REVIEW PARTY: Predatori e prede di Kathy Reichs

Cari sognatori, oggi vi presentiamo un romanzo davvero particolare, firmato Kathy Reichs, edito Rizzoli!!!

cover rizzoli

GENERE: thriller, poliziesco
DATA DI USCITA: 12 maggio 2020

Ebook / Cartaceo

Charlotte, North Carolina, è stretta nella morsa del caldo. In quest’atmosfera soffocante, l’antropologa forense Temperance Brennan sta facendo i conti con i postumi di un pesante intervento chirurgico, sballottata tra continui attacchi di emicrania, sogni ossessivi, visioni. Quando riceve quelle foto sconvolgenti da un mittente sconosciuto, per un attimo crede di essere piombata in un’altra allucinazione, di essere dentro l’ennesimo scherzo giocato dal suo cervello sfinito: le immagini mostrano un uomo in una sacca mortuaria, uno scempio di carne e ossa, il volto deturpato, mani e piedi amputati. Tempe non sa a chi appartengano quei brandelli umani, né perché quegli scatti siano stati inviati proprio a lei. Ma qualche giorno dopo, il ritrovamento in aperta campagna di un cadavere martoriato apre la pista a una serie di indizi, da cui emergono dei collegamenti con vecchi casi di bambini scomparsi: un mosaico dell’orrore che Brennan deve e vuole ricomporre, nonostante sia costretta a muoversi ai margini della scena per espresso volere del suo nuovo capo. Determinata a risalire all’identità dell’uomo senza faccia, Temperance si avventura così in una solitaria, azzardata indagine. Fino a toccare con mano quanto pericolosamente possa assottigliarsi il confine che separa la vita reale dalla realtà tumultuosa degli incubi.

Sono pagine di particolare impatto che spinge il lettore a ritrovarsi attorniato e perso in vie senza sbocco, indizi inconsistenti, alla ricerca sfrenata ed estenuante della verità celata dietro ad un uomo senza volto.

Questo credo che sia uno dei romanzi più contorti che abbia mai letto, dove non vi è propriamente una strada maestra di percorso o così può sembrare… all’interno si cela in verità non solo un’indagine ma anche l’inoltrarsi in argomenti particolari e controversi dove tu lettore ti ritrovi a “visionare”, analizzare prove, reperti, ricerche in apparenza assurde e che pure determinano sempre più ciò che è la tenacia e la mente della antropologa forense Brennan.

La scrittrice fin dal principio ci presenta un personaggio a tratti metodico e solitario, il cui trascorso e presente la portano ora ad una sorta di tunnel nero, ciò ancor di più è determinato dalle sue condizioni fisiche che a più mandate creeranno dubbi e domande nella stessa in senno al suo operato “sopra le righe” per quello che in effetti sarebbero in essere le procedure. Quello che comunque è il cardine assoluto è questo caso “ignoto” ove il ritrovamento di un cadavere, dopo il banchetto di animali selvatici, ben poche ve ne sono le prove disponibili, ancor di più se non sei inserito nel caso. Ma a volte il caso può far pendere l’ago della bilancia del giudizio in maniera del tutto imprevedibile…

Ammetto senza vergognarmi che per me è stata una lettura un po’ contorta da seguire, non essendo poi molto avvezza a questo genere… ho vissuto un po’ il tutto a tratti tra realtà agghiacciante, loop allucinogeni e che pure in realtà non è… anzi devo ammettere che ci si presenta in realtà un’indiscussa mente eccelsa della protagonista. Infatti non posso che invidiarla per la sua tenacia a non demordere, al suo seguire gli indizi, analizzare gli elementi, porre domande e al tempo stesso porsi lei stessa quesiti, ahimè con scarne le risposte.

La scrittrice ci inoltra in una vera e propria indagine a 360°, con annesse uso di tecniche scientifiche realmente usate e al tempo stesso però ci prende in fallo, poiché seppur il caso è uno, esso poi si rivela un percorso a più sbocchi diversi, ognuno assestante all’altro, temi particolari che portano a scavare nei “bassi fondi” dei recessi complottisti. Si va infatti a fondo di due/tre argomenti di particolare impatto sociale, da ciò che è il mistero dell’affondamento Estonia ed il caso ad esso legato di mancato recupero, interdizione luogo e intersezione governativa, si passa ad argomenti molto più scabrosi, dove la CIA ve ne era a capo e mandante, assoggettamento mentale, l’uso di LSD, elettroshock, riduzione del sonno tutto al volgere di ciò che poteva essere la cura e non solo per gli “handicap” mentali. Non da meno tocca tematiche di scomparse minorili e pedo-pornografia ove il “Dark Web” cela non poco tali inclinazioni ma al contempo è un forte ricettacolo di informazioni, di “Paura di Massa” a mio dire fuorvianti ed errate, ma qui sta all’opinione personale.

Insomma un romanzo che apre non poco la mente, che come il film ” Coma Profondo” per similitudine ci troviamo coinvolti in questa indagine a tratti di parvenza come un’allucinazione mentale della stessa (per mia interpretazione) dove più si avvicina alla verità e più la paura di chi celato nell’ombra la pone in una posizione pericolosa, sottolinea poi la colonna morale della stessa “devota” a ciò che è il suo lavoro, senza cadere in fallo per darsi visibilità e notorietà pregiudicando le indagini, anche se forse il suo agire a spada tratta, senza aspettare per quanto certo denoti la sua forza fa un po’ porre in dubbio le sue motivazioni.

Come ho detto è un romanzo giallo/scientifico/poliziesco non poco particolare, che per gli amanti del genere e in più quelli complottisti lo adotteranno sicuramente. A me è piaciuto molto nonostante le mie problematiche nel comprenderlo appieno che però con una lettura più attenta ho potuto assaporare lentamente, anche se ammetto che alcune tecniche per quanto spiegate restano arabo per me! 😅

La scrittrice a fine romanzo ci rende partecipi di ciò che ha portato alla creazione del romanzo, il come ha voluto porre il lettore partecipe di una vera e propria indagine basata da veri e propri casi, a cui lei stessa ve ne è stata partecipe e ha avuto impronta d’impatto… oppure informazioni fornite esternamente, ce li cita e ti fa capire come da essi li ha amalgamati e creato questa opera sublime e particolare, che vi metterà in discussione, vi porrà quesiti, farà lavorare e ragionare il vostro cervello fino alla fine.

Michy (Blogger Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...