REVIEW PARTY: Il profumo di Parigi di Giulia Dal Mas

Cari sognatori, venite a sognare ad occhi aperti tra la rue ed il Canal Grande del ‘900 nel romanzo di Giulia Dal Mas, edito More Stories!!!

41z93p+-TTL

GENERE: historical romance
DATA DI USCITA: 29 novembre 2020

Ebook / Cartaceo

Francia, 1908.

Isabelle Bonnet è nella sua stanza con una valigia in mano, pronta a partire alla volta dell’Italia. Ha vent’anni e da dodici è a servizio, da quando la madre è morta, assassinata nella loro casa alle porte di Parigi. Figlia illegittima di un marchese, viene allevata dalla moglie del padre, una donna cinica e fredda che ha un unico scopo, fare di lei la sua vendetta.
Quel viaggio a Venezia non rappresenta solo un nuovo lavoro, ma l’occasione per dimenticare. Non può sapere, tuttavia, che sarà proprio lì che il destino farà la sua mossa, facendole incontrare Tristan Martin, un giovane uomo, carismatico e affascinante, i cui segreti oscuri la travolgeranno, sino a riportarla in Francia, sulle orme del proprio passato.

Tra Venezia e Parigi, in un viaggio emozionante attraverso paesaggi mozzafiato e sontuose dimore, agli albori della belle époque, si intrecciano amore, intrighi e terribili delitti. Una storia tormentata, che condurrà la protagonista sino a un paesino sulle colline del sud della Francia, dove tutto ha avuto inizio.

Sono da sempre affascinata dagli amori predestinati che per un gioco machiavellico del fato trovano il loro compimento dopo molte peripezie, misteriosi come fosse un addentrarsi in un bosco cupo di cui non si conosce un sentiero ma che man mano che prosegui il cammino sei talmente parte di esso da trovare una tua strada.

Se poi questi amori tormentati hanno un’ambientazione nel passato tra nuove scoperte, abiti sfavillanti e una storia tutta da scrivere sono ancora più affascinata soprattutto poi in una Francia in piena Belle Époque e in una Venezia incantevole, misteriosa e senza tempo capirete bene che la mia curiosità per questo romanzo storico si accentua notevolmente.

Le distanze sociali ci sono sempre state tra coloro che hanno sempre avuto accesso a titoli nobiliari denaro e potere, rispetto al popolo che pur dotato di astuzia ed ingegno era ai margini delle decisioni. Gente ricca che pretende di comprare con il vile denaro valori, amori, tenere in scacco la vita delle persone che le circondano allo scopo di sollazzare il capriccio più effimero così come l’assetto del potere. Ma non sempre il fato dà carte favorevoli e proprio quando pensi di avere la mano migliore ti ritrovi senza più nulla tra le mani.

“Non era stato facile imparare a conoscersi, non dopo aver passato i primi otto anni della sua vita credendo di essere la più meravigliosa delle creature e i successivi dodici convinta dell’esatto opposto. Il suo mondo si era capovolto e, prima che avesse il tempo di capire, si era frantumato sotto i suoi occhi. Non sapeva più chi fosse, che cosa gli altri si aspettassero da lei né, tanto meno, che cosa lei si aspettasse da loro. Era sola, in un limbo da cui aveva imparato a uscire contando sulle sue sole forze. Molte cose erano state sacrificate, in nome di quella salvezza che l’aveva allontanata dalla pazzia.”

Isabelle è una giovane donna vuota, ferita dall’aver visto davanti ai suoi occhi sgretolarsi tutto il suo mondo. Figlia illegittima del marchese è al servizio della sua matrigna spietata e senza cuore che l’affida ad una nobildonna a Venezia.

“Le sollevò il mento e la guardò, il volto contratto in un’espressione a metà tra l’affascinato e l’infastidito. “Nei tuoi occhi ci sono tormento e desiderio.” Isabelle sbatté le palpebre. “Loro non mentono, a differenza delle persone.”… “Avete quello sguardo, quello di chi non ha più nulla da perdere.”

Qui per la giovane donna francese prende il via un viaggio che la porterà alla scoperta di segreti inconfessabili ed a conoscere un uomo misterioso e molto affascinante.

