RECENSIONE: Voglio averti di Ava Lohan

Cari sognatori, venite a scoprire l’intenso romanzo di Ava Lohan!!!

51fdVu2fvRL

GENERE: romance, new adult
DATA DI USCITA: 22 giugno 2020

Ebook

Jenna Thompson è tutto quello da cui dovrei tenermi alla larga.
Perché è una ragazza madre.
Perché fa la difficile.
Lei vende fiori.
Io vendo il mio corpo.
Per questo mi disprezza.
Ma io non sopporto i rifiuti.
Quindi ecco quello che farò: mi fingerò migliore e lei cadrà ai miei piedi.
Anche se tenta di resistermi.
Sarà mia.
Perché sono un seduttore bugiardo.
Ricco da fare schifo.
E decisamente irresistibile.
Mi chiamo Finn Wickham, non ho un cuore e sono un accompagnatore di lusso per sole donne, tra cui l’attrice più famosa del momento.
E adesso voglio avere Jenna, la sua più grande fan.
Solo per una notte. Al massimo due.
Perché odio i fiori.
Non sopporto i lattanti.
E la monogamia non rientra nella mia lista delle priorità.

Penso che inconsciamente aspettassi il libro dedicato a Finn, sin dalla sua prima apparizione nella dilogia dedicata a Kegan e Rose, eppure non è che inizialmente fosse la positività e la simpatia in persona…poi andando avanti con la lettura il delinearsi del suo rapporto con Kegan e ciò che fa per lui e Rose mi aveva fatto scattare la curiosità di scoprire cosa si nascondesse dietro questo bellissimo giovane uomo, così egocentrico, stronzo, irritante, poco propenso all’amore ma molto al sesso, a tratti irresistibilmente ironico… poi la scrittrice ha pubblicato altre storie e io mi sono messa il cuore in pace.

Ma come talvolta accade, così ho sentito dire da alcune autrici, Finn deve aver dato il tormento ad Ava come solo lui sa fare, finché lei non ha ceduto e deciso di dargli ascolto e di farlo esprimere (almeno così amo pensare che sia nato questo libro) mettendo su carta una storia inaspettata, irriverente, ironica, colma di passione travolgente, a tratti intrisa di tenerezza e da dolci tocchi di tristezza.

Ho amato come la scrittrice da vita a Finn, ci fa scoprire pian piano cosa lo ha portato ad essere ciò che è oggi, lo fa con il suo stile inconfondibile, che ad ogni libro personalmente trovo migliori sempre più, grazie delle volte anche a come riesce ad inserire argomenti tanto delicati e dolorosi… lo fa in modo molto naturale, senza sconfinare nel banale o nel voler per forza estorcere la lacrima, vi assicuro che se scende è perché lei in quei momenti riesce a toccarti l’anima.

<<Essere se stessi può fare paura. A volte può anche causare sofferenza a noi o agli altri. Essere se stessi richiede coraggio e spesso può farci del male. Ma è un rischio che vale la pena correre. Perché non è mai la scelta sbagliata. Essere chi siamo davvero è sempre la decisione più difficile, ma anche la più giusta.>>

Ava ci fa entrare nella testa di Finn attraverso i suoi pensieri, che poi si tramutano in azioni; viviamo la crescita di questo giovane uomo che crede di non poter più donare il suo cuore a nessuna, rende credibile ogni situazione, sa come farti arrabbiare, come farti emozionare e soprattutto sa essere totalmente e superbamente coinvolgente durante i momenti più caldi della storia.

