REVIEW PARTY: Hunger Games. Ballata dell’usignolo e del serpente (The Hunger Games, prequel) di Suzanne Collins

Cari sognatori, dopo avervi narrato l’intera trilogia, eccovi finalmente il suo prequel, firmato Suzanne Collins, edito Mondadori!!!

41Icuzu4+sL

SERIE: The Hunger Games, prequel
GENERE: distopico, fantascienza
DATA DI USCITA: 19 maggio 2020

Ebook / Cartaceo

L’AMBIZIONE LO NUTRE,
LA COMPETIZIONE LO GUIDA,
MA IL POTERE HA UN PREZZO

È la mattina della mietitura che inaugura la decima edizione degli Hunger Games. A Capitol City, il diciottenne Coriolanus Snow si sta preparando con cura: è stato chiamato a partecipare ai Giochi in qualità di mentore e sa bene che questa potrebbe essere la sua unica possibilità di accedere alla gloria. La casata degli Snow, un tempo potente, sta attraversando la sua ora più buia. Il destino del buon nome degli Snow è nelle mani di Coriolanus: l’unica, esile, possibilità di riportarlo all’antico splendore risiede nella capacità del ragazzo di essere più affascinante, più persuasivo e più astuto dei suoi avversari e di condurre così il suo tributo alla vittoria. Sulla carta, però, tutto è contro di lui: non solo gli è stato assegnato il distretto più debole, il 12, ma in sorte gli è toccata la femmina della coppia di tributi. I destini dei due giovani, a questo punto, sono intrecciati in modo indissolubile. D’ora in avanti, ogni scelta di Coriolanus influenzerà inevitabilmente i possibili successi o insuccessi della ragazza. Dentro l’arena avrà luogo un duello all’ultimo sangue, ma fuori dall’arena Coriolanus inizierà a provare qualcosa per il suo tributo e sarà costretto a scegliere tra la necessità di seguire le regole e il desiderio di sopravvivere, costi quel che costi.

RECENSIONE: Hunger Games (vol.1)
RECENSIONE: Hunger Games. La ragazza di fuoco (vol.2)
RECENSIONE: Hunger Games. Il canto della rivolta (vol.3)

Capitol City. 64 anni prima della vittoria di Katniss agli Hunger Games e delle successive rivolte che hanno insanguinato il Paese.

“L’ ambizione lo nutre. La competizione lo guida. Ma il potere ha un prezzo”.

Il giovane Coriolanus Snow, membro di una prestigiosa famiglia aristocratica destinata a scomparire a causa della continua lotta tra i distretti, ha ora l’ultima occasione per mostrare al popolo che gli Snow sono destinati a prevalere per sempre.

È proprio all’età di 18 anni che a Coriolanus, allievo all’Accademia che prepara i nuovi esponenti di Panem, viene affidato un incarico di estrema importanza: diventare la guida di uno dei Tributi per l’edizione dell’anno degli Hunger Games.
Gli Hunger Games, che sono pronti ad accogliere i prescelti nell’arena, sono ancora molto lontani da quelli che ci hanno fatto conoscere Katniss e Peeta nella loro impresa… sono in fase di adattamento, non appare ancora chiaro il ruolo che rivestono nella politica di Panem. Come i giochi, anche Snow viene presentato ai nostri occhi in un’ottica differente; è un personaggio ancora insicuro, immaturo ma certo che la sua famiglia godrà ben presto del rispetto che da sempre ha desiderato.

Suzanne Collins con il suo nuovo romanzo ci ha catapultati nel passato per farci cogliere appieno la storia di Panem, di Capitol City, degli Hunger Games e di Snow, il crudele e cinico leader.
È proprio quest’ultimo il protagonista indiscusso dell’intero volume. L’autrice lo presenta e lo fa conoscere al suo pubblico di lettori, cogliendone tutti gli aspetti al fine di renderlo un po’ meno cattivo e un po’ meno odiato.

“Chi vorrebbe guardare un gruppo di ragazzini che si uccidono? Solo una persona crudele, perversa.”

Pur essendo un giovane ed inesperto aristocratico, Coriolanus ha ben chiaro il proprio obiettivo nella vita: far prevalere su tutto la famiglia Snow.

Lungo il corso della narrazione, egli appare combattuto sul da farsi, indeciso se scegliere il giusto e quindi il bene del proprio popolo o se scegliere il potere, la ricchezza e il dominio. Comprende che gli Hunger Games possono essere uno strumento pericoloso e crudele al tempo stesso, capisce che essi possono essere il mezzo ideale per affermare ideologie politiche e istituire un regime di odio e terrore.

Non sarà di certo Lucy Grey Baird, il tributo affidandogli, a fargli cambiare idea.
Coriolanus Snow è un uomo che non ha tempo per i sentimenti, per l’amore e le emozioni… è un uomo nato solo con l’obiettivo di mostrare a tutti chi è il vero leader.

“Tutti concordavano sul fatto che, se gli Hunger Games dovevano continuare a esistere, era necessario che evolvessero in un’esperienza più profonda, e l’abbinamento dei giovani rampolli di Capitol City con i tributi dei distretti aveva incuriosito la gente.”

Gli Hunger Games possono creare spettacolo, incutere timore e, in contemporanea, diventare un fantastico strumento politico in grado di manipolare l’intera popolazione.

Suzanne Collins lascia largo spazio a descrizioni di personaggi ben delineati ed imprevedibili, riflessioni, colpi di scena e un pizzico d’azione. Il suo prequel ha tutti gli elementi necessari per renderlo un romanzo unico nel suo genere.
Grazie a questo salto nel tempo, l’autrice riesce a farci cogliere ogni sfumatura del passato di Capitol City e degli Hunger Games, ci fa capire come tutto è nato ed il perché della sua terribile e sanguinosa evoluzione.

Il linguaggio è lineare e di facile comprensione. Il libro, avvincente e appassionante, è stato creato per essere apprezzato da un pubblico di tutte le età.
Se avete amato i precedenti capitoli di Hunger Games e volete sapere qualcosa di più sulla loro nascita e la loro evoluzione, non vi resta che immergervi nell’universo distopico de “Hunger Games. Ballata dell’usignolo e del serpente”.

A tutti auguro una buona lettura! 🙂

Maia (Recensionista Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...