Di Isabelle ciò che la caratterizza è la sua curiosità che la spinge dove non dovrebbe essere ad ascoltare conversazioni a lei proibite che dipanano i fili di una realtà contorta a tratti anche pericolosa come solo l’esaltazione del rischio può essere.
Sbirciando fuori da una porta vede un uomo uscire da una vasca per poi ritrovarselo alle spalle. È di una bellezza sfrontata e mozzafiato che lascia la giovane donna attratta inesorabilmente.

“E poi pensò a lui, all’uomo ricco e affascinante di cui non sapeva nulla, ma che le aveva aperto la sua casa. Pensò alle sue parole, ai suoi gesti, a quella sua ostinata sicurezza e al tocco morbido della sua lingua. Una voce continuava a suggerirle di non fidarsi, di non abbassare la guardia, ma non era facile rimanere lucida, se impressi nella mente vedeva i suoi glutei contrarsi ancora e ancora, mentre languido scivolava dentro qualcuna che in fondo avrebbe voluto essere lei. C’era qualcosa di inebriante in lui, come un profumo che silenzioso si infila sotto la pelle. Qualcosa di misterioso e affascinante al tempo stesso. Qualcosa che desiderava.”

Tristan è un bellissimo mistero che affascina il lettore fino alla fine per le personalità molteplici che mostra e per il suo doloroso passato di cui man mano scopriamo traccia. Gioca con la mente di chi lo legge perché a tratti appare un uomo solo da proteggere dal fardello che si trascina dietro, in un altro istante appare un seduttore capace di far infervorare i sensi con le sue malie amatorie, per passare ad un uomo senza scrupoli che cerca solo vendetta. Ma qual è il vero Tristan? Beh, come spesso la vita ci racconta ognuno di noi ha in sé mille sfaccettature che lo disegnano in modo più complesso di quanto non possa fare l’uomo stesso che tende ad incasellare ogni cosa definendola.

“Non fingere con me, piccola Vanille. Non ne hai bisogno. Io so chi sei.” Isabelle sollevò lo sguardo di scatto, assorbendo l’energia dell’improvvisa scarica di adrenalina che il suo fare compiaciuto le aveva provocato. “Voi non sapete nulla” replicò di getto, scansando la sedia. Si alzò e si diresse verso il salone, decisa a lasciarsi dietro quel suo sguardo indagatore. “So che sei sola” disse, raggiungendola in un attimo. “So che ti è stato tolto tutto e che sei arrabbiata” continuò, passandole le mani intorno alla vita, cingendola da dietro. Un brivido la scosse, coprendole le gambe di pelle d’oca. “Sei un’ombra, Isabelle. Un fantasma, come lo sono io.”

Tristan e Isabelle sono due che vivono di passione, che nonostante tutto si cercano, si bramano perché anche se ne sono inconsapevoli, hanno riconosciuto l’uno negli occhi dell’altro lo stesso dolore, la stessa paura di sprofondare nel vuoto senza un appiglio perché forse il vero delitto è proprio amare chi dovremmo forse saper lasciar andare.

Tra intrighi, suspense, giochi di potere, lotte di classe, segreti misteriosi e inaspettati si tesse una trama altamente intrigante, complice la passione piccante piacevolmente sensuale oltre ad un’ambientazione suggestiva.
Leggeremo la storia dal punto di vista di Isabelle nella terza persona che personalmente adoro perché permette uno sviluppo della storia articolato, altamente emotivo che sa giocare su più fronti narrativi se ben orchestrata come in questo caso. Come pollicino ci addentriamo nel bosco fitto di questo racconto cercando qua e là gli indizi sparsi in un gioco investigativo sia di fatti che di caratterizzazione dei personaggi che mi intriga molto.

Ho molto apprezzato la ricostruzione temporale, ho odorato  il profumo fiorito francese, così come l’odore salmastro della laguna veneziana, mi hanno affascinata gli incontri con le personalità del tempo e la descrizione del tutto attenta, ma a mio gusto mai troppo ridondante. Ho vissuto sulla pelle la passione bruciante, la paura, l’attesa, la curiosità, lo sconcerto per certi eventi tragici, insomma ho vissuto un viaggio emotivo insieme ai protagonisti.

Come non consigliare questa lettura agli inguaribili romantici appassionati di storici con un pizzico di pepe e di suspense che non guasta mai e assicurano una lettura piacevole e scorrevole.

Alla prossima lettura! ❤

Rosanna S. (Recensionista Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...