REVIEW PARTY: Lo specchio e la luce (La trilogia di Wolf Wall, vol.3) di Hilary Mantel

Cari sognatori, oggi nel giorno della sua pubblicazione, vi presentiamo il tanto atteso ed ultimo volume della trilogia di Hilary Mantel, edito Fazi Editore!!!

51D0X+hnMUL

SERIE: La trilogia di Wolf Hall, vol.3
GENERE: narrativa, storico
DATA DI USCITA: 29 ottobre 2020

Ebook / Cartaceo

Inghilterra, maggio 1536. Thomas Cromwell, Lord custode del Sigillo Privato, assiste alla decapitazione di Anna Bolena. Poi banchetta con i vincitori, deciso a continuare la sua scalata al potere. I tempi sono difficili: le contee del nord insorgono, opponendosi alla dissoluzione dei monasteri e ai tributi imposti dalla Corona. L’astuzia e la tenacia di Cromwell riescono a ristabilire l’ordine, ed Enrico VIII lo premia con la nomina a cavaliere dell’Ordine della Giarrettiera. Pur cominciando ad avvertire il peso degli anni, il re è felice. La sua nuova sposa – mite, riservata e malinconica – è l’opposto della precedente e finalmente riesce a dargli l’agognato erede. Anche la famiglia Cromwell ha le sue soddisfazioni: Gregory, il primogenito, convola a nozze con la sorella della regina, e il Lord custode scopre di avere un’altra figlia, cresciuta ad Anversa. Le gioie, però, non durano a lungo. Jane Seymour muore di lì a poco in conseguenza del parto, e il re, per quanto affranto, ha bisogno di una nuova sposa. Cromwell si rimette subito all’opera: ma i nemici già lo aspettano al varco, e la sua stella comincia a declinare…
Con Lo specchio e la luce, finalista al Man Booker Prize 2020, Hilary Mantel chiude trionfalmente la trilogia iniziata con Wolf Hall e proseguita con Anna Bolena, una questione di famiglia. Attraverso il racconto degli ultimi anni della vita di Thomas Cromwell, il figlio del fabbro ferraio asceso ai vertici del potere, si completa l’ambizioso ritratto di un uomo tanto affascinante quanto ambiguo: dal feroce contrasto tra pubblico e privato, tra potere spirituale e temporale, tra vecchia nobiltà e borghesia rampante, emerge un avvincente affresco degli eventi che segnarono la storia dell’Inghilterra nel XVI secolo.

In questo libro, il terzo di una trilogia che consiglio di leggere per comprendere appieno la storia, facciamo la conoscenza di un uomo che ha fatto la storia nell’Inghilterra come politico.

Thomas Cromwell, nato da una famiglia da artigiani, ha fatto carriera ed è diventato il Lord custode del Sigillo Privato del re, Enrico VIII.
Prima di diventare Lord, è stato un consigliere reale del Parlamento e poi un membro fidato della cerchia più stretta del re.

Intorno all’anno 1536, Enrico VIII fa giustiziare per decapitazione Anna Bolena, era stata accusata di adulterio, stregoneria e incesto. Ma non è questa la sola… con lei vennero uccisi anche suo fratello George, Smeaton, un liutista, Herry Norris, e Francis Weston.

Anna Bolena, era la seconda moglie del re ma per divorziare dalla prima moglie, Caterina d’Aragona Cromwell, aveva avuto un ruolo fondamentale per la riforma della Chiesa Anglicana.
Questa riforma aveva conferito al re il potere spirituale con un’atto di supremazia e Cromwell essendo il vicario del re era riuscito a portare avanti l’abolizione dei monasteri. Con questa decisione il Lord si rende impopolare con la popolazione inglese. Questo periodo viene definito come la “riforma anglicana”.

Nel mentre Enrico VIII, però non si è lasciato scoraggiare dalla morte della sua seconda moglie, diciamo che era un donnaiolo.
Subito dopo, decide di sposare Jane Seymour, la quale, finalmente, gli dà il tanto atteso erede maschio, chiamato Edoardo, nel 1537.
Con la nascita dell’agognato erede maschio, Enrico VII dichiara illegittime le figlie Maria ed Elisabetta, esattamente la figlia della prima e della seconda moglie.

Per Enrico VIII la vita non era tutta rose e fiori… qualche giorno dopo la nascita del figlio maschio, la sua adorata regina e moglie Jane muore per delle complicanze.
Circa un anno prima Enrico fece approvare la Legge dell’Unione, la quale univa sotto la corona d’Inghilterra il Galles, tutto questo è stato possibile da un’idea del Lord Cromwell e per questo motivo viene nominato Barone.

Il periodo d’oro del Lord sta per giungere al termine… dopo la morte di Jane, Enrico VIII deve trovare una nuova moglie, non riesce a stare da solo e poi vuole avere altri figli per avere una lunga successione.
Per far questo attua delle trattive con un’alleanza con la corte di Clèves. La donna che sceglie, però non è adatta per la corte di Inghilterra.
Cromwell sta tramando e imponendo questo matrimonio al re e per questo motivo si sente che il suo periodo d’oro sta finendo, soprattutto quando il re decide di poi annullare il matrimonio.

Non ho voluto raccontare molto, perché ognuno di noi dovrebbe leggere questa trilogia per comprendere meglio la storia passata. Per questo motivo vi consiglio di leggere la trilogia, per riuscire a comprendere meglio certi sviluppi narrati nel libro.

Con questo libro ho potuto fare la conoscenza di un uomo politico dell’Inghilterra passata molto emblematico, problematico e anche astuto.
Infatti il titolo descrive perfettamente quest’uomo “lo specchio” perché fa vedere quello che si vuole o quello che si vuole vedere e “la luce” perché come dice un detto: “i nodi vengono al pettine”. Infatti la verità prima o poi, anche se si cerca di nasconderla, viene alla luce.

Kikka (Recensionista Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...