REVIEW TOUR: E’ la vita che gioca di Giacomo Assennato

Cari sognatori, ritorna Giacomo Assennato con una nuova storia che vi riempirà il cuore!

E' la vita che gioca

Genere: contemporaneo, m/m
Data di uscita: 10 marzo 2020

Ebook / Cartaceo

Martino non ha tempi morti, le cose gli accadono sempre di corsa e le coincidenze sono all’ordine del giorno per lui.
La sua vita cambia improvvisamente dall’oggi al domani, quando si trova proiettato in una realtà sconosciuta e lontana, che non gli appartiene.
È l’inizio di un’avventura, una trasferta per lavoro, nella lontana Boston, che accetta malvolentieri e alla quale cerca di abituarsi facendo del suo meglio. L’America lo affascina e contemporaneamente gli mostra un aspetto che stride con la sua sensibilità e non può che turbarlo.
A Boston incontrerà nuove amicizie, ma anche contrasti; il coinvolgimento in un avvenimento devastante lo catapulterà nel caos. È proprio questa circostanza che si trasformerà in un appuntamento col destino e con la nuova vita che lo aspetta.

Ci sono delle storie che nascono dal desiderio dei lettori di poter conoscere qualcosa in più di un personaggio che ci ha affascinato in qualche altro romanzo ed è proprio questo il caso di quest’ultimo viaggio nel mondo dei sentimenti che questo “poeta dell’amore”, come amo definirlo io, ci regala.

Martino è uno di quei personaggi talmente d’impatto e dirompente che abbatte muri, barriere e capovolge scenari, come quando in “Stellato il cielo com’è” entra nella storia con un abbraccio che mi porto ancora nel cuore al protagonista Federico che si era perso nel suo dolore. Martino irrompe, mette da una parte le sue fragilità per abbracciare quelle del mondo che lo circonda…

“Sono arrivato, ma non scendo, mi serve un attimo da dedicare tutto a me prima di irrompere in casa d’altri e fare il mio solito baccano, che poi se digerisco meglio la novità, riesco a renderla più lieve anche a loro.
Come se non mi conoscessi… Di me dicono che metto allegria, che trovo sempre il modo di sistemare le cose quando le vedo storte e se qualcuno ha della pesantezza addosso, gliela porto via con una battuta al volo; io faccio ridere, ma nessuno si chiede mai se a volte ho bisogno di aiuto anch’io?”

Lui ogni giorno abbraccia se stesso e ciò che è, combatte con le unghie e con i denti per avere la vita che desidera e che sente di meritare. Dietro il giullare sempre pronto a sconvolgere con la sua lingua logorroica e sempre fuori posto, si cela un’anima inquieta affamata di vita e di esperienze.

Ora realmente il suo mondo viene messo sottosopra con una proposta di lavoro inaspettata, ai suoi occhi ingiusta. Con il supporto dei suoi “amici per sempre” sceglie di abbracciare questa nuova avventura e parte solo per Boston.

Per un infermiere dal cuore attento e vigile entrare in quella nuova realtà da un lato snob ed all’avanguardia, dall’altra priva di umanità e discriminante non lo lascia indifferente e lo sconvolge nel profondo.

Questo viaggio rimescola tutte le priorità per la vita del nostro protagonista e la voglia di vivere anche lui un amore per sempre. Il destino lo metterà sulla strada di uno sconosciuto bellissimo che lo farà sognar,e ma l’imprevisto è dietro l’angolo e questa volta nulla mai più sarà come prima…

“Ma l’ultimo sguardo dal finestrino mi ha detto tanto e pure quella mano sospesa nel saluto: c’era la voglia di fermare l’attimo, la malinconia di vedere che si stava sciupando così, e anche il rammarico, perché è vero, potremmo non incrociarci più. Che peccato sarebbe! Nella giornata ci sono stati tanti fatti intensi, per altri motivi, però è in quel vagone che mi sono sentito davvero scosso.”

Questo romanzo penetra ogni cuore, accarezza ogni corda della vostra anima in un arcobaleno di sfumature che sono impossibili da dimenticare. Si passa dalla comicità più esilarante, all’amicizia più vera, alla passione più elettrizzante, al panico totale che rende claustrofobici e non dà tregua.

“E adesso non mi basta, voglio un compagno di viaggio, uno che mi faccia battere il cuore solo perché, a sorpresa, torna a casa in anticipo e io penso “che meraviglia, posso averlo con me venti minuti in più oggi”. Perché sono le piccole cose a fare grande il cuore. E voglio guardare la partita con lui sul divano, bisticciare perché qualcuno gli lancia un’occhiata per strada e divento matto dalla paura di perderlo. Questo voglio. E poi, in camera da letto, non scambiarci solo baci, abbracci, sudore e quant’altro, ma sentire che i nostri atomi si mischiano, si fondono insieme.”

Lo stile scorrevole e placido dell’autore è inconfondibile e pennella tratti di un’umanità così vera e nascosta ai più che si perdono in miriadi di frivolezze senza mai centrare il cuore delle questioni. Uno sguardo così affascinante sulla quotidianità da perdersi a riflettere su ciò che conta davvero e rende la vita degna di essere vissuta.

L’amore tra i due protagonisti è così intenso, elettrizzante, totalizzante e di una purezza così nobile che a tutti, e dico tutti, di ogni estrazione sociale, di ogni credo verrebbe voglia di amare e di essere amati così.

“Non si accorge che lo guardo, il che fa crescere la mia sensazione; assisto muto a questo spettacolo. So che la cosa che provo è bella, ma mi sento anche un po’ stupido perché non sono stregato da quanto è magnifico, mi sta invece intenerendo ogni piega della tuta che ha addosso, mi commuovono le braccia che sbucano dalle maniche di camicia arrotolate, il suo modo di camminare muovendo il culo con l’eleganza di un re. Cosa diavolo è questa cosa? Io la chiamavo amore, ma non basta: deve avere per forza un altro nome. Insegnamelo…”

Martino ama un uomo, ama la sua anima, custodisce il suo cuore, sceglie di lottare e vivere per quel pezzo di felicità che la vita gli sta donando e attorno al quale centrare il suo mondo. Chi non vorrebbe un amore così?

Leggere storie come questa hanno un valore culturale profondo perché ricordano che l’amore vero è alla portata di chiunque abbia un cuore aperto per donarsi senza distinzione, senza chiederti chi sei o cosa eri fino a quando i miei occhi si sono posati sui tuoi… e scusatemi se è poco…

Alla prossima lettura! ❤

Rosanna S. (Recensionista Sognare).

giac 2


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

6 commenti

  1. Questa non è una recensione, è avere condiviso TUTTO quello che ho provato a raccontare, ogni sfumatura, ogni parola, ogni virgola. Mi hai lasciato senza fato. GRAZIE veramente dal mio cuore!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...