REVIEW TOUR: La musica che fai di Giacomo Assennato con Dawn Blackridge

Cari sognatori, oggi vi regaliamo una perla di romanzo scritto in un’unica fusione da Giacomo Assennato con Dawn Blackridge!!!

41ctvZgvz2L

GENERE: narrativa, contemporaneo, m/m
DATA DI USCITA: 11 settembre 2020

Ebook / Cartaceo

La vita non è stata clemente con Mattia che, dall’età di ventiquattro anni, deve occuparsi del suo problematico fratellino. L’impegno è enorme e a volte lo schiaccia, impedendogli di vivere come farebbe un ragazzo della sua età. L’unica cosa che ha è il suo lavoro di editor e traduttore che riesce a svolgere quando il fratello è al centro di sostegno. Un improvviso incarico importante cambierà tutta la sua vita. Alessandro è un attore internazionalmente famoso che decide di divulgare la propria biografia. Non essendo in grado di scriverla si rivolge a una casa editrice in cerca di un ghostwriter che dovrà assicurare assoluta segretezza fino al giorno della pubblicazione. Due persone che vivono nascoste, due persone smarrite che si incontrano, entrambe a un punto di svolta delle proprie vite.

Non potete immaginare con quanta emozione mi sia apprestata a leggere queste pagine, come una bimba quando a Natale dopo aver scritto la letterina inizia a contare i giorni fino a poter avere tra le mani quel desiderio tanto atteso. Sì, perché quando due penne devastanti per la mia anima si uniscono ancor di più mescolando, idee, stimoli, sensazioni, ne viene fuori una magia di libro e io ho l’immenso onore di farvelo scoprire proprio nel suo giorno d’uscita.

«Penso che sei straordinario. In quelle gambette che vanno fra le sterpaglie ci hai messo tutto: la mia solitudine, i silenzi che restavano sospesi in casa mia, la povertà, il niente che avevo, se non la mia fantasia. E si respira l’odore che ha l’aria sui monti della Gallura; l’ho riconosciuto. Mentre leggevo, ho visto che c’eri anche tu lassù con me, mi camminavi accanto, guardavi ogni cosa e prendevi appunti su quel tuo quadernino. Come hai potuto frugarmi così dentro? Lo capisci, vero, che sei un mostro? E adesso levati, vai da un’altra parte.»

Leggo Giacomo Assennato da tanto tempo e ne sono innamorata per come racconta senza filtri e pudori l’animo umano, riesce a portarti dentro il suo cuore accanto ai suoi personaggi camminando i loro passi, ma stavolta la sua penna ha fatto un salto di qualità che mi ha sorpresa, pur mantenendo quella fresca immediatezza che lo contraddistingue c’è un azzardo in più data dalla spinta che è sorta da questa collaborazione. Tanto Assennato è un romantico esaltatore, sognante del quotidiano anche nel linguaggio di scrittura che si diverte a pennellare di umanità ironica e sensibile quello che tocca, tanto Dawn Blackridge ha quel graffio di realismo che rende le sue storie uno squarcio nell’anima, carnale, vibrante, necessario. Tra queste pagine questo connubio si esalta fino a non capire più dove inizia uno e finisce l’altro.

«E due cornetti alla crema,» aggiungo, «che il mio amico ha spesso dei cali di zucchero.» «Come facevi a sapere che non mi piacciono al cioccolato?» mi fa appena torniamo soli. «Vedi, ci sono due tipi di uomini: quelli al cioccolato sono arruffoni, divorano la vita, prendono tutto e subito e se li frequenti ti inzaccherano; quelli alla crema sono più posati, meno sfacciati, stanno lì ad aspettare che tu arrivi col cucchiaino e sia delicato con loro. Ecco, tu sei così.»

E’ una storia delicata, profonda, di una tenerezza immensa, con delle componenti molto forti. Mattia è un personaggio struggentemente bello, di quelli che se hai la fortuna d’incontrare nella vita proprio come accade alla sua meravigliosa amica Bea, te lo tieni stretto al cuore amandolo incondizionatamente. Dopo la morte dei genitori si è chiuso in una bolla emotiva, sopravvivendo ai giorni che passano e alla responsabilità di Milo, un fratello problematico che scandisce ogni istante dei suoi pensieri. Amare qualcuno in difficoltà è un qualcosa di totalizzante, che non lascia scampo, dove il senso d’impotenza ti schiaccia e dove tutto rispetto ad esso è secondario. Il peso sul cuore di Mattia è talmente forte che si sente una zavorra per sé e per chi potrebbe stargli accanto. Lui che vive di parole come nel suo lavoro, parole per sé non ne ha… come raccontare a qualcun altro quello che nessuno può capire non vivendolo?

