RECENSIONE: Priest. Un prete di Sierra Simone

Cari sognatori, eccovi il romanzo forte e peccaminoso di Sierra Simone, edito Hope Edizioni!!!

41NOpIZjtKL

GENERE: erotic romance
DATA DI USCITA: 27 febbraio 2020

Ebook / Cartaceo

Ci sono molte regole che un prete non può infrangere. Un prete non si può sposare. Un prete non può abbandonare il proprio gregge. Un prete non può abbandonare il suo Dio. Sono sempre stato bravo a seguire le regole. Fino a quando non è arrivata lei. Da allora, ho appreso nuove regole. Mi chiamo Tyler Anselm Bell. Ho ventinove anni. Alcuni mesi fa, ho infranto il voto di castità sull’altare della mia chiesa e, Dio mi perdoni, lo rifarei. Sono un prete e questa è la mia confessione.

Per la tematica affrontata è consigliata la lettura ad un pubblico adulto e consapevole. 

Fin da ragazzina ho sempre avuto una passione per gli amori proibiti, quegli amori verso chi non dovresti nemmeno guardare o sfiorare con un dito, ma nonostante tutto diventano come lava che infiamma le vene bruciando ogni inibizione, spingendoti fino al desiderare l’impossibile. Per me questi romanzi sono la scelta di raccontare una storia di due persone, non l’intento di lasciare una certa morale o altro. E questa penna ama sovvertire le regole scrivendo delle storie che esasperano le tematiche come a voler dire se parliamo di un argomento allora enfatizziamolo, portiamolo agli estremi pensati e concessi con l’effetto di scandalizzare e di far parlare di sé. Questa storia in particolare parla di diverse forme d’amore, quella religiosa, che si scontrano duellando in una battaglia senza esclusioni di colpi. Una lotta tra due diverse vocazioni, tra sensi di colpa, senso della vocazione, senso di vendetta, senso del peccato che con le sue brame ti trascina in un girone di lussuria e perversione.

Se siete persone con una morale spiccata, con un senso della fede forte, se cercate storie che rispettino alcuni canoni morali ben definiti, non approcciarti a questo romanzo perché in