RECENSIONE: Passione nella brughiera (I signori della seduzione, vol.1) di Emmanuelle de Maupassant

Cari sognatori, fatevi rapire ed ammaliare dal bellissimo romanzo di Emmanuelle de Maupassant!!!

Passione-nella-Brughiera-copertina

GENERE: romance, storico
DATA DI USCITA: 14 settembre 2020 (ebook)
19 luglio 2020 (cartaceo)

Ebook / Cartaceo

Mallon de Wolfe – un uomo formidabile, attraente e con un pezzo di ghiaccio al posto del cuore – sta tornando a Dartmoor.
Un luogo vasto, sterile e pericoloso. Un luogo in cui i segreti si rifiutano di rimanere sepolti.
Mallon ha promesso di superare i tradimenti subìti negli anni della sua giovinezza, ma si ritrova ad affrontare un nuovo pericolo: una crescente attrazione per la misteriosa contessa Rosseline.
Riusciranno i due a sfuggire al velenoso potere esercitato dal loro passato?

I libri hanno il potere di regalare sogni, emozioni, viaggi che attraversano tempo e spazio e in un attimo ti ritrovi catapultata in una vita diversa del tutto dalla tua. Quello che mi affascina maggiormente è proprio la possibilità di scandagliare l’animo umano e come si rapporti nel tempo in base agli usi e costumi dell’ambientazione delle storie.
Mi ritrovo così a sperimentare quanto il cuore dell’uomo, il centro pulsante delle sue azioni e delle sue emozioni sia sempre uguale. C’è un nocciolo duro in ognuno di noi che ha attraversato immutato lo scorrere del tempo.

Leggendo questo romanzo storico ambientato agli inizi del 1900 scopro dei personaggi con una modernità affascinante. E’ una storia che colpisce il lettore per il mistero delle leggende che si tramandano, per l’audace passione che travolge i protagonisti, per quel tocco di proibito che la società non approverebbe ma che stuzzica la fantasia di chi legge. Io personalmente mi sono innamorata di questi protagonisti così ribelli e anticonformisti, dal doloroso passato che li accomuna.

“Persino quella notte sul treno si era resa conto che lui era diverso da qualsiasi altro uomo avesse mai incontrato prima. Tra di loro c’era molto più che un’attrazione fisica. Era un incontro di anime, fatte dello stesso minerale raro, duro e fragile, nascosto nel profondo, eppure malleabile e ardente.”

Una notte di follia, in un viaggio in treno, due anime ribelli e sconosciute si lasciano travolgere dalla lussuriosa cupidigia della passione più sfrenata, libera di ogni pudore, senza freni inibitori. Per una sola notte si prendono ciò che scelgono e bramano sicuri che quel che è accaduto non potrà mai più ripetersi.

Mallon è scappato da casa dal passato doloroso di incomprensione e poco amore, è andato in guerra ma non basta mettere chilometri da chi sei stato perché quelle radici ti richiamano a sé con una forza brutale.

“Le ferite provocate dalla separazione con il padre erano ancora aperte, ma la brughiera era pur sempre casa sua, nonostante ciò che lo collegava ad essa lo tormentasse. Aveva degli impegni da portare a termine e torti a cui rimediare. Come avrebbe potuto vivere con sé stesso se avesse rifiutato di affrontare quelle sfide? Era un de Wolfe, dopotutto.”

È un personaggio tanto complesso, affascinante, carismatico da far perdere la testa. Non crede nell’amore una povera illusione a cui i deboli si fanno abbindolare. Lui tradito da chi l’ha generato come può fidarsi ancora di qualcuno e soprattutto come può fidarsi della passione bruciante verso lei, Genevieve.

“Era proprio quello che Mallon aveva sperato di evitare, una donna che avesse potere su di lui. Il potere di ferirlo. Cosa sarebbe successo se questo momento non avesse significato nulla per lei, mentre per lui quel desiderio di toccarla e assaporarla che gli infiammava l’anima fosse tutto?”

Genevieve è cresciuta nei bassifondi abbandonata dalle suore da piccina, cerca disperatamente il suo posto in società. Ben presto scopre che la propria avvenenza ed astuzia seduttiva femminile può schiuderle quelle porte a lei a lungo proibite.

“Non avendo avuto un padre che la potesse proteggere, né una madre che si sarebbe potuta occupare di trovarle un marito, Genevieve era stata obbligata a farsi strada come meglio aveva potuto. E se l’inganno era causato da necessità, come poteva essere una cosa maligna?”

Ed ora rimasta vedova, divenuta contessa, deve consolidare la sua posizione e si mette in viaggio ma non avrebbe mai immaginato che a stravolgere i suoi piani arrivasse lui.
Lei all’inizio della storia la vedevo in modo superficiale, per poi ricredermi come spesso accade quando dai propri preconcetti si passa a guardare la storia nel suo intero. Alla fine non ho potuto non restare ammaliata dal suo percorso di rinascita e di scoperta di sé.

La passione divampa tra i due e non lascia scampo a piani e sotterfugi per contrastarla, il tutto descritto in modo estremamente sensuale e mai volgare.

La brughiera non è solo l’ambientazione della storia ma una protagonista silente che con le sue nebbie fitte, i suoi giochi di luce dati dal groviglio di rami intrecciati avviluppa il lettore ed i protagonisti di queste pagine.
Il linguaggio accattivante che ben rispecchia il contesto sociale del tempo, così come i personaggi secondari ben caratterizzati ed intriganti.

Lasciatevi  sedurre dal fascino retrò di queste pagine intriganti, entrate nei misteri della brughiera per farvi attrarre da una lettura mozzafiato e peccaminosa.

Alla prossima lettura! ❤

Rosanna S. (Recensionista Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...