Eppure quando arriva il vero amore ti avvolge in tutto quello che sei, ti culla tra le sue braccia forti pronto a sostenerti, ti aiuta a tracciare un cammino nuovo ed inaspettato che riempie la tua vita di colori inattesi e bellissimi.

Alessandro è uno tra gli uomini più invidiati al mondo, è un attore bellissimo, famoso, che ha avuto tutto dalla vita. Ma cosa accade quando si esce dalla scena, quando gli applausi del pubblico sono solo un ricordo lontano, quando si entra in una casa dove non ti aspetta nessuno e puoi togliere quella maschera di finzione del personaggio che ti hanno costretto ad interpretare… resta rimpianto, dolore, frustrazione che arriva al punto di non ritorno. Per ogni persona nella vita c’è quel momento in cui devi scegliere tra quello che sei veramente e quello che vuoi essere. Devi scegliere tra vivere pienamente o morire dentro giorno per giorno. E allora decide di scrivere una biografia mostrandosi a nudo come non mai.

Quella storia che Mattia inizia a scrivere dai racconti di Ale parte dall’impegno e finisce ad essere scritta dettata dal cuore…

«Mattia, ti prego, lasciami parlare, e quello che mi viene prendilo com’è, perché arriva diretto dal cuore, senza passare dalla testa. Io non lo so com’è successo, e perché sia diventato così vitale in poco tempo. Ma è che ti ho riconosciuto. Da poche cose, nascoste dalle tue sparate e dalla tua insicurezza. Ho visto dietro e c’eri tu, e sei quello che ho sempre aspettato, da che ho memoria. Non buttarmi via.» «Ale…» adesso ha un’altra voce ancora, e questa trema, «non so che fare!» «Vorrei essere lì per insegnartelo, ma non lo so neanch’io. Prova a lasciarti andare, fidati di me, parlami! Questo male che ti mangia buttalo fuori… lo prendo io!»

Queste due anime s’incontrano nella loro solitudine, si riconoscono, si infiammano di passione, di una tenerezza struggente che racchiude tutto quello che sono non tralasciando nulla di loro…

«Vedi? C’è sintonia.» «Sì, totale.» «Ma c’è una cosa che ho sentito solo io, tu no.» «Cosa?» «La musica che fai.» «Oddio, che vuol dire?» «La musica che fai quando ami. La sprigioni e neanche lo sai. Picchia in testa, riempie la stanza, e io vorrei cantarci sopra. Tutta la vita. Quindi non dire mai più che sei troppo poco, sei tutto quello che chiedo.»

Quando leggi storie del genere in giornate come queste dove la violenza imperante sembra cieca davanti all’invito all’amore, ti riposizionano il cuore dalla giusta parte. Ti rimettono nella prospettiva di poter sentire sulla pelle quell’amore così unico, puro speciale che sgorga dal cuore.  Quell’amore così naturale come respirare a pieni polmoni, come bere un sorso d’acqua fresca in un giorno d’estate, quell’amore che chiede solo di essere vissuto consapevolmente e con orgoglio perché è la cosa più bella e cara che hai.
Milo, Mattia e Alessandro  uniti dall’amore diventano casa, diventano famiglia, diventano vita che genera vita, perché non si genera vita solo biologicamente, ma anche quando vedi qualcuno che sta inaridendo giorno per giorno e tu amorevolmente lo innaffi, te ne prendi cura, lo rispetti, lo vivi semplicemente donando te stesso, tutto ciò che sei. Generare vita e amore è esserci l’uno per l’altro qualsiasi cosa accada.

Mi commuovo nel ripensare a questo fiume d’amore incondizionato che mi è stato profuso in queste pagine affinché riaffiorassi dalla mia giornata faticosa spinta a ricominciarne un’altra con uno slancio nuovo. Questo è il potere della lettura, e di leggere autori come questi che sanno parlare di valori intramontabili di cui tutti ne abbiamo un disperato bisogno.

Alla prossima lettura! ❤

Rosanna S. (Recensionista Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

4 commenti

  1. Rosanna sei impagabile. Prendi l’anima dei libro che ho scritto insieme a Dawn e lo assorbi, lo fai tuo interamente, perché hai un cuore che coglie TUTTE le sfumature. Un cuore grande. Ed è con quello che scrivi.
    Magnifica recensione,

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...