REVIEW PARTY: Il confine dell’amore. Spin-off, vol.1 della serie Swiss Stories di Carmen Weiz

Cari sognatori, eccovi l’accattivante romanzo di Carmen Weiz!!!

51aH9mEMGLL

GENERE: romance, new adult
DATA DI USCITA: 26 gennaio 2020

Ebook / Cartaceo

Vi conoscete fin da piccole, siete cresciute insieme, diventando inseparabili.
Hai donato a lei un pezzetto del tuo cuore, pensavi di conoscerla, di conoscere tutto su di lei, come lei sicuramente conosceva tutto di te.
La tua migliore amica…
Quanto potresti esserti sbagliata?
Quando tutti i segreti verranno a galla, mostrando di chi ti sei fidata, ti accorgerai di quanto le hai creduto rendendoti completamente indifesa.
Come in un caleidoscopio di vita, Carmen Weiz ci racconta una storia sul potere dell’amicizia, del primo amore e su coloro che il destino ha scelto per essere i custodi dei nostri primi segreti.
Racconta di come il nostro cuore possa vagare per strade misteriose e che a volte, le cose migliori accadono proprio quando pensiamo che tutto sia stato perduto…
E sulle conseguenze che dobbiamo affrontare da adulti quando scopriamo di esserci fidati della persona sbagliata.

“Il karma disse: ti innamorerai di qualcuno che non ti amerà, per non aver amato qualcuno che ti amava.”

Questo libro può essere letto separatamente dal restante della serie Swiss Stories.

Oggi vi ritorno a parlare di una delle penne più intense, coinvolgenti e sconvolgenti, che sa farti sua attraverso le sue storie… sto parlando di Carmen Weiz con il suo intensissimo magico, doloroso, palpitante primo spin off della serie Swiss Stories!

Di certo il tempo scorre come la piena di un fiume in corsa, ed è proprio lì che come una foglia trasportata dalle sue onde ci porta nella vita di una ragazza che, dalla sua ingenuità di bambina dolce e amorosa, ritroviamo a donna adulta… Mia!

Mia è la figlia di Thomas, storia trattata nel primo volume della serie, dove incontrò e salvò Anna, qui apprendiamo che il loro amore è sbocciato in un dolce angelo di nome Nicolas, ma più importante restiamo avvinti, distrutti, magnetizzati dalla vita di Mia che tra passato e presente, ci porterà a fronte di come il destino e le scelte fatte abbiano conseguenze incancellabili. Mia risulta ben diversa da come me la sarei aspettata lo ammetto, al contempo c’è pur da dire che avendo un poliziotto come padre, molto protettivo, si è trovata a volte come penalizzata per la sua crescita. In verità fin dal principio ci troviamo di fronte una ragazza lacunosa sulla sua vita, dubbiosa su cosa fare nel suo personale, la troviamo a riaprire un capitolo mai serrato del suo passato dove i primi morsi dell’amore l’hanno toccata così in profondità da non lasciare spazio a nessuno per sopperire quella figura mancante nel suo cuore. Mia seppur segnata dell’abbandono della madre naturale, grazie ad Anna ha trovato in lei una seconda madre e ha sempre avuto una famiglia amorosa che sempre l’ha sostenuta, il suo franare è interiore, dove il ricordo e il destino ripresentano al suo cospetto colui mai dimenticato, Ethan. Lei qui ora si trova ad un bivio, da un lato il reclamo del suo cuore infranto, dall’altro l’uomo che l’ha sempre solo portata in palmo di mano, colui la cui amicizia fin dagli anni di infanzia ha portato ad uno scalino sempre superiore negli anni, un percorso già scritto e da tutti logico che però richiede il passo più grande ed evolutivo ora.

Il cardine sta “Si può amare per due?”…la risposta é no, ma “si può amare chi non ci ha mai dimostrato amore?, “può esserci futuro in ciò?”… Qui sta ai fatti, alle scelte, al passato ed a quanto tu sei disposto a lottare…

Il romanzo è ben scandito in tre suddivisioni nette ed evolutive, se per la prima metà è Mia che si apre a noi, al suo amore/dolore, ci parla dell’adolescenza che anni addietro le ha letteralmente strappato l’anima, poi eccoci a colui che è il tarlo ossessionante, opprimente, soffocante. Ethan in verità è un uomo alla deriva, che del suo male interiore mai si è liberato, vivendo sempre sulla cresta dell’onda non ha fatto altro che alimentare sempre più la sua cattiva vita, una vita fatta di specchi per le allodole e copertine patinate, ma pure che nel profondo di sé cela un’anima vera, imperfetta e palpitante. Questa stessa lo ha spinto a scelte “egoistiche”, non pensando alle conseguenze per gli altri, è come un bambino che per anni si è mosso come un elefante in una cristalleria fin al punto dove il danno fatto era irrecuperabile. Ciò distrugge tutto, ma al contempo porta al dover affrontare un demone pronto a divorarti per sempre… sarà pronto?

Carmen ci porta pagine forti, diverse da ciò che la serie in verità ci ha sempre dato, qui tutto volge ad un percorso interiore, fatto di piccoli pezzi di vetro che vanno a comporre un cuore distrutto e devastato. Le persone amiche di infanzia a cui cade la maschera rispecchiando un io interiore mai pensato, cardini eventi di crescita che si riscoprono sotto la lente della verità spietata, dove proprio chi più vicino a te non è altro che un fantoccio ben costruito per far figura. Ma più di tutto è il percorso interiore di entrambi a portarti alla follia cieca, anni rubati ai ricordi che scatenano il pianto e batticuore, scelte incoscienti che portano dolore e tracciano un solco indelebile nel cuore. Quello che più colpisce e che porta a noi è quanto si possa aiutare fino ad un certo punto, che a volte la sola volontà a metà non basti, il dolore dell’importanza di chi accanto a te si trova vincolato da un muro impenetrabile.

Tocca molti temi particolari, senza mai eccedere, illustra situazioni che a tutt’oggi sono vere e reali, l’amicizia, il senso di perdita, la morte, la droga, la fama, il lato nascosto delle persone, ma anche la dolcezza dell’amore, la sua forza che può distruggerti o elevarti in paradiso. Non mancano poi i caratteri forti e le risate, ci ritroveremo riabbracciarti da questa famiglia “allargata”,  con accanto figure che ho amato negli altri volumi. Particolare e spiccata la sua totale impaginazione, dove ogni capitolo si contorta di magia con delle card particolari incentrate proprio su ciò che si appresta a leggere, non da meno dà spazio a tutti i personaggi coinvolti con un completo conoscimento totale.

Tornare a leggere nuovamente Carmen in queste nuove pagine è stato per me un piacere immenso, poter riassaporare ed essere avvinta dal forte palpitare dei suoi personaggi è stato sublime ed intenso come sempre lei sa fare… l’amore vero predestinato, acerbo, crescente e annientante è come una droga. Non mi resta che consigliarvelo ardentemente, ma attenzione il mio prossimo appuntamento è per il secondo Spin-off di questa serie dal titolo Il confine del perdono. 😘

Michy (Blogger Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...