RECENSIONE: Attraverso lo specchio (trilogia, vol.2) di Giada Obelisco

Cari sognatori, eccoci arrivati al nuovo romanzo di Giada Obelisco!!!

cover obelisco

GENERE: suspense romance, new adult
DATA DI USCITA: 7 aprile 2020

Ebook / Cartaceo

Robert e Megan Jordan sono ancora la coppia perfetta: lui capo della polizia di Portland con un passato da agente dell’NSA, lei specializzanda in pediatria ed ex ladra di gioielli. Sposati ormai da due anni, hanno accantonato la vita avventurosa e sognano di allargare la famiglia.
Questo fino al giorno in cui un biglietto con solo tre parole: “Veracruz, diciotto novembre” cambierà tutto e li trascinerà in una trappola senza uscita.
Paige Maxwell è la donna che nessuno vorrebbe incontrare: bellissima, glaciale e incapace di dire la verità. Ma, attraverso lo specchio, si intravede un’altra ragazza, quella che nasconde i libri in soffitta, che studia di nascosto e sogna di cambiare il mondo.
Ma qual è la vera Paige? E in che modo i suoi segreti e le sue bugie la porteranno a Veracruz, il diciotto novembre?
In un’avventura folle tra Messico e Caraibi, tra passato e presente, Robert e Meg capiranno che l’unico modo per sopravvivere sarà proprio scoprire chi è davvero Paige: la loro rovina o la salvezza?

RECENSIONE: Inevitabile (vol.1)
RECENSIONE: Complici (vol.1.5)

>>>Questa trilogia ha gli stessi personaggi, ma i volumi possono essere letti anche singolarmente<<<

Secondo capitolo firmato Giada Obelisco in cui la suggestiva copertina è in egual misura l’intrica trama del gioco di apparenze del romanzo. Uno specchio spezzato ma non rotto che volge lo sguardo al riflesso, del figurare personaggi specchia un lato nascosto di loro celato dall’apparenza di sorrisi falsi, ricordi scomodi, rancore, vendetta e fantasmi…

A volte ci sono bauli che bisognerebbe lasciare chiusi,
scheletri nascosti da non spolverare…
ma si sa il destino mai ascolta le nostre preghiere, ne avvera i sogni…

Giada Obelisco ci pone di fronte ad un astuto gioco di inganni, dove un fantasma del passato aleggia sulle spalle di tutti i nostri amati protagonisti che ora qui ritroviamo a macerare come arringhe sulla graticola bollente, che lentamente cuocerà le loro membra…

Il principio non è altro che la sentenza del puzzo maleodorante della falce della morte, dove a distanza di cinque anni una “informazione” lautamente pagata rimette all’attivo ciò che sembrava un capitolo chiuso di Jeff e Robert, ma che al tempo stesso vi si trova invischiata Megan e non solo…

Qui ritroviamo il nostro terzetto frizzante ed infausto dove quella informazione sussurrata apre un varco nel passato riaprendo ferite mai dimenticate o cicatrizzate, bensì nascoste e taciute…

L’argomento Susan e di colui di chi è responsabile della sua prematura morte è perito sotto il fuoco di Robert, ma ciò fa presumere che così non sia ergo… parte un viaggio alla riscoperta della verità che tra passato e presente ci squarcia l’animo al riscrivere coloro a noi tanto amati e conosciuti, ma sopratutto uno… l’unico fra tutti che eccelle tra animo, magnetismo e mente…

Giada apre uno nuovo scorcio in ciò che ingenuamente conoscevamo, riportando per così dire indietro l’orologio e facendo vestire a tutti loro i panni da tempo lasciati…
Meg la cui vecchia “professione” di ladra le ritornerà utile e non solo, ora qui dove il franare di ciò che sa e presume la porta sola a combattere e sopravvivere, l’ignoto di ciò che è un segreto celato negli anni…. Qui lei per certi versi la riscopriamo più forte di ciò che si palesava prima ove la sua mente fredda, condito della sua pazzia indiscussa, sangue freddo e tantissimo, indiscusso amore per Robert la spinge a giocare il tutto per tutto per il suo “sogno d’amore”!

Jeff che sempre avvezzo e soggetto al suo tallone d’Achille, la fiducia, cosa che qui ora si ritrova fin dal principio a rimettere in discussione proprio verso chi ha più vicino e pur cieco a chi forse dispensa fiducia più del dovuto…

E Robert… lui è lui… enigmatico eppure un libro aperto, poiché è  proprio lì nei suoi trascorsi che vi si cela l’alba del funesto dettata non solo dalle sue scelte, ma ancor di più dagli eventi che lo hanno reso ciò che è ora…
Devo dire che per certi versi queste pagine me lo hanno ridimensionato in bene e in in male…

Prettamente è un mondo per certi versi indiscusso al femminile poiché ciò che più troviamo assoggettati fin dal principio sono i pensieri di Paige dove tra passato e presente entriamo a piè pari in una realtà fatta di specchi, che speculari riflettono ciò che è una donna che ha vissuto e vive tra apparenza ed inganno, dove il passato ha determinato ciò ma che al tempo stesso cela una verità più profonda ed incognita in grado di ribaltare le sorti di tutti ivi coinvolti.
Devo dire che è un personaggio contorto dove a volte mi sono trovata a chiedere se a quale maschera da lei portata veramente l’appartenesse… è proprio vero che l’animo di una donna è così profondo quanto l’oceano più scuro, e lei rappresenta proprio ciò!
Non manca poi Kate la cui presenza sarà un tarlo senza risposte fin quasi alla fine, ove la risposta sarà tutto ciò di cui mai minimamente avresti immaginato.

Giada questa volta è riuscita a creare un libro degno di James Bond, dove l’intricata trama volge a ribaltare ciò finora palesato, conosciuto e vissuto, aprendo scorci e riscrivendo le scelte del passato, dove nascosto nell’ombra si cela un furbo burattinaio, che nel buio dell’insospettabilità come un ragno ha creato la sua tela tanto ferrea quanto inaccessibile ed insospettabile. Ma al tempo stesso pone il lettore malvivente ad ognuno di loro, non propensa a fermarsi più alle apparenze, non ai pensieri, non a ciò che fortemente è palesato, sentendo puzza di bruciato in ogni dove.

Insomma questo secondo capitolo è una bomba ad orologeria pronta a scattare ticchettio dopo ticchettio, dove nulla è apparenza ed è pur vero che solo ciò può salvarti dall’inevitabilità degli eventi… un susseguirsi di suspense e passione, romance e rabbia, apparenze e verità, inganni ed il palesare della realtà, foto sbiadite celate all’occhio memore di quel passato negato e muto, che ora urla e miete tutto ciò che incontra al suo passare,fino a un finale dove non sei pronto, non puoi accettare e pur non puoi cambiare….in bilico, in attesa, col fiato sospeso per il prossimo capitolo spero presto rivelato.

Michy (Blogger Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...