Ho apprezzato molto le incursioni di Rose ma soprattutto di Kegan, dosate al punto giusto, così da farci ritrovare dei vecchi amici molto amati, senza che comunque siano troppo invadenti a livello narrativo, così come ho apprezzato le nozioni sul significato dei fiori.
Ho amato come Finn tormenta Jenna, credo che tutti vi ricordiate di lei, è l’amica da cui Rose si rifugia quando decide di lasciare Kegan… la sua fissa per lei, tutto ciò che le combina pur di riuscire a sfilarle le mutandine e tutto ciò che ne consegue…

*Accarezzai il suo corpo con lo sguardo, chiedendomi come sarebbe stato farlo con le dita. Non limitandomi solamente ai polpacci e le cosce. Era come… Dio, Jenna era come un cono gelato alla vaniglia ricoperto di caramello e granella di nocciola. Qualcosa di assolutamente irresistibile. Afrodisiaco.*

Ma il nostro caro Finn trova pane per i suoi denti.
Ava gli mette davanti una giovane donna con la testa sulle spalle, che non può permettersi di fare sciocchezze, che non tollera ciò che Finn fa come “lavoro”, oltre il fatto che lo detesta e che di certo non glielo manda a dire… è schietta, sincera, forte… almeno in parte… risoluta a volercela fare con le sue sole forze, che seppur attratta da questa bellissimo, testardo e irritante uomo, è decisa a non cedere alle sue lusinghe.

*<<Detesto il tuo bel faccino>> affermò, spostando la bocca sul mio mento per mordicchiarmelo. <<Detesto queste labbra tentatrici, queste iridi del mio colore preferito, questo naso perfetto, questi capelli morbidi e chiari>> disse, accompagnando le parole al tocco delle parti di me che elencava. <<Odio la tua voce sexy quanto la tua arroganza, e anche ciò che c’è sotto questa camicia mi infastidisce>>…
<<A dire il vero, non c’è niente di che che non mi stia sulle palle.>> << E sai perché?>> replicai io sempre più elettrizzato. <<Perché muori dalla voglia di scopare con me>> la provocai, sfiorandole le cosce e facendola deglutire sonoramente.*

Ho adorato come lei gli tiene testa e lo tenga sul filo del rasoio, anche se anche lui non è da meno con lei.
Ogni loro interazione ha sfaccettature diverse, alcune sono dolci, altre ironiche, tristi o colme d’astio, passionali, stuzzicanti, romantiche… e le ho trovate tutte assolutamente verosimili, intriganti ed estremamente coinvolgenti.

*Jenna affondò i denti nel labbro inferiore e un paio di lacrime le rigarono le guance. Ci passò i palmi, poi mi catturò il volto tra le mani e mi baciò senza preavviso. Era un bacio casto, ma qualcosa di mosse ugualmente. Dentro di me. E anche più in basso. <<Forse non voglio venire a letto con te perché poi tu spariresti>> mi alitò sulle labbra. <<Forse non avrei così voglia di sparire>> dissi, cercando di frenare il mio cuore irrequieto.>>*

Ho adorato il modo sublime in cui la scrittrice mi ha fatto stringere e vibrare il cuore in un momento molto particolare verso la parte finale del libro, così come mi ha spiazzata e sorpresa con alcuni colpi di scena che si trovano sempre sulla parte finale della storia.

Finn e Jenna sono due personaggi delineati alla perfezione, sono ambedue testardi, con un passato doloroso sulle spalle, per motivi diversi, ma che li ha segnati e portati ad essere ciò che sono oggi; hanno dei segreti, delle imperfezioni e debolezze, e secondo me, è anche per tutte queste cose che sono due personaggi che ti entrano dentro e che arrivati alla fine della loro storia sarà difficile lasciar andare, credo che rimarranno ben piantati nella nostra testa e nel nostro cuore.

So che forse non vi ho detto tanto di ciò che accade in questa storia, anzi, forse non vi ho detto nulla, ma solo perché è tutta da scoprire fin da principio, ci sono segreti da svelare, alcune bugie buone, altre meno, si parla di famiglia, amore, amici, passione… dovete solo iniziare a leggerla, lasciandovi trasportare dalle parole di Ava e credetemi sulla parola se vi dico che non vorrete mai arrivare alla parola “Fine”.

Siria (Recensionista Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...