RECENSIONE: Buio di Dawn Blackridge

Cari sognatori, fatevi vibrare le corde del cuore e dell’anima con il nuovo romanzo di Dawn Blackridge!!!

31B63Sw72FL

GENERE: narrativa, contemporaneo, m/m
DATA DI USCITA: 21 ottobre 2020

Ebook / Cartaceo

Mitch è un ragazzo che si è fatto da solo. Dopo essere stato rifiutato dalla famiglia a causa del suo coming out ha preso la vita di petto e ha costruito il suo futuro con le proprie mani, avviando una startup che lo ha reso ricco, ha amici e vive secondo i suoi principi.
Tutto funziona a meraviglia fino a quando una sera tre balordi lo aggrediscono con ferocia, rendendolo cieco.
Buio. Oscurità totale. Questa è ora la sua vita, cambiata in un attimo, ogni certezza spazzata via.
Passano due anni e in qualche modo va avanti. Nonostante le immaginabili difficoltà riesce comunque a dare un senso a questo suo nuovo presente, finché un giorno riapparirà un mostro che arriva dal suo passato.
Un nuovo atto di violenza, questa volta più lacerante, che si insinua e mina l’equilibrio così difficilmente conquistato, che gli stravolge di nuovo la vita. Da quel momento tutto cambia, annullando ogni sicurezza così faticosamente ritrovata.
Ora si tratta di riuscire a superare anche questo, di uscire dal guscio di terrore nel quale è scivolato. Occorrerà l’aiuto di qualcuno per farcela. Mitch sarà capace di abbracciare un nuovo futuro in cui riscoprire anche l’amore?

Romanzi come quello di cui vi sto per parlare questa volta sono come una stilettata che arriva dritta al cuore, un brivido gelido a fior di pelle capace di oscurare i sensi e imbrigliare l’anima in una sensazione opprimente. Eppure la maestria di questa penna è tale da riuscire a ricomporre la tua anima passo passo, è tale da non lasciarti modo di pensare ad altro se non alle sue pagine scritte con il suo stile inconfondibile.

Immaginate di avere dalla vita tutto quello a cui vorreste aspirare; siete giovanissimi, belli da far male, ricchi perché grazie al vostro ingegno avete avviato un’azienda florida. Una sera mentre vi state divertendo arriva il destino a stravolgervi la vita sotto forma di una brutale aggressione e vi ritrovate a brancolare nel buio per sempre. Adattarsi alla cecità non è facile perché reimposta la quotidianità, reimposta i sogni e ogni progetto fino ad allora concepito, soprattutto se ad essa aggiungi il panico che ti impedisce di essere lucido e ad aver la forza di ricominciare. E quando faticosamente riesci a risalire la china un altro evento ti rimette di nuovo con la testa sott’acqua facendoti annaspare.

Come rovescio di questa medaglia abbiamo un desiderio folle, cieco, irrazionale, malato, Un’ossessione squilibrata, una brama di possesso che insegue ogni tua azione, studia i tuoi passi fino a strisciarti addosso come il peggiore di ogni tuo incubo.
La bravura di questa penna è quella di raccontare situazioni delicate senza forzare la mano su pietismi o “lagnosità” che pur farebbero gioco sull’emotività facile del lettore. Viene descritto tutto senza indorare la pillola, ma al tempo stesso con molta empatia.

“Per di più stava anche germogliando qualcosa, ma poteva gettarvisi? Poteva trascinarlo in quel suo mondo fatto solo di buio? Di insicurezze? Di paure? Si domandò se quello che sentiva non fosse altro che un modo per arginare il suo vero terrore, che era quello di restare solo, solo nell’oscurità, un modo per avere invece qualcuno al fianco, che potesse esserci per lui ma in modo egoistico, non perché sentisse davvero qualcosa per l’altro.”

Mitch è un personaggio di una forza d’animo unica che contrasta tutto quello che gli accade attorno. È sorretto dall’amico più nobile come uno possa incontrare che per lui farebbe qualunque cosa in modo del tutto disinteressato. Fin da ragazzo combatte il pregiudizio verso la propria omosessualità radicato in pensieri stupidi di chi pensa di poterti dire come dovresti vivere la tua vita. Nel suo momento più doloroso la vita gli fa il regalo più grande, l’incontro con colui che finalmente gli insegnerà a guardare per davvero con gli occhi dell’anima.

«Io… non capisco,» sussurrò, piegando appena la testa verso di lui, «dopo quello che mi è successo, dopo quello che sono… come puoi volermi?» Ken non poté fare a meno di sentire una stretta al petto, a quelle parole. «Devi sapere che io ho un debole per gli imperfetti, quelli con le maniglie dell’amore, quelli con l’anima in frantumi, quelli che sanno ancora emozionarsi. Amano meglio. E comunque come puoi dire una cosa del genere? Che ne sai di come sono io? Non puoi nemmeno vedermi, magari sono brutto come il peccato e al tuo confronto sfiguro…»

Ken non ama etichette o definizioni, ama chi il suo cuore gli dice di amare indipendentemente dal sesso di appartenenza. Quando entra la prima volta in quella stanza e lo vede così indifeso qualcosa scatta nel suo cuore, la voglia di stargli accanto, di proteggerlo. Per seguire il suo istinto metterà in discussione tutta la sua vita, tutto quello che è e per cui ha lottato per raggiungerlo, ma mai per un attimo sceglierà di tirarsi indietro donandosi con rispetto anima e corpo.

“Ogni giorno che passava sentiva crescere quel sentimento che provava per l’uomo sdraiato al suo fianco. Non era solo amore, era anche voglia di proteggerlo, di tenerlo al sicuro dai mali del mondo. Quel sentimento era come un presagio, che si presenta inatteso e che ti ritrovi lì, di fronte a te, inconsapevole spettatore della sua nascita e lo senti crescere e sbocciare. Era quello che provava e di colpo si sentì felice. Felice di essere lì, in quella casa, in quel letto.”

Personalmente è stata una lettura molto faticosa da affrontare perché ha toccato dei tasti per me molto delicati ma lo rileggerei altre mille volte perché questi personaggi ti entrano nel cuore e vorresti anche tu aiutarli.

E’ un romanzo intenso, molto profondo che non vi nascondo mi ha commosso particolarmente come ora mentre ve ne parlo. Sono pagine importanti di denuncia, di divulgazione di tematiche dove ormai non è più concesso voltare la faccia. Informare, empatizzare è l’unico modo per instillare nelle coscienze nuove prospettive da guardare e su cui riflettere.
Questa lettura con le sue componenti di suspense tiene con il fiato incollato fino all’ultima pagina e fa venir voglia di poter incontrare un amore così bello e profondo come quello dei protagonisti, oltre a sperare di poter aver accanto amici tanto speciali da supportarti incondizionatamente.

Che dire… perdetevi tra le pagine di questo romanzo struggente di un’autrice che una volta conosciuta non lascerete di più!

Alla prossima lettura! ❤

Rosanna S. (Recensionista Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...