RECENSIONE: Il Ladro (La Malavita di Boston, vol.5) di A. Zavarelli

Cari sognatori, eccoci con un’altro capitolo dell’oscura serie di A. Zavarelli, edito Grey Eagle Publications!!!

51xs-LYSkFL

SERIE: La malavita di Boston, vol.5
GENERE: mafia romance, erotico
DATA DI USCITA: 14 gennaio 2020

Ebook / Cartaceo

Tanaka
Sono una brava ragazza.
Vivo secondo un codice che non può essere piegato o infranto. È mio dovere nei confronti della mia famiglia rimanere innocente e pura. Sposare un uomo italiano. Le stelle sono già allineate.
Ma Nikolai Kozlov riscrive il mio destino con cinque semplici parole.
Ora tu appartieni a me.
È un mafioso russo. Un ladro. Un abile bugiardo senza confini morali. È tutto ciò che mi è stato insegnato a disprezzare. Un uomo che non si arrende davanti a nulla. Un uomo che prende ciò che vuole senza pensarci due volte.
E quello che voleva ero io.
Pensa di controllare il mio destino, ma ciò che non sa è che a volte sono proprio le brave ragazze quelle da cui devi guardarti.

Nikolai
Sono un uomo pericoloso.
Vivo secondo un codice. Il codice Vory. È mio dovere nei confronti della mia famiglia proteggere la fratellanza. Distruggere chiunque minacci ciò che rappresentiamo, compresa lei.
È una ballerina. Una bellissima bambolina. La mia prigioniera e il mio nuovo pupazzo preferito. Questa principessa della mafia pensa di avermi stregato, ma in realtà è semplicemente una garanzia.
È un peccato distruggere cose preziose
Ma questo è ciò che fanno gli uomini cattivi.

***

Questo è un romanzo standalone, che vede come protagonisti sexy mafiosi irlandesi.

RECENSIONE: Il Corvo (vol.1)
RECENSIONE: Il Mietitore (vol.2)
RECENSIONE: Il Fantasma (vol.3)
RECENSIONE: Il Santo (vol.4)

>>>ATTENZIONE<<<
Questo è il quarto capitolo di questa serie Mafia Romance legata da intrecci e collegamenti fra tutti i personaggi quindi vi consigliamo di leggere almeno le nostre recensioni precedenti nei link sopra indicati.

Questa volta “cambiamo” i ranghi e passiamo attraverso l’oscura e gerarchica Mafia Russa composta da Vor, sottoposti ed all’apice il capo, di cui ogni ordine è legge!

Tanaka non conosce niente che non sia la prigione dorata in cui il padre l’ha fatta crescere… niente amici, niente uscite, nessun contatto con nessuno. La sua vita è svolta in una bolla in cui l’unico suo respiro di vita è la danza dove riversa anima e corpo; pura nell’animo, pura nello spirito è come un angelo che volteggia sulle punte, di cui però una rovinosa caduta è il prossimo passo e questo sarà solo l’inizio della sua decadenza…

Stavolta la scrittrice “calca pesante” la mano facendoci addentrare in un mondo più oscuro e deleterio, aprendo una voragine di autodistruzione di cui Tanaka ne viene risucchiata a piene mani, ma tutto questo non è imputabile solo a ciò che è l’evento scatenante di tutto… Lei è in questo tunnel autodistruttivo da anni, un disturbo ossessivo compulsivo che non solo le nuoce il fisico, ma anche la mente… colui che avrebbe dovuto accorgersene negli anni se n’è ben guardato di ciò che era sua figlia.
Tanaka è solo un mero mezzo ed è proprio ciò che la porta nelle mani del Ladro…

Nikolai è un uomo di ghiaccio, freddo, lucido, calcolatore e un Vor, ciò comporta responsabilità e vincoli, ma ciò a cui di più punta è la ricerca della verità di un tassello del suo passato ed una succosa e spietata vendetta, cosa di cui la piccola e gracile ballerina potrebbe esserne il mezzo in cui riversare tutto la sua brutalità!

Queste pagine mi hanno atterrita, sconvolta e magnetizzata tanto che l’ho letteralmente divorato in pochissimo tempo, più leggevo e più ero combattuta tra gli eventi e ciò che scatenavano nell’animo dei personaggi.
Ho trovato inizialmente Nikolai brutale, un demone che si divertiva ad umiliare in ogni modo possibile questa candida ragazza, ma più andavo avanti e più era scioccante la gravità mentale e fisica di quest’ultima tanto da rendere a malincuore atto al Diavolo, anche se discutibili a mio parere le sue tecniche… 😕

Lo scorrere degli eventi si intreccia in maniera quasi parallela al romanzo del Il Fantasma trovandoci così a confrontarci nuovamente con Alexei e quel contorto rapporto di sangue che ivi li coinvolge, di cui Sergei ne è come sempre l’indiscusso manipolatore.

È un percorso per certi versi macchinoso l’intero romanzo, ma anche di crescita ed interazione, l’attrazione che fin da subito scatena ossessione e repulsione, una lotta continua di odio ma pure un viaggio senza via di sbocco, dove tutto è già prestabilito e non esistono scappatoie per rifugiarvi, possessione e lussuria si fondono… ma potrà esserci l’amore?

Credo che mi ha talmente rapito questo romanzo che è diventato il mio preferito della serie, in cui non manca di certo l’adrenalina ed il mozzar del fiato… sono proprio curiosa di leggere il prossimo volume ed i prossimi personaggi… quindi alla prossima e buona lettura, super consigliata! 😍

Michy (Blogger Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...