BLOG TOUR: IL SIMBOLISMO DELLA ROSA – Il giudizio di Persefone di di Giulia Calligola

Cari sognatori, dopo avervi presentato il romanzo di Giulia Calligola tramite la nostra recensione, oggi tratteremo un punto cardine di esso… Il simbolismo della rosa.

41Qo2dmJcGL

GENERE: romance, miti e leggende
DATA DI USCITA: 30 luglio 2020

Ebook / Cartaceo

Nata negli anni ’90, studentessa universitaria, frequentatrice assidua di umani e più bassa di due metri e quindici: Persefone ha davvero un pessimo curriculum divino. I mortali non la venerano, gli Dei non la invitano ai loro eventi mondani, e a lei tutto sommato andrebbe bene così. O almeno crede. Tutto cambia quando a una conferenza incontra Ade, Dio dei morti e gentiluomo d’altri tempi. Anche il suo è un bagaglio pesante: trecentomila anni in più sull’età, cinquanta centimetri in più sulla statura, almeno venti titoli in più sul nome. Ma è anche l’unico a capire la passione di Persefone per la giurisprudenza, nonché l’unico che sembri a disagio in mezzo agli altri Divini tanto quanto lei. Poteva forse non scattare la scintilla?I due si ritrovano a intrecciare i loro destini e a lavorare insieme per emettere una sentenza controversa, collaborando a un processo ultraterreno nel tribunale degli Inferi. E così, a metà tra ironia e serietà, tra equità e rigore, tra vita e morte, si srotola la rivisitazione (semi) moderna di un mito che non ha mai smesso di venir raccontato.

107179519_10206847494423292_8916186731325964320_nHo voluto scegliere di parlare di questo particolare argomento poiché la Rosa è uno di quei fiori che in sé nasconde mille significati, non solo per quel che riguarda il colore ma anche il simbolismo ad essa stessa legato culturalmente, sia in ambito sociale che mistico con forti legami letterari.

Persefone è un personaggio fortemente rappresentato con una corona di rose, sia a livello pittorico che disegnato, al contempo pure in letteratura questa sua coroncina è di rose fiorenti, per quanto il colore vi si modifichi per una valida ragione… ma prima partiamo proprio con il Simbolismo della Rosa.

Infatti in letteratura spesso viene usata in più aspetti soprattutto in versione poetica, è rappresentata nel Paradiso Dantesco come simbolo di purezza dove le anime sedevano beate su sedili Bianchi a forma del suddetto fiore. Il bianco infatti rappresenta la purezza dell’anima.

Ma essa viene anche incentrata sulla trilogia di Gabriele D’Annunzio con il suo Ciclo della rosa, dove rappresenta il simbolo della voluttà e della sensualità. Non mancano poi le poesie ad esse dedicata dove può rappresentare un dono d’amore oppure trasformasi in morte attraverso le sue spine.

Infatti la Rosa ha un simbolismo ambivalente a seconda del contesto in cui viene inserita, la si può appunto collegare alla purezza e bellezza, come la passione sfrenata, l’amore, oppure allo scarlatto sangue di quel colore scuro che vira quasi al nero e che nella sua perfetta bellezza è brutale ed oscuro. Di norma viene sempre citato in maniera positiva eppure quello che a me affascina è proprio il lato oscuro di questo perfetto fiore dove le sue spine pungono come aghi e vanno a rappresentare il dolore e quella oscurità latente in noi, non mancano infatti riferimenti ad esse in questo contesto come ne Il piccolo principe.

Ma nel romanzo come viene rappresentato?

images-_1_
Diritti di Giulia Calligola

Beh, oltre ad essere il punto focale della copertina,questo fiore appare poco nel romanzo eppure quando c’è è lampante il suo significato. Infatti Persefone essendo la Dea della Primavera ha una folta chioma che naturalmente si adorna di fiori che esprimono fin troppo i suoi sentimenti poiché non solo cambiano colore (un po’ come gli anelli giocattolo di quando eravamo bambine), ma al contempo spandono, schiudono, si ritirano, o muoiono a seconda di ciò che lei sente ed il contesto della situazione.

 

Una cosa balza all’occhio di essi per tutto il romanzo, rappresentano una crescita della protagonista poiché con il cambiare del fiore ad esso si lega un simbolo diverso ed una maggiore evoluzione personale di Persefone.

La Rosa al contempo ha un simbolismo affine con la Melagrana, forte cardine di questo romanzo, infatti essi sono visti entrambi un fattore positivo, volto alla fertilità e alla “purezza”, eppure al contempo è il frutto dell’oltretomba. Assurdo penserete ma così non è, infatti questo particolare frutto cresce esclusivamente nei Campi Elisi (Paradiso), che forse vi scioccherà sapere che è proprio ad opera di Ade la creazione di tale luogo. Questo è un introspettivo molto cardine del personaggio di Ade che sempre rappresentato austero ed avverso, in realtà denota un desiderio inespresso o comunque irraggiungibile poiché se tale frutto venerato rappresenta la fertilità in tale luogo oscuro di suo contrapposizione, è proprio l’assenza di tale cosa dal Dio Ade, un “uomo” sterile, incapace di generare e ciò comporta al suo senso di imperfetto, inadatto, ad una chiusura, mutismo e solitudine.

persefone-50x60cm-89456
Pamela Jica Mezea

Come la Rosa, la Melagrana ha la sua rappresentazione in negativo, infatti vuole la leggenda che proprio tale frutto offerto con astuzia da Ade alla giovane fanciulla Persefone da lui rapita, ne mangiasse un chicco segnando di fatti il suo di lei destino. Infatti la Melagrana se pur rappresenta fertilità nella mitologia classica delle narrazioni epiche, esso è il frutto della morte di cui un solo chicco ne decreta la tua fine. In queste pagine viene posto in maniera diversa ma resta cardine il suo simbolismo legato come unico frutto del Oltretomba.

Ritornando alla Rosa come detto prima, anche il suddetto fiore ha il suo lato oscuro, e qui mi ricollego alle spine, infatti ad un certo punto la folta chioma di Persefone vi si trasforma in Rovi volti a ferire e punire. Il Rovo di per se viene preso come un’erbaccia infestante ma che se guardate le sue foglie ben simili sono alle Rose, non da meno esistono le rose selvatiche. I Rovi nella mitologia sono spesso usati, guardate Euridice, Afrodite o in un contesto del Cristianesimo la “corona” di Rovi del signore crocifisso.

9de00e802206bc7b9a2ccfe25b14233cQuindi seppure la Rosa abbia un simbolismo spirituale elevato ed eccelso legato alla purezza, sia come verginità, animo, età fanciullesca, ha anche il suo lato oscuro e lo si può riscoprire attraverso la Rosa dei Crociati per esempio, ma forse più significativo è proprio il “Dono” di una Rosa Nera il cui significato è funesto agli antipodi del bianco, sognata oppure ricevuta nonostante la sua bellezza straordinaria essa rappresenta tutto ciò che è oscuro. Un’associazione parallela la si potrebbe proprio vedere in Persefone stessa dove il Violaceo scuro del Pleblo (vestiario classico nell’Oltretomba) a fine romanzo diventi Nero, non da meno la sua sempre più affinità con l’oscurità celata in quel luogo, seppur legata al contempo alla sua natura di Primavera.

La Rosa passa i secoli, le culture, le ere ma resta simbolo di più sfaccettature e significati, al giorno d’oggi lo si vede solo come simbolo d’amore grazie ad Eros, eppure in sé si nascondono mille e più significati, dal contesto religioso/spirituale dove il loro collegamento è simbiotico, alla rappresentazione d’oggi poetica, letteraria e soggettiva.

Insomma l’intero romanzo è un agglomerato di simbolismi che si evolvono e mutano come la stessa Persefone e lo stesso Ade il cui essi rappresentano i contrapposti di una bilancia volta a portare Equità e Giustizia… non da meno si parla appunto di una delle storie Epiche mitologiche più intriganti dove la luce viene affascinata dall’oscurità… oppure l’opposto… la Consapevolezza ed il Tempo si scontrano con l’Empatia ed il Caos…

Queste pagine sono punto focale del detto gli “Opposti si attraggono” e di contrapposizione sanno creare ed evolversi non più in luce ed ombra, ma bensì in un grigio sfumato di mille colori diversi dove l’Equilibrio può solo che volgere al meglio.

Michy (Blogger Sognare).

107220298_10206847494743300_3274328942333340091_n


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...