BLOG TOUR: TEMATICHE E INTERVISTA ALL’AUTORE – Segreti del passato di Luca Betti

Cari sognatori, oggi attraverso il Blog Tour dedicato al suo romanzo, intervistiamo Luca Betti ed entriamo nel vivo dei suoi scritti, editi Segreti in Giallo Edizioni!!!

Benvenuto Luca nel nostro salottino, è un vero piacere per noi avere l’opportunità di intervistarti.
Prima di tutto ci tengo a complimentarmi per il tuo romanzo, l’ho appena terminato e devo dire che mi ha stupito moltissimo.
Ma ora la curiosità è donna e quindi eccoci alla prima domanda:
Chi è Luca nella vita di tutti i giorni? Le tue passioni?

Ciao, il piacere è mio, grazie per lo spazio.
Sono nato a Bologna e cresciuto in provincia, prima a Castel San Pietro ora a Imola.
Qui vivo con la mia compagna e i miei due figli e gestisco una birreria specializzata in birre artigianali. Oltre alla birra e alla scrittura un’altra mia grande passione è la musica. Ne ascolto tanta e suono il basso da quindici anni in una band, Sweet Insanity.

Quando hai scoperto questo grande mondo libresco e com’è nato in te il desiderio di diventare scrittore?

Sono lettore da sempre, dalle elementari almeno.
La passione per la scrittura è arrivata dopo ed è iniziata quando circa 10/11 anni fa iniziai a scrivere quello che è poi diventato “Duplice omicidio a Lotrib”.

51pggcvyttlCome io so, ma forse i lettori no, prima di questo romanzo avevi pubblicato “Duplice omicidio a Lotrib”, ti va di presentarlo?

Si tratta appunto del mio primo romanzo che introduce al lettore la città immaginaria di Lotrib e alcuni dei suoi abitanti, fra cui il giovane investigatore privato Darden e i suoi amici, che saranno i protagonisti anche di Segreti dal passato.
Si tratta di due gialli con un’ambientazione che mi piace definire un fantasy leggero, visto che si incontrano non solo umani, ma anche nani, orchi e folletti, ma dove la magia non entra in gioco.

DUPLICE OMICIDIO A LOTRIB

Lotrib è una città tranquilla. Qui, famiglie di umani convivono, seppur di malavoglia, con nani e orchi. A sconvolgere la sua routine è un duplice omicidio che si consuma nella zona dove si trova l’Università. Vittime ne sono il professor Perat, docente di Lingue Antiche presso l’Università di Lotrib, ritrovato riverso a faccia in giù sulla scrivania del suo studio e il custode del dipartimento, trovato anche lui morto con un colpo alla nuca. A risolvere l’omicidio, che si presenta come un misterioso rompicapo sarà Darden, un investigatore privato.

Ebook / Cartaceo

In questo nuove pagine ci riporti tra le strade di Lotrib, un luogo che racchiude una nutrita varietà di specie diverse, in un equilibrio apparentemente equilibrato.
Da dove nasce l’idea della sua creazione?
Quanto rappresenta la realtà e quanto la fantasia?

Lotrib è una città immaginaria, un luogo inventato, ma nasce sicuramente da un insieme di aspetti appunto fantasy e di caratteristiche che potremmo ritrovare in tante nostre città reali e nella nostra stessa società.
Ha aspetti che a noi potrebbero apparire medievali, altri ottocenteschi, alcuni più moderni. Appartiene a un mondo con una storia travagliata con alcuni importante capitoli ancora da scrivere.

Entrando ora all’interno delle pagine ci ritroviamo al fianco del giovane investigatore Darden, un personaggio molto particolare, sia dal punto di vista dell’intelletto, del passato e della vita “normale” che vive oltre le indagini.
Perché non ci parli di lui in maniera approfondita?

Darden è sicuramente un figlio della città e della vita sociale di Lotrib che ha intrapreso in giovane età la carriera di investigatore privato. In questi due libri si trova alle prese coi primi casi importanti.
Si parla anche di omicidi, una tipologia di crimini su cui non aveva ancora indagato.
Lo vediamo quindi faticare in queste indagini, nel suo lavoro, ma anche nel portare avanti la sua vita privata fatta di amici, incontri nuovi e nello scoprire giorno dopo giorno la realtà che lo circonda con occhi più disincantati.

51iqBgFdIJL._SY346_Al suo fianco troviamo degli amici particolari, che vanno a creare un terzetto frizzante che porta ilarità in alcune scene, in altre fanno come voce della coscienza, palesando dubbi e paure.
Ci parli di loro, della loro creazione, scopo ed interazione?

Darden probabilmente se potesse non vorrebbe intrecciare amicizia e lavoro, ma si trova quasi costretto e alla fine ne trae lui stesso giovamento dall’aiuto di due amici che condividono con lui sia la vita privata, sia gran parte del suo lavoro.
Un umano come lui, con un carattere completamente diverso dal suo, più disorganizzato, ma in grado di prendere la vita più alla leggera e un nano apparentemente burbero, ma estremamente leale e disponibile.

Ad accomunarli in primis è la musica e il gruppo in cui suonano, come mai questa scelta?
E’ una passione che tu stesso hai oppure rispecchia una parte della tua vita?

