RECENSIONE: Jalna (La saga di Jalna, vol.1) di Mazo de la Roche

Cari sognatori, oggi vi presentiamo il primo volume della entusiasmante saga familiare firmata Mazo de la Roche, edito Fazi Editore!!!

51l7r538nNL

SERIE: La saga di Jalna, vol.1
GENERE: narrativa, contemporaneo
DATA DI USCITA: 4 luglio 2019

Ebook / Cartaceo

Cent’anni di amori, odi e passioni sullo sfondo dei paesaggi sconfinati del Canada. Una grande saga familiare bestseller in tutto il mondo.

Jalna è il primo romanzo di una saga familiare amatissima che, a partire dagli anni Venti, conquistò generazioni di lettori, con undici milioni di copie vendute e centinaia di edizioni in tutto il mondo. All’epoca della sua prima uscita, la saga di Jalna, ambientata in Canada, era seconda solo a Via col vento fra i bestseller. Grazie a quest’opera, l’autrice, paragonabile a Thomas Hardy, ottenne fama internazionale e fu la prima donna a vincere il prestigioso Atlantic Monthly Prize.
I Whiteoak, numerosa famiglia di origini inglesi, risiedono a Jalna, grande tenuta nell’Ontario che deve il suo nome alla città indiana dove i due capostipiti, il capitano Philip Whiteoak e la moglie Adeline, si sono conosciuti. Molto tempo è trascorso da quel fatidico primo incontro. Oggi – siamo negli anni Venti – l’indomita Adeline, ormai nonna e vedova, tiene le fila di tutta la famiglia mentre aspetta con ansia di festeggiare il suo centesimo compleanno insieme a figli e nipoti: a partire dal piccolo Wakefield, scaltro come pochi, infallibile nell’escogitare trucchi per non studiare e sgraffignare fette di torta, fino al maggiore, Renny, il capofamiglia, grande seduttore che nasconde un animo sensibile. La vita a Jalna scorre tranquilla, fino a quando due nuore appena acquisite arrivano a scombussolarne gli equilibri: la giovanissima Pheasant, figlia illegittima del vicino, il cui ingresso in famiglia è accolto come un oltraggio, e la deliziosa Alayne, americana in carriera che, al contrario, con la sua grazia ammalierà tutti, specialmente gli uomini di casa…
Con una prosa leggera ed elegante e un delizioso sguardo ironico, Mazo de la Roche ci racconta la storia di tre generazioni accompagnandoci in un allegro gioco di intrecci incorniciato dalla bellezza e i colori del paesaggio canadese e dalla quiete della natura incontaminata.

Jalna racconta la vita di una grande famiglia, quella dei Whiteoak.

Per iniziare a raccontare la loro discendenza dobbiamo partire dai due capostipiti: il capitano Philip Whiteoak e la moglie Adeline. Innamoratissimi i due si ritrovano ad andare a vivere in Canada, e per la precisione in una grande tenuta che in un accesso di romanticismo la battezzarono Jalna, in ricordo della postazione militare dove si erano conosciuti.

‟era un edificio a pianta quadrata di mattoni rosso scuro, con un ampio portico di pietra“

Ed è cosi che ci vengono aperte le porte di casa sulla famiglia dei Whiteoak e sulla loro vita di tutti i giorni. Impareremo a conoscere i figli di Philip che nel frattempo è venuto a mancare e di quelli di Adeline.
Il tempo passa, siamo ormai giunti agli anni Venti e la loro discendenza continua. Adeline fra un po’ compirà 100 anni ma la sua figura all’interno della famiglia resta forte e dominante. Ed inoltre custodisce un segreto che sceglie di non voler rivelare…

“Adeline sapeva bene che buona parte del suo potere risiedeva proprio nel riuscire a tenere i figli sulla corda con quel segreto”

Ma lì in quella casa chiamata Jalna sembrava che il tempo si fosse fermato fino a quando a cambiare un po’ l’andamento familiare fu nel momento che due dei membri si sposano e quindi altre due donne entrano nella grande famiglia.

La prima che conosciamo è la piccola Pheasan che non viene da subito accolta con benevolenza in famiglia, in quanto figlia illegittima ed un misfatto incompiuto in gioventù da parte di suo padre va ad intrecciarsi con quello di questa famiglia.
L’altra ragazza a giungere a Jalna arriva da New York e si chiama Alayne.

Alayne è una donna colta che fa la lettrice per una Casa Editrice ed a differenza di Pheasan viene da subito accolta con grande calore dalla famiglia. Ma lei da subito nota la grandissima differenza tra le sue abitudini e quelli della famiglia. La sua sensazione era quella di sentirsi…

“come scaraventata nel bel mezzo di una famiglia dove la discordia assume toni feroci e lo scherno sconfina nello schiamazzo, e ne era sconcertata.”

È una lettura coinvolgente che ci porterà ad ammirare alcune bellezze di quei luoghi in un periodo storico in cui la cultura e l’istruzione non erano al centro della vita, anzi non si veniva incoraggiati molto a seguire i propri sogni ma bisognava lottare molto per raggiungerli. Quello era anche un tempo in cui un incontro portava l’amore a cui seguiva subito il matrimonio.

I personaggi vengono descritti molto bene, sia nel loro aspetto fisico che in quello caratteriale, ognuno di loro possiede una particolare caratteristica. Grazie a questa descrizione precisa riusciamo, nonostante gli innumerevoli nomi presentati essendo un romanzo corale, a non perdere il filo del discorso e ad annoiarci. Ad un tratto il romanzo si farà particolarmente coinvolgente perché le loro vite si intrecceranno in una maniera sorprendente, rivelando anche degli aspetti nascosti della personalità di ciascuno di loro.

“ …ho seguito due di quelle scintille, disse Alayne. Salivano, poi si sono avvicinate e infine si sono separate e sono scomparse… proprio come noi”.

Ma per nessuno di loro finisce qui, anzi devono ancora definire la loro storia, l’evoluzione degli intrecci che riusciamo appena ad intuire e poi infine la persona chiave della famiglia, la nonna Adelina, che ci deve ancora rivelare chi e chi sarà il suo unico erede.

Un libro davvero adatto a tutti, ci tiene uniti nelle avventure di una saga familiare dove alle storie d’amore si intreccia l’azione, l’ironia e la suspense! ❤

Nancy (Recensionista Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...