Calendario dell’avvento del Canto di Natale di Charles Dickens – GIORNO 19: Recensione

Cari sognatori, eccoci finalmente giunti a presentarvi questo bellissimo classico che non ha tempo, nato dalla penna eccelsa di Charles Dickens; lo ritroviamo nella versione edita Mondadori con le illustrazioni di Luca Caimmi!!!

71h7AaWSwTL

GENERE: classico, racconto
DATA DI USCITA: 24 novembre 2020

Cartaceo

Il più celebre e amato racconto natalizio in una nuova traduzione con le illustrazione di Luca Caimmi. Ebenezer Scrooge è un vecchio avaro, bisbetico, scorbutico e senza cuore. I soldi sono la sua unica gioia, finché l’arrivo di tre spiriti non cambierà la sua esistenza. In una sola notte, dovrà fare i conti con il passato, il presente e il futuro, finendo così per scoprire il senso e la bellezza del Natale.

Chi di voi non ha mai visto il film del “Canto di Natale”?
Penso tutti, ma avete mai letto il libro?
La maggior parte delle persone, si soffermano sul fatto che questa storia si incentri soprattutto sui fantasmi dei Natali passato, presente e futuro ma non è così perché questo libro è molto di più…

Scrooge è l’essere più avaro che esista, odia il Natale, odia essere circondato dalle persone ma nonostante questo il suo cuore non è del tutto di ghiaccio…
Non ha un passato facile alle spalle, la sua vita è stata segnata da grandi perdite ma nonostante questo ha preferito i soldi all’amore del prossimo.

Nel racconto troviamo tre fantasmi: quello del Natale passato che farà rivivere al nostro protagonista la sua vita, il fatto che in molte occasioni, aveva avuto la possibilità di essere felice, di vivere circondato dall’amore delle persone.
Ed è proprio qui che ritroviamo Belle. Quella ragazza che avrebbe rinunciato a tutto per lui ma Scrooge ha preferito i soldi a lei, al suo amore, al suo affetto.

Il fantasma del Natale presente lo porterà a scoprire cosa pensano veramente di lui le persone, soprattutto la famiglia di suo nipote, ed è proprio qui che conosceremo Timmy.
Un bambino a cui la vita non ha dato una scelta… Incastrato a camminare con delle stampelle, le gambe sorrette da dei “metalli” (come li chiamo io) ma nonostante tutto riesce sempre a sorridere ed è proprio grazie a lui che il cuore del nostro avaro Scrooge si intenerisce.

Per quanto riguarda il fantasma del Natale futuro, c’è poco da dire….
Se ve lo svelassi ora, non avrebbe senso leggere il romanzo.
A proposito, ho amato tantissimo che il racconto sia caratterizzato da delle figure, per non parlare dei dialoghi, dritti e coincisi.

Non sono solo i fantasmi che si palesano nel racconto che fanno in se stesso la storia ma anche i personaggi che, a noi possono sembrare influenti ma che alla fine sono proprio quelli che ci fanno capire il vero senso della storia.
Bisognerebbe prendere esempio da questa storia…
Ogni racconto ha un suo significato, un suo perché ed io avendolo letto talmente tante volte che ho perso il conto, ho capito che nella vita meglio essere povero e avere tanto amore intorno che ricchi e rimanere solo a vita…

Ricordatevi che la famiglia è la cosa più importante che esista, che ogni decisione corrisponde ad una reazione, che sia positiva o negativa. Siamo noi gli artefici del nostro destino.
Buon Natale e buone feste a tutti! ❤

La vostra…

Arianna (Recensionista Sognare).

cal avvento 1


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...