RECENSIONE: Middlegame di Seanan McGuire

Cari sognatori, entrate nel più ingarbugliato, ma decisamente travolgente ed affascinante romanzo firmato Seanan McGuire, edito Mondadori!!!

411IDVOcKzL

GENERE: fantascienza, contemporaneo
DATA DI USCITA: 21 luglio 2020

Ebook / Cartaceo

ECCO ROGER. Ha un vero dono per le parole, comprende istintivamente ogni linguaggio e sa che è il potere delle storie a regolare i meccanismi dell’universo.
Ed ecco Dodger. È la sorella di Roger, la sua gemella per la precisione. Anche lei ha un dono, per i numeri: sono il suo mondo, la sua ossessione, il suo tutto. Qualunque cosa le si presenti alla mente, Dodger la elabora con il potere della matematica.
I due fratelli non sono propriamente umani, anche se non lo sanno. Non sono neanche propriamente divini. Non del tutto… non ancora.
E poi c’è Reed, esperto alchimista, come la sua progenitrice. È stato lui a dare vita ai gemelli. Non si potrebbe definirlo il loro “padre”. Non proprio. Ma come tutti i genitori, per i due ragazzi ha un piano ambizioso: far sì che raggiungano il potere assoluto, e poi reclamarlo per sé.
Diventare “dei in Terra” è una cosa possibile. Pregate soltanto che non accada.

Partiamo da un presupposto… che l’impossibile sia reale, che l’universo viaggi attraverso una quarta dimensione, che i numeri uniti alle parole ne siano la chiave, che tutto ciò che accade possa essere un mero viaggio di una linea temporale, vera, fasulla, ricordata, oppure sognata ma pur sempre riscrivibile… potete credere a questo?

Ciò che mi ha fatto avvicinare a queste pagine è stata la sua copertina dove chiara, nitida, assoluta vi svetta una mano le cui dita fungono da candela, lo si potrebbe comparare a un semplice effetto grafico, una mera illusione, ma se ciò si rivelasse reale, un frutto indiscusso dell’arte alchemica persa negli anni che nel sottofondo perdura, cosa pensereste?

Non avevo mai letto questa scrittrice, ergo non avevo parametri di misura… come Dorothy mi trovavo ad affrontare attraverso le dorate strade del mondo di Oz, un viaggio surreale ma al contempo legato indissolubilmente all’universo reale del mondo dove il moto dei pianeti, scandito come l’orologio da un’Astrolabio determinerà lo scandire degli eventi, il suo moto avverso e l’unico reale cardine del flusso stesso di eventi  infiniti, perpetui, algebrici e stupefacenti.
Devo dire che sono stata ammaliata e stupefatta dalla sua bravura, in questo romanzo riesce a racchiudere un contraddittorio costante nella vita di due Cuculi, bambini creati con uno scopo, cresciuti nell’ignoranza, divisi fin dal principio alla volta di crescita individuale, ma dove quel legame “quantico” che viola le leggi razionali in realtà li unisce oltre l’inimmaginabile.

Il romanzo “sorge” da un presupposto futuro, dove il ci siamo sbagliati diventa innegabile di fronte al sangue caldo e denso che crea una macchia che sempre più si allarga, dando sentenza per la fine di tutto, per poi saltare in pagine mai conosciute dove una fiaba per bambini ci inoltra in Oltre il muro che affaccia sul bosco, di A. Deborah Baker. Ma poi eccoci nella realtà a ritroso nel tempo dove un bambino di sette anni sente la voce di una bambina della stessa età chissà dove, dargli le risposte ai compiti di matematica… sarà reale, immaginazione, un altro universo… la cosa strana è che sarà l’inizio di un viaggio impervio, dove le parole diventano numeri e viceversa, la paura insegna e divide, la realtà schiaccia l’irreale ed i dubbi imperversano incessantemente.

McGuire pone a noi in un unico romanzo tre strade, una di pura fantasia, una fatta di realtà ed i suoi misteri celati nascosti per la sua linea temporale e poi quella futura, un frammento di un errore impossibile da concepire e al contempo schiacciante dal suo aberrante risvolto. Infatti tutto nasce dal momento stesso della disfatta finale, la perdita di una partita in un “gioco” creato da una mente eccelsa, un’Alchimista di nome A. Deborah Barkey, dove la sua strabiliante mente vedeva al di là del tempo stesso, aveva un sapere eccelso, ma al contempo viene scacciata da coloro che seppure sui pari, vista l’epoca la classificarono “pazza”, non alla loro altezza poiché donna. Ma lei per “vendetta” procedette di nascosto con il suo ideale nuovo, alla volta della ricerca di ciò che nel tempo si è perduto, lasciando piccole briciole per coloro dotati, mascherata da favola in pagine di un libro per bambini. Sarebbe bello pensare che tutto sia così semplice, ammantato di purezza eppure così non è poiché nella sua limitatezza di una vita, dove l’orologio degli anni corre imperverso, ha creato con l’arte dell’Alchimia e scienza, colui che sarà il suo braccio nel futuro, immortale, fatto di carne preso dai cadaveri di cui è stato creato, integerrimo ed imbattibile, nel cervello che lei stessa ha istruito… ma a volte sono proprio le creazioni tendono ad essere più pericolose del finale stesso.

