RECENSIONE: Di qua dal monte di Ugo Cirilli

Cari sognatori, eccovi il romanzo di Ugo Cirilli!

sunrise-3321156_640

GENERE: narrativa, psicologico

Il romanzo completo è disponibile QUI. Il sito web dell’autore comprende anche la rubrica “La psiche nei libri”: recensioni di testi che affrontano direttamente o indirettamente tematiche psicologiche.
Sito Web Autore

Ivan, giovane psicologo, viene contattato da Luca, un ragazzo tormentato da dubbi legati a una scelta di lavoro.
Ben presto la situazione si rivelerà molto più complicata: ad affliggere il paziente è un intreccio oscuro di problematiche, le cui radici affondano nell’ombra dell’interiorità più segreta. Per Ivan, aiutare Luca significherà anche confrontarsi con una questione che ha sempre relegato in un angolo della mente: la fede religiosa. Fortunatamente, lo psicologo riceverà un aiuto insperato da parte di un singolare personaggio.

Ambientato in una Versilia soleggiata all’avvicinarsi dell’estate, “Di qua dal monte” è quasi un giallo dell’anima, in cui le atmosfere primaverili e il mistero della psiche creano un continuo gioco di chiaroscuri. La soluzione del caso sarà la difficile ricerca di un nuovo equilibrio, da raggiungere raccogliendo pochi indizi sfuggenti.

Sognatori, parto col presupposto che questo non è proprio il mio genere letterario e, sinceramente, non ho avuto questa brama di lettura che potrei avere con i miei generi preferiti però, qualcosa di interessante a livello riflessivo l’ho trovato.

Mi sono annoiata un po’ durante tutta la lettura e man mano che proseguivo, mi ritrovavo sempre un passo avanti rispetto alla trama.

Nonostante trovi la psicologia una materia molto interessante da conoscere, qui ho trovato ben poco a riguardo. D’altro canto, invece, con l’entrata in scena di don Claudio, il libro ha iniziato ad avere una piega un po’ più filosofica, che ha reso la lettura più piacevole.

Questo perché il personaggio di don Claudio è una figura totalmente lontana rispetto a quella comune del prete… è questo l’elemento che ha reso, un minimo, la trama interessante. Forse perché lo stesso pensiero filosofico esposto da don Claudio è come il mio, che praticamente si riassume in queste righe:

“…l’essenza del mondo è anche generata dai nostri pensieri e dalle nostre azioni…” .. “…Se poi trasmetto il malumore a tanta altra gente, contribuisco a far fare sempre più schifo al mondo…” e infine “siamo molto responsabili. Di noi stessi e, anche, del senso del mondo. Lo plasmiamo noi..”

Ho cercato di estrapolare delle frasi che io ritengo molto veritiere e che, a mio parere sono anche un punto di riflessione per chi leggerà poi il libro. Credo che il massimo di questo libro non sia tanto da ricercare nella vicenda principale ma proprio nella parte più filosofica tra i vari discorsi dei personaggi e di come, certe situazioni, influenzino il carattere dei personaggi stessi.

Sicuramente è una lettura che non saprei di preciso a chi consigliare… Forse ad un pubblico con un minimo di pensiero filosofico.

Provate a leggerlo e a dirmi la vostra! 😉

Cristal (Recensionista Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...