RECENSIONE: Scintilla di luce (La vita che ci resta, vol.2) di Dawn Blackridge

Cari sognatori, continuate a sognare e ad innamorarvi dell’amore nel nuovo romanzo di Dawn Blackridge!!!

41j8WFt6x6L

SERIE: La vita che ci resta, vol.2
GENERE: narrativa, contemporaneo, m/m
DATA DI USCITA: 30 giugno 2020

Ebook / Cartaceo

Avevo un conto in sospeso con Andrew Pine, il cui destino in “La vita che ci resta” era stato davvero crudele. A due anni dall’uscita del primo libro, ho capito di non volerlo lasciare così.
Andrew è vedovo da cinque anni, tuttavia il dolore per aver perduto l’amato Matthew non si è sopito e l’uomo non riesce ad andare avanti con la sua vita, fatta solo di lavoro presso la clinica veterinaria di cui è proprietario.
Spronato da Sam e Gillian, suoi colleghi e amici, accetta di partecipare a una conferenza a Denver, dove fa conoscenza con un collega, Daniel Moore. L’incontro con questo uomo intraprendente e dinamico, ma allo stesso tempo rispettoso del dolore che percepisce così forte in Andrew, cambierà tutto il suo mondo e accenderà una scintilla di luce nel suo cuore ferito.
Daniel, che all’apparenza sembra sicuro di sé, è un uomo sensibile e sentimentalmente irrealizzato. Si farà strada nell’anima di Andrew e insieme i due proveranno a superare i propri dubbi, cercando di ricostruire due vite che, separate, sembrano non avere un futuro e che invece, unite, potrebbero guarirsi a vicenda.

RECENSIONE: La vita che ci resta (vol.1)

Quando il tuo cuore si spezza perché l’hai donato tutto a qualcuno che ti viene strappato via, come ricucire i pezzi che rimangono di te… Come guardare di nuovo la vita con occhi pieni di speranza quando dentro di te sei vuoto, morto insieme a chi ami…

Che ne sanno gli altri se ancora dopo cinque anni lo cerca in ogni suo respiro, cerca di scorgere ogni istante che gli ha regalato in ogni cosa che fa. Se ogni sogno è dedicato al poterlo rivivere un istante, mentre per il resto del mondo continua a sopravvivere, a lavorare. È facile dire che il tempo guarisce ogni ferita quando in realtà sono soltanto istanti che ti allontanano da quando sei stato veramente felice per un’ultima volta.

“Con te se n’è andata ogni parte di me. Sento il mio cuore che batte ma è come se ogni pulsazione fosse l’ultima. Respiro ed espiro e in quel fuggevole intervallo c’è il vuoto che tu mi hai lasciato. Così, ogni secondo scorre, come una goccia che scivola lungo uno specchio. Mi sto esaurendo lentamente, come una candela che si consuma, adagio, in una stanza vuota, senza vivere davvero, solo respirando perché devo, non perché voglio.”

Leggendo queste pagine m’immaginavo Andrew sotto il porticato seduto a guardare l’olmo che Matt gli chiese di piantare mentre osservava i suoi cani giocare, perso nei ricordi e io impotente che non potevo entrare in quel libro per sedermi accanto a lui e stringerlo forte. Perché i romanzi come questi non si leggono… si vivono, si respirano, si è parte di essi. Ma il cuore dell’uomo ha una capacità di amare talmente illimitata che noi spesso lo sottovalutiamo. Può racchiudere in sé talmente tante forme d’amore ognuna presente e necessaria. Le parole di Matt sono il testamento più bello che abbia lasciato ad Andrew…

“<Un giorno incontrerai quella persona che raccoglierà l’ultimo pezzo del tuo cuore e gli ridarà vita.> Mi tormenta questa frase che mi hai detto, potrebbe accadere? Potrei davvero dimenticarti? Dopo cinque anni, sono ancora qui, solo.”

 E quando meno te l’aspetti nella vita di Andrew irrompe Daniel.

Daniel è un veterinario come Andrew, una ventata di calore umano che pian piano libera il cuore di Andrew dal suo dolore diventando una presenza che scandisce le sue giornate. Daniel nel lavoro ha veicolato ogni soddisfazione visto che la sua vita privata è un fallimento e quando scorge quel collega così attraente decide di buttarsi. Vede nei suoi occhi quel dolore nostalgico che l’accompagna, sente quell’amore che ha nutrito la sua anima e lo rispetta perché è la parte più bella di lui, decide di mettere in subbuglio la sua vita in nome di una speranza che vede nascere in lui.

“Tu mi piaci tanto, gli aveva detto, tuttavia non era la verità. Lui lo amava, si era innamorato di lui un po’ di più un giorno dopo l’altro, in quei mesi in cui avevano lavorato fianco a fianco. Si era innamorato della sua gentilezza, della sua professionalità e anche dell’amore che l’altro provava ancora per Matt. Era strano questo? Forse sì, eppure era così. Amava quel suo essere ancora fedele a Matt e nello stesso tempo la voglia che percepiva provenire da lui di ricominciare a vivere.”

Quando chi vi dice di amarvi vi dice di scegliere, non sa rispettarvi, non sa far tesoro della vostra storia che vi ha condotto fino a lui, non vi ama per davvero. Amare è prendere tutto il pacchetto che caratterizza l’altra persona, è lasciarsi guidare da un sentimento folle che si crea man mano uno spazio tutto suo senza annullare l’altra persona per puro egoismo.
Daniel ama profondamente Andrew perché ama i suoi tempi, i suoi silenzi, culla il suo dolore e non si aspetta nulla in cambio. E Andrew man mano si lascia travolgere da questo amore che lo avvolge e lo sostiene ricambiandolo con un’intensità che non credeva possibile…

“…tu hai acceso una scintilla di luce in quella che era la mia vita spenta.”

“La vita che ci resta” intesa come duologia credo che sia una delle più belle mai lette da me per l’intensità dei sentimenti espressi, per quella sensazione di pugno nello stomaco che non ti dà pace ma che è al tempo stesso contrastato dalla dolcezza dell’amore più devastantemente potente che uno possa vivere. Sì, è un inno all’amore in ogni sfaccettatura che passa dal prendersi cura di chi si ama, al rispetto verso l’altro, alla fiducia, all’impotenza, alla passione che irrompe, alla famiglia intesa come luogo di affetti veri in cui riconoscersi.

Sono perdutamente innamorata della profondità delle storie di questa penna sublime, che ogni volta mi trascina in un vortice di emozioni intense che si contrastano.
Sono certa che anche voi come me ve ne innamorerete perché personaggi così belli come Matt, Andrew e Daniel sono rari da incontrare.

Alla prossima lettura! ❤

Rosanna S. (Recensionista Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...