REVIEW PARTY: L’erede ribelle di Cristiano Pedrini

Cari sognatori, fatevi toccare il cuore dal dolcissimo romanzo di Cristiano Pedrini, edito Queen Edizioni!!!

51vNDAnBniL

GENERE: contemporary romance, m/m
DATA DI USCITA: 26 febbraio 2020

Ebook

Una favola di Natale dal dolce sapore delle cose preziose, delle seconde possibilità e dell’amore che aiuta a renderci chi siamo. Philip lavora nella biblioteca della piccola cittadina canadese di Whistler, dove il Natale è alle porte e la neve rende tutto più magico e speciale. Jacopo è un ragazzo ribelle che sfida le autorità e proprio per questo è costretto a svolgere un lavoro socialmente utile per via di un piccolo reato. Due ragazzi così diversi ma così simili, dopo una lunga diffidenza iniziale, inizieranno a riempire l’uno i vuoti interiori dell’altro, e se Philip da una parte desidera redimere il giovane, Jacopo imparerà ad accettare come aprire il suo cuore all’amicizia e la sua mente alle sue stesse capacità.

Ci sono dei romanzi che sono delle piccole chicche del cuore di cui abbiamo bisogno per rilassarci ma al tempo stesso che ci aiutino a soffermarci sulla bellezza delle cose. Quando ho letto la trama immaginavo una storia d’amore travolgente ed invece è una storia di una forma d’amore ancor più speciale che è l’amicizia, che però profuma d’amore… ma chissà…

Philip e Jacopo sono due anime che sanno cosa vuol dire non sentirsi amati e abbandonati per questo si riconoscono nel profondo delle loro affinità.

Philip è un giovane bibliotecario che ama alla follia il suo lavoro e gli viene assegnato un ragazzo diciannovenne a cui deve fare da tutor. Inaspettatamente riceve la visita del nonno del giovane che lo raccomanda essendo un ragazzo ribelle che cerca il suo posto nel mondo, molto reattivo e spocchioso.

Il giorno dopo Philip vede un giovane con una moto in difficoltà e decide di aiutarlo dandogli un passaggio per poi scoprire che è Jacopo, il giovane a cui deve fare da tutor.
Da questo momento in poi inizia uno scontro fatto di battibecchi che cercano di scalfire la corazza di Jacopo.

«Io lascio socchiusa la porta e tu subito cerchi di spalancarla.» «Sei stato tu a lasciarmi quel varco e io, essendo una persona che persiste a cercare il buono in chi ha di fronte, non ho potuto farmi sfuggire quest’occasione.»

Pian piano si avvicineranno sempre più e scopriranno di avere tanto in comune… e inizia questo viaggio alla scoperta di sé che passa attraverso l’accettazione del passato.

“«Non volevi che finissi con il rispecchiarmi in te?» gli domandò Jacopo. Lentamente Philip allungò la mano verso la sua per prendere l’attrezzo. «Avrei dovuto raccontarti del mio vissuto sperando di impietosirti? No, grazie. Non volevo suscitare in te alcun senso di rimorso e compassione, e al tempo stesso non intendevo evocare in te dolorose analogie.»”

Scorrendo nelle pagine vi troverete in questa cittadina, Whistle, vi sembrerà di entrare in questa biblioteca, di sentire il profumo dei libri sugli scaffali, di ascoltare la collega di Philip che si siede sul trono e legge ai bambini le favole, sentirete l’atmosfera magica del Natale che man mano entra a riposizionare i cuori nella giusta ottica, il tutto condito con la giusta dose d’ironia.

«Anche se ciò scatenerà la tua graffiante ironia, devo confessarti che in questo momento mi sento tanto Cenerentola» disse Philip, osservando i precisi movimenti del cameriere mentre posava sul suo piatto delle fettine di filetto insieme al contorno di patate arrosto e salsa Thousand Island. «Quindi, seguendo il tuo paragone, io dovrei essere il principe?» suppose Jacopo. Puntò i gomiti sul tavolo, quindi portò le mani sotto il mento. «Be’, nella favola lui era gentile…» «E questo cosa vorrebbe dire?» «Quello che ho detto.”

La fine di questo romanzo vi lascerà una bella sensazione e la voglia di poter rincontrare Jacopo e Philip in un’altra storia.
Vi lascio con l’insegnamento più bello che mi ha lasciato questa favola natalizia…

“Ciò che si è non può in alcun modo essere nascosto né costretto ad apparire diverso, perché la natura dell’individuo alla fine abbatte ogni ostacolo.”

Alla prossima lettura! ❤

Rosanna S. (Recensionista Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...