altro che mettersi in cammino lungo la strada già segnatagli dal suo caro amico professore. Ma non sarà da solo a scoprire cosa nasconde il Secretum. Quindi prepariamoci ad un bel viaggio travolgente e pieno di suspense.

Già dalle prime pagine, la lettura risulta essere molto movimentata ed interessante partendo dall’omicidio del professore e l’enunciazione del Secretum, oggetto misterioso che una setta rabbinica brama.
Con una parte iniziale così travolgente, a mio parere agevola lo spirito di ricerca del lettore a continuare a leggere dal momento che bisogna capire cosa il professore abbia voluto lasciare al collaboratore Giosuè.

La lettura l’ho trovata molto fluida e la scrittura semplice e non troppo dispersiva.
Sicuramente non è una lettura veloce per la quantità di pagine ma, vi assicuro che, una volta preso il ritmo, si fa fatica a non proseguire per sistemare tutti i tasselli al proprio posto.
Quindi sì, a questo punto ammetto che il libro mi è piaciuto molto, curato in ogni minimo dettaglio anche se in alcuni punti l’ho trovato fin troppo descrittivo, però sopportabile dal momento che non mettono in crisi la lettura.

Sicuramente non è una lettura che consiglierei a tutti, forse per gli appassionati del genere giallo – misto – avventuroso.
Poi sicuramente ci sono anche le sfumature di rosa, brevi, irrilevanti (per me) ma ci sono tra Elettra e Giosuè. Io sono più per l’avventura, per l’investigazione… Insomma, sono reduce da “Relic Hunter” e tutti i film di Indiana Jones, per non parlare di Tomb Rider poi, ve lo dico, questo libro è qualcosa che un pochino si avvicina a questo genere. Sarà anche per quello che l’ho letto volentieri e mi sono appassionata.

Siccome ho cercato di svelare il mistero che si cela dietro al Secretum, adesso provateci voi. Buona lettura! 😉

Cristal (Recensionista Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...