La scrittrice ha creato un’opera complessa ed eccelsa dove con cura intreccia realtà e tempo attraverso la vita di due bambini, che vediamo crescere attraverso le loro sfumature caratteriali che gli eventi porteranno ad unione e scissione del loro legame costantemente, lasciando sempre più strascichi imprevedibili e aberranti. Essi sono il compendio dell’Unione stessa del moto dell’universo, ma che divisi crescono, la loro mente è maestra in campi diversi, se uno è la lingua, le parole, la bellezza del significato del linguaggio, l’altra è il calcolo, i numeri si piegano e diventano nitidi, equazioni semplici da calcolare tanto quanto respira eppure al contempo hanno una similitudine comune… La solitudine. Infatti entrambi sono considerati “nerd” ma dove lui è più espansivo e riesce a costruirsi seppur non con poche problematiche una “vita normale”, lei invece è più chiusa, schiva, rifugge dalla realtà diventando un’abile bugiarda, fino ad arrivare ad un’incontrollabile funesto epilogo dove la salvezza sta appesa ad un filo. Ma dietro le “quinte” c’è chi trama ed interferisce quando lo ritiene necessario, per precludere a loro la verità, con nuovi intrighi nascosti, volti a tenerli sempre più separati. Qui non parliamo di due ragazzi cresciuti insieme, no qui parliamo di un legame mentale che a più mandate verrà prima messo in dubbio da se stessi, per poi portare a minacce vere e reali da chi manovra i fili delle loro vite, tutto all’oscuro dei suddetti logicamente.

Il romanzo tratta molti argomenti particolari come il livello quantistico, lo spazio tempo, linee temporali diverse che si possono intercedere e riscrivere dove un déjà vu indefinito a tratti li accarezza sovente, lasciandoli interdetti. Non mancano le affinità all’algebra e alle equazioni portando tutto ad un calcolo definito di un’equazione irrisolvibile di cui la risposta esatta è la soluzione finale. Devo dire che ho trovato eccelso il sistema dell’intreccio di tutto ciò unito alla scienza e all’Alchimia avvalorato poi da estratti di frasi di opere grandi, di autori particolari posti all’inizio di ogni capitolo ponendo una contrapposizione dei suddetti ed una crescita di comprensione man mano che si procede nella storia.

Devo dire che all’inizio mi ero sentita persa ma poi con l’andare delle pagine tutto si è aperto a me come l’immagine in costante evoluzione di un film dove nulla era troppo difficile da capire, anzi spinge la tua mente ad un ragionamento continuo, ad una evoluzione fatta di probabilità e dubbi latenti anche lì dove i fatti ti contraddicono, ma che al contempo, sei in avversità sulla loro realtà e stabilità fino alla fine… e forse anche oltre…

I personaggi che ruotano attorno ai nostri cardini, sono molti e variegati, ognuno avendo una posizione importante non solo per la crescita, ma anche per il volgere di una consapevolezza evolutiva di ciò che determina chi sono loro. Ma chi sono? Beh, loro sono lo strumento volto alla ricerca della conquista della Città Impossibile, gli unici in grado di trovare la Strada Improbabile, ma creati per essere il braccio ed il motore del loro creatore alla ricerca del potere assoluto ed indiscusso di tutto, al contempo però seppur essi siano un mero esperimento assoggettato a regole di procedura, nulla toglie la loro eliminazione in caso di scissione dal presupposto di via maestra stabilita.

Infatti è forte la contrapposizione posta dagli estratti dalle pagine della favola con la realtà dove di magico o favolistico non c’è nulla, anzi aberrante è il cinismo ammantato da ciò che li si potrebbe porre come scienziati, non facendosi scrupoli ad eliminare chi si mette in mezzo per il risultato finale. Anzi anche gli stessi “esperimenti” hanno la stessa “spada di Damocle ” posta sul capo, poiché eliminare dei soggetti porta ad imparare da ciò che sono stati gli errori precedenti, non c’è mai una reale pietà, non cercatela poiché qui non ne troverete. Tutto è volto ad un “doppio” fine come epilogo, alla salvezza di se stessi e la disfatta degli altri posta su sponde diverse, non manca la glacialità data a volte dagli stessi personaggi principali portando ad un dubbio assillante per un finale irraggiungibile, che diventa sempre più irrealizzabile man mano che procedi, in cui al suo cospetto ne resti scioccato.

La cosa ancora più straordinaria è che nonostante tu da lettore conosca fin dal principio su cosa si basi l’esperimento e come i due ragazzi siano stati creati ed il perché, non riesci mai ad essere certo dei risvolti successivi, anche dove hai la certezza matematica la scrittrice sa prenderti in contropiede lasciandoti in stallo, con la mente che ragiona ossessivamente senza sosta, per carpire quei segreti che ancora imperversano e anche se ad alcuni risvolti li intuisci, come si dice a volte, l’apparenza inganna… e qui più che mai.

La reputo un’opera straordinaria, affascinante, complessa, contorta eppure semplice e magnifica scritta da una penna di una mente elevata che sa affascinare e legarti alle sue pagine fin dal principio, un po’ come il pifferaio magico, un richiamo irresistibile che non si può non seguirlo, bramosi di scoprire ogni risvolto della realtà, del passato, del futuro. Un caleidoscopio di emozioni e colori di cui ora sta a voi trovare la chiave per risolvere l’enigma della salvezza dell’universo intero! 😘

Michy (Blogger Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...