RECENSIONE: Bla1re (parte 1) di Anita Gray

Cari sognatori, eccovi il romanzo di Anita Gray, edito Hope Edizioni!

51nUi2LDCOL

GENERE: dark romance
DATA DI USCITA: 5 giugno 2020

Ebook

Venduta. Comprata. Condizionata.
Il mio nome è Blaire.
Sono una combattente esperta e un’abile hacker, e sono a capo della sicurezza dell’uomo che controlla la malavita russa in Europa. Il suo nome è Maksim ed è il mio Padrone. Mi ha comprato quando non ero che una bambina e, da allora, mi ha brutalmente condizionato, per adorarlo e proteggerlo.
E io lo proteggo.
Uccido coloro che cercano di fargli del male. Finché un giorno non mi cede in prestito a un altro uomo, che minaccia di spezzare ciò che sono e tutto ciò in cui finora ho creduto.
Avrete bisogno di uno stomaco di ferro e di un cuore forte per leggere la mia storia, perché, credetemi sulla parola, non è una favola.

Oggi vi parlo un libro che ha avuto in me reazioni controverse, molto intenso e duro… ci inoltra all’inizio di questa nuova serie legata alla mafia, a quel lato oscuro dove non si nasconde l’uomo nero, ma bensì bestie senza anima e remore, perverse e sanguinarie dove la vita umana non conta nulla.

La scrittrice ci rapporta tutto dagli occhi di Blaire, una ragazza giovane sì, ma che più la si può descrivere come una “macchina” sanguinaria, assoggettata e legata al suo Padrone ad un livello così profondo ed inconscio, che cerca in ogni modo di renderlo “fiero” eseguendo ogni sua richiesta. Una sua parola, un suo ordine, un suo desiderio e lei esegue, senza porsi pensiero, senza nessuna emozione… è sua succube a tutti gli effetti o bensì, “programmata” così…

Ciò che dal primo impatto si evince è un elemento stonato nella realtà di lei vissuta negli anni con l’entrata in scena di Carlie Decena, tutto in sua presenza fa scattare l’allerta in lei, il dubbio si insinua per il suo comportamento irrispettoso verso il suo Padrone, al contempo sconcerto poiché quest’ultimo si lasci “trattare” così, essendo che parliamo di un uomo che usa solo il pugno di ferro, violenza e paura data dalla sua posizione ed azioni aberranti.

Sono pagine un po’ particolari, di un dark oscuro dove violenza, sangue ed abusi si susseguono, al contempo è al cardine del romanzo una forte ricerca dei sentimenti e di risveglio per portare Blaire a comprendere la verità del suo passato e su se stessa.

Diciamo che è un romanzo che personalmente non ho apprezzato appieno purtroppo e lo dico a malincuore poiché seppur apprezzando molto questo genere, la prima parte l’ho trovata un po troppo ricca di cliché riscontrati in altri libri, mentre la seconda ha sfruttato appieno quello che è il condizionamento mentale, portando ad un picco molto alto la mia adrenalina con la suspense legata agli eventi. Seppure i colpi di scena a me poco tali avendo intuito già dal principio molte cose, l’ho trovata gradevole come lettura, anche se mi ha lasciata un po’ perplessa verso la protagonista per alcuni suoi gesti e parole, non essendo certa che abbia ben compreso appieno la sua intera situazione.

Diciamo (evitando di spoilerare) che Blaire vive una vita fatta di apparenza, cresciuta per uno scopo la cui base è celata nel suo passato inconscio e “perduto”, al contempo seppure risulti forte e orgogliosa, con lo scorrere delle pagine dentro di lei si creano molte crepe che vanno a minare se stessa e ciò che finora è stato il suo cardine vitale, quello che mi lascia perplessa è proprio verso il finale in cui anche se c’è un cambio di opinione, non dimostra a tutti gli effetti la sua “indole propria”, portandomi al dubbio se nella sua mente tutto ciò non sia stato un “gioco” a livello inconscio di sostituzione, dubbio che dovrà attendere il seguito per sedarlo.

Concludo consigliandolo come lettura leggera, che per gli amanti del dark romance sicuramente sarà apprezzato moltissimo per i suoi intrecci tra amore ed oscurità, non manca poi il fantastico Bad Boy con il suo caratteraccio ma che sa far palpitare il tuo cuore (e non solo quello), tenendoti teso come una corda di violino, legato ad un passato molto condizionante e a degli scheletri nell’armadio che attendono solo di saltare fuori.

Michy (Blogger Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...