REVIEW PARTY: Brittle Diamond di Grace White

Cari sognatori, oggi vi presentiamo un romanzo molto forte e delicato scritto da Grace White!!!

Copertina

GENERE: romance, new adult
DATA DI USCITA: 20 maggio 2020

Ebook

Rebecca e Manuel si conoscono da quando avevano tre anni e da allora sono migliori amici. Vivono fianco a fianco tutte le prime esperienze e, dopo la laurea, Manuel è costretto a trasferirsi a migliaia di chilometri di distanza da Becca (il soprannome che lui le diede da bambini) per il tirocinio, creando una frattura nel loro rapporto.
Becca infatti è segretamente innamorata di lui e soffre per la sua mancanza.
Ciò che entrambi non sanno però è che con pochi avvenimenti il loro destino cambierà totalmente, trasformando la loro vita simbiotica, in quella di due estranei.
Fabio, cugino di Manuel, ad una festa riesce a conquistare la ragazza, e fa in modo che si allontani da Manuel una volta per tutte. Passano gli anni e Rebecca sembra aver trovato la felicità con Fabio, ma le manipolazioni sottili del suo fidanzato, riescono a cambiare completamente sia il suo modo di vivere, sia lei stessa: rendendola insicura e totalmente dipendente da lui.
Manuel non si arrende e torna in città deciso a salvare la sua migliore amica. Da quel momento in poi la vita di Becca, diventa un susseguirsi di ordini imperativi, di violenza fisica e verbale e di minacce.
Manuel riuscirà a toglierla dalle grinfie di suo cugino, che si rivela essere una persona spregevole?
Becca vorrà essere aiutata da Manuel?
E’ una storia di amicizia, di amore e di violenza di genere raccontata dal punto di vista della protagonista, con qualche capitolo dedicato a Manuel.

ATTENZIONE: Contiene scene violente, non adatte ad un pubblico sensibile. Leggere consapevolmente.

Alla fine del Romanzo in anteprima i primi capitoli del terzo volume della War Or Love Series: Sweetness And Desire Di Grace White che ci faranno conoscere meglio Nicholas e Giada.

Devo ammettere che è un romanzo “complicato” da parlarne… sono pagine in cui si cela una realtà infernale, testimonianza di ciò che si nasconde dietro una porta, al chiudere degli occhi, all’infido e all’abominio celato nell’animo di alcune persone che sfortunatamente se il destino ce le mette sul nostro cammino, legandole al nostro percorso lasciano un segno indelebile, macchiano e disintegrano noi sotto mentite spoglie di generosità e affetto, ma al tempo stesso c’è chi ti vuole bene e che sarà sempre pronto a tutto per salvarti…

Non è facile riuscire a comprendere ciò che lentamente accade, io fin dal principio forse sono stata dura e me ne vergogno, non comprendevo poiché per quanto io stessa abbia le mie fragilità, mai (e lo spero) riuscirei a cedere il controllo della mia vita a qualcun’altro… ho un carattere molto “caparbio”, i miei genitori neanche a dirlo ne sono ben consapevoli 😅 e questo mi ha portato a essere critica con la protagonista… com’era possibile non vedere e capire, eppure poi ci sono riuscita e mi sono sentita aberrata dal mio giudizio.

La storia che la scrittrice ci pone è forse solo una goccia nell’oceano della realtà.
Rebecca così si chiama la nostra protagonista è una ragazza come tutte noi, ha vissuto un’infanzia felice con al fianco un amico unico ed inestimabile che fin da quando portavano il pannolino sono sempre stati pappa e ciccia, Manuel. Ma si sa la vita cambia, si cresce, i sentimenti mutano, i dubbi imperversano e le scelte hanno sempre conseguenze.

La scrittrice non ci parla solo di una storia d’amore, non ci rende solo partecipi del forte sentimento che lega due persone negli anni e muta inevitabilmente, lei porta ai nostri occhi l’animo di una ragazza che nelle sue fragilità si ritrova assoggettata da chi abile manipolatore la rende succube e schiava inconsapevolmente al suo volere e al tempo stesso cieca alla realtà di chi per amore nei suoi confronti urla per salvarla.

Parla di una paura ben conosciuta, la solitudine, poiché se tutto ciò che ti circonda viene meno, ci si attacca all’unica presenza fissa dando al demonio il potere totalizzante sulla tua vita, non in maniera repentina, ma bensì a piccoli passi forgiata da dolci parole e teneri sentimenti, fino a trovarti prigioniera di lui, difendendolo e giustificandolo, dandogli ragione anche quando ciò porta a “punizioni”, lividi, cinte e violenze. Lo so starete pensando “io mai”, ma ne siete veramente certi… Inizialmente lo pensavo pure io… mi chiedevo com’era possibile pur di fronte all’evidenza ed a chi cercava di palesargli la verità non accorgersene… e poi capisci, amaramente capisci nell’esatto momento in cui lei stessa comprende… ecco che i suoi pensieri danno la risposta a questa domanda ossessionante e lacerante.

Appena terminata la lettura mi son sentita di abbracciare il mio compagno e ringraziarlo, assurdo forse eppure non ho potuto farne a meno… non potevo che essere grata tra le lacrime di avere accanto una persona che mi rispetti, mi supporti e mi sopporti in tutte le sfaccettature del mio carattere, che non mi abbia mai soggiogata e piegata al suo pensiero, ma mi abbia sempre permesso di essere me stessa.

Sono pagine che insegnano e fanno da monito, non so se ciò che è scritto sia direttamente collegato alla scrittrice, spero di no, poiché nessuno si meriterebbe tutto ciò, non toglie però l’atroce realtà celata e non posso che essere vicina a tutte coloro che hanno vissuto ciò, o simile, o peggio, a coloro che non ce l’hanno fatta, a chi è sopravvissuta, a chi è riuscita a voltare pagina.

Denota non da meno la grande lacuna giuridica celata in questo contesto, ove ahimè la realtà di abusi e percosse familiari, femminicidio non sono fermate da una semplice denuncia, a cui al tempo stesso vi è non poco difficile ottenerla se non dalla vittima stessa, vittime ben troppo succubi ed impaurite dai propri carnefici. Cosa ancora più sconvolgente è la facilità di raggiro da tali individui, alcuni che come con Rebecca agiscono metodicamente con il susseguirsi del tempo, altri invece che come un fulmine a ciel sereno colpiscono inaspettatamente.

Chi può fare la differenza a tutto ciò sono proprio le vittime, qui in queste pagine al femminile, ma esistono pure in versione maschile… anime poste a vivere in un incubo che per prime loro devono decidersi a combattere e ribellarsi seppure è difficile, ma è anche un urlo di forza di chi li circonda che non li abbandona mai, anche se a loro non sembra, pronti a tutto per l’amore fatto di sangue, amicizia o più profondo per salvarli da loro stessi e dall’inferno in cui vivono.

E’ un romanzo forte, struggente, che ti entra nel profondo, ti stravolge e ti sconvolge…
Pagine ben delineate e strutturate, ti ritrovi parte di esse e metti in gioco tutto… ti spezza l’anima ed il cuore, ma ti fa anche rinascere dandoti poi in un secondo momento la forza per affrontare tutto, la gratitudine di ciò che hai, quella delle piccole cose… ❤

Michy (Recensionista Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...