Darden e i suoi amici suonano insieme e in generale la musica è presente nei libri perché non riuscirei a tenerla fuori.
Come detto prima è una mia grande passione ed è una costante nelle mie giornate. A parte il suonare anche io in un gruppo, mentre lavoro ascolto musica, mentre guido, quando scrivo. Non ho dovuto neanche pensarci, per me era un elemento naturale anche dell’universo Lotrib e della vita dei suoi protagonisti. 

SEGRETI DAL PASSATO

Lotrib, zona portuale. Un mercante viene ritrovato morto.
Contemporaneamente scompaiono delle preziose anfore.
C’è un nuovo caso per Darden. Ma più avanzerà nelle indagini, aiutato dai suoi bizzarri amici, più le cose si complicheranno. Come se non bastasse, il giovane investigatore dovrà fare i conti con un’organizzazione chiamata Società, di cui ignora scopi e affiliati. L’unico modo per risolvere il mistero sarà cercare nel passato.

Ebook / Cartaceo

Ma ora voglio portare l’attenzione dei lettori sugli argomenti particolari che ho incontrato, poiché oltre al giallo troviamo un Intrigo Sociopolitico che ricorda un po’ il nostro passato, inoltre porti all’attenzione Il Ghetto molto simile ai nostri durante la guerra. Un altro argomento è l’insofferenza sugli “immigrati”, sul concetto etnie diverse e Lavoro.
Come mai la scelta di inserire questi argomenti particolari?

Sono tutte tematiche che mi intrigano, alcune, come a Lotrib, sono ancora irrisolte anche nella nostra società.
In più le trovo utili sia a rendere ancora più dinamica l’ambientazione stessa sia all’introduzione di personaggi la cui interazione coi protagonisti credo possa risultare interessante.

Parlando con parole tue come presenteresti il tuo romanzo?
Lo scopo della sua nascita, quanta realtà o finzione lo ammantano, l’ispirazione da dov’è nata la sua creazione, ecc.

Il romanzo parte dall’idea di tornare nel mondo di Lotrib dopo il primo libro.
In origine la scintilla è stata sicuramente quella di voler provare a fondere due dei miei generi letterari preferiti (il giallo e il fantasy appunto), che sia ora, ma soprattutto all’epoca in cui iniziai a scriverli, mi pareva non fosse molto praticata. Con Segreti dal passato è aumentata di più la componente sociale, si è complicato un po’ la questione, ma nelle mie intenzioni lo scopo è quello di fare da sfondo al resto della storia, facendo immergere il più possibile i lettori in certe specifiche dinamiche.

Ora tornando a te com’è nata la tua collaborazione con “Segreti in Giallo”?

Ho conosciuto questa realtà su facebook diversi mesi fa ormai.
Già dal nome aveva attirato la mia attenzione. Poco dopo ho inviato i due manoscritti, ho parlato con le ragazze che curano la collana con grande passione e trasparenza e siamo arrivati in pochi mesi alla pubblicazione di entrambi i romanzi.

Attraverso le tue opere cosa vuoi porre all’attenzione del lettore? Pensi di riuscirci?
Sei soddisfatto del riscontro che hanno le tue opere nei lettori?

Il mio primo obiettivo è quello di intrattenere il lettore. Di mettergli la voglia, una volta finito un capitolo, di sapere subito cosa succede in quello successivo.
Questa è sicuramente la prima cosa. Se poi oltre a questo i libri suscitano una qualche riflessione, o qualcosa in più abbiamo fatto 13.
Dalle recensioni e dai commenti arrivati per ora, soprattutto sul primo libro che è uscito già da qualche mese, vedo che la curiosità di immergersi nel mondo di Lotrib c’è stata e mi affascina molto vedere come i diversi lettori interpretano certi aspetti della storia, o come vedono i personaggi. 

51mTSLQSyHLUltima domanda e poi ti lasciamo andare.
Prossima pubblicazione in cantiere?
Cosa dovemmo aspettarci?

Pochi giorni fa, sempre per Segreti in giallo, è uscito un mio racconto breve incluso in una raccolta di racconti organizzata dalla collana per Halloween.
Si tratta in questo caso di una storia ambientata a Bologna ai giorni nostri.
Per il futuro mi piacerebbe cimentarmi anche sulla lunga distanza con qualcosa del genere, quindi un romanzo non fantasy diciamo.
Poi vedremo se e quando verrà il momento di tornare a Lotrib.

HALLOWEEN STORIES

Una raccolta eterogenea. Halloween è il pretesto per presentare ai lettori tante piccole storie.
Un modo per festeggiarlo. In maniera originale.
Dolcetto o Scherzetto?
Racconti paurosi, cinici, macabri, a tratti delicati e sognanti e… divertenti!
Senz’altro ironici e dissacranti.
Diciotto autori per diciotto storie. Una per ogni gusto.

Ebook

Luca ti ringraziamo moltissimo per il tempo dedicatoci, speriamo di non averti assillato troppo con le nostre curiosità e speriamo ti sia trovato bene qui con noi oggi.

Grazie ancora a voi per aver letto il libro e per lo spazio che mi avete riservato. Spero che anche altri vostri lettori siano incuriositi dalle indagini di Darden, nel frattempo vi saluto e spero di sentirvi presto con delle novità.

Carissimi sognatori vi diamo appuntamento domani con la nostra recensione di queste intrigante romanzo!!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...