RECENSIONE: Il libro della polvere. La Belle Sauvage di Philip Pullman

Cari sognatori, ritorna Philip Pullman con una nuova avventura, edito Salani Editore!!!

61EWm-hxqQL

GENERE: fantasy, young adult
DATA DI USCITA: 14 maggio 2020

Ebook / Cartaceo

«Da un’altezza incomparabilmente più alta rispetto a ciò che volenterosamente è definito fantasy, Philip Pullman riesce a vedere»
Quirino Principe

Malcolm Polstead ha undici anni, è curioso e diligente, di giorno va a scuola e di sera aiuta i genitori alla locanda sul fiume e fa qualche commissione per le suore del convento vicino. La sua vita scorre tranquilla, gli amici non gli mancano, si diverte con Asta, il suo daimon, soprattutto quando vanno in canoa, sulla Belle Sauvage. Fino al giorno in cui alla locanda arrivano tre misteriosi personaggi e finché alle suore non viene affidata una bambina di pochi mesi, che Malcolm dovrà proteggere da un grave pericolo e alla quale sente di essere profondamente legato. È Lyra. Insieme a lei affronterà una sfida mortale e un viaggio che lo cambierà per sempre…

Philip Pullman, uno degli scrittori più letti e amati al mondo con La bussola d’oro, creatore di uno dei più  visionari e potenti  universi della letteratura,  torna dopo ventidue anni al mondo di Lyra con una storia che ha definito ‘parallela’ alla trilogia Queste oscure materie: una gioia, quasi un ritorno dopo un lungo esilio, per i suoi tanti lettori, e una  possibilità straordinaria, per chi non l’ha ancora fatto, di scoprire un mondo intero,  popolato di daimon, energia ambarica e aletiometri. Un universo ricco di illuminanti e profonde metafore, un mondo simile al nostro, le cui differenze lo rendono non più fantastico ma più reale del reale, al cospetto del quale la nostra vita quotidiana sembra più vuota, più pallida, più povera di significato.

La storia è ambientata a Godatow, in Inghilterra, dove troviamo un ragazzino di undici anni, Malcolm, che ancora non sa che a breve si troverà alle prese con qualcosa di veramente importante.
Tutto ha inizio quando nella locanda dei genitori, il The Trout, si presentano tre personaggi che attirano un po’ troppo l’attenzione del ragazzo.
Del resto, lavorando nella Locanda dei genitori e avendo uno spirito curioso, Malcolm non può fare altro che conoscere gente importante e studiosi provenienti da ogni dove.
Tra i tre uomini che destano la curiosità del nostro ragazzo, che in apparenza sembrano avere delle cariche politiche, si riconosce Lord Nugent, ex presidente della camera dei Lord, il quale inizia a fare un sacco di domande al ragazzo sul convento, le monache e su una certa bambina che dovrebbero tenere in custodia da qualche mese.
Incuriosito da queste domande a cui non è riuscito a dare risposta, Malcolm inizia ad investigare e in breve tempo scopre che le monache si occupano di una bambina e che è figlia di un importante esploratore, Lord Asriel, e la moglie di un politico, che si dice che sia stato assassinato dal primo.
Il ragazzo inizia ad incuriosirsi alla faccenda facendo sempre più domande e ritrovandosi, alla fine, in una situazione troppo importante per un bambino della sua età.
Oltre ad essersi immischiato in una faccenda di rilevanza politica, Malcolm deve fare i conti anche con la presenza della Corte Concistoriale di Disciplina, ente ecclesiastico temuto da tutti, solo a sentirne il nome.
In questa vicenda il ragazzo non sa che la sua presenza ha un ruolo importante.
Accanto a lui e pronti a dargli una mano ci sarà Hannah, una studiosa di una certa rilevanza nel trama e, inseparabile per ogni personaggio del libro, il suo daimon, Asta.

Avevo letto precedentemente, tempo fa, la Bussola D’oro e siccome mi era piaciuta come lettura, ho scelto di dare fiducia allo scrittore ed immergermi in una sua nuova avventura.
Già dai primi capitoli, con l’apparizione di personaggi e avvenimenti importanti, la trama risulta coinvolgente e dinamica.
Non ho avuto problemi nella lettura del romanzo che ho trovato scorrevole e piacevole.
L’unica pecca che ho riscontrato, fino a fine lettura, è non aver capito cosa siano questi “daimon”, animali che hanno tutti i personaggi del libro e che cambiano forma e colore a seconda della situazione.
Nonostante questo elemento, la mia lettura è proseguita senza altre incomprensioni.
Alla fine, essendo una lettura per ragazzi ed essendo un fantasy, credo che in questa storia, il fattore dei daimon, sia fine a se stesso, almeno che non venga spiegato nel prossimo volume.
Per quanto riguarda i personaggi, in questa prima parte, non ho riscontrato particolare sentimento verso nessuno dei personaggi.
Ma ciò non toglie che la lettura mi sia piaciuta.
Ho apprezzato molto il susseguirsi di eventi che hanno reso la trama accesa, portando il lettore ad essere attivo nella lettura.
Nel complesso posso ritenermi soddisfatta e attendo di leggere la seconda parte dal momento che mi ha incuriosita l’esistenza di una profezia legata ad una neonata e ad un libro.

Ora passo la lettura a voi! 🙂

Cristal (Recensionista Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...