REVIEW PARTY: Hunger Games (The Hunger Games, vol.1) di Suzanne Collins

Cari sognatori, oggi iniziamo questa grande avventura fantascientifica e distopica con il capolavoro libresco di Suzanne Collins… la saga di The Hunger Games, edito Mondadori!!!

51-NGOWyG6L

SERIE: The Hunger Games, vol.1
GENERE: distopico, fantascienza
DATA DI USCITA: 20 ottobre 2009

Ebook / Cartaceo

Quando Katniss urla “Mi offro volontaria, mi offro volontaria come tributo!” sa di aver appena firmato la sua condanna a morte. È il giorno dell’estrazione dei partecipanti agli Hunger Games, un reality show organizzato ogni anno da Capitol City con una sola regola: uccidi o muori. Ognuno dei Distretti deve sorteggiare un ragazzo e una ragazza tra i 12 e i 18 anni che verrà gettato nell’Arena a combattere fino alla morte. Ne sopravvive uno solo, il più bravo, il più forte, ma anche quello che si conquista il pubblico, gli sponsor, l’audience. Katniss appartiene al Distretto 12, quello dei minatori, quello che gli Hunger Games li ha vinti solo due volte in 73 edizioni, e sa di aver poche possibilità di farcela. Ma si è offerta al posto di sua sorella minore e farà di tutto per tornare da lei. Da quando è nata ha lottato per vivere e lo farà anche questa volta. Nella sua squadra c’è anche Peeta, un ragazzo gentile che però non ha la stoffa per farcela. Lui è determinato a mantenere integri i propri sentimenti e dichiara davanti alle telecamere di essere innamorato di Katniss. Ma negli Hunger Games non esistono gli amici, non esistono gli affetti, non c’è spazio per l’amore. Bisogna saper scegliere e, soprattutto, per vincere bisogna saper perdere, rinunciare a tutto ciò che ti rende Uomo.

CHE LA FORTUNA SIA SEMPRE CON TE.

Hunger Games è un libro unico che combina straordinariamente azione, amore e amicizia. È un pugno nello stomaco, una storia che lascia aperte molte inquietanti domande.

Ogni anno, nella cittadina di Capitol City, si celebrano gli Hunger Games, un evento capace di far vincere, uccidere, morire.

“Mi offro volontaria! Mi offro volontaria come tributo!”

A questo grande show partecipano tutti e 13 distretti… a ciascuno di essi è richiesto di sorteggiare un ragazzo ed una ragazza di età compresa tra i 12 e i 18 anni, i quali saranno destinati a battersi in un’immensa arena fino alla morte.
Gli Hunger Games sono uno strumento di cui si serve il governo per far comprendere ai suoi cittadini che essi non sono altro che burattini nelle mani di un potere superiore.

Katniss non ci pensa due volte, quando la sorella minore viene selezionata per battersi… affronta la paura, si arma di coraggio e si offre volontaria come tributo in sua sostituzione. Anche Peeta, un ragazzo del distretto 12, lo stesso di Katniss, è destinato a partecipare anche se pare non avere le caratteristiche del vincitore.
La sfida sarà dura, l’impresa sarà ardua, è necessario lasciare da parte amicizie e affetti, poiché solo uno è destinato a trionfare, e per farlo dovrà distruggere uno a uno tutti i suoi avversari.

Hunger Games è il primo capitolo di una saga intrigante, avvolgente, unica ed indimenticabile. Attraverso i suoi personaggi, le azioni ed i colpi di scena è in grado di travolgere chiunque si accinga alla lettura.
Pagina dopo pagina, incontriamo e conosciamo temi quali l’amore, l’amicizia, la vita, il coraggio, la paura, la sconfitta, la vittoria, il tradimento, l’alleanza, la strategia e molto, molto altro ancora.
I personaggi sono ben delineati, ciascuno ha la propria personalità e dei precisi ideali da seguire.

“Ho passato tanto tempo ad assicurarmi di non sottovalutare i miei avversari che ho dimenticato quanto sia pericoloso sopravvalutarli.”

Katniss è la voce narrante e, in contemporanea, la protagonista indiscussa del primo libro… è colei che ci accompagna in questa dura lotta verso la vittoria. È una ragazza determinata e sicura di sé, buona ed altruista.
Katniss odia la società in cui si trova ed il governo dalla quale è soggiogata. A Capitol City l’oligarchia regna sovrana, ma ancora per poco: la ragazza ben presto, infatti, diventa un’eroina ed un modello da imitare.

“Voglio fare qualcosa, proprio qui, proprio adesso, per farli vergognare, per renderli responsabili, per mostrare a quelli di Capitol City che qualunque cosa facciano o ci costringano a fare, c’è una parte di ciascun tributo che non riusciranno a possedere.”

Non solo azioni e colpi di scena dominano la vicenda, anche l’ambientazione gioca un ruolo essenziale, assieme ai riferimenti a società e governo.

Lo stile di Suzanne Collins è semplice, immediato e adatto a qualsiasi tipo di lettore. La lettura è consigliata a ragazzi, giovani e adulti… insomma, a tutti è consentito catapultarsi in questo capolavoro, del quale questo è solo l’inizio…! 😀

hunger games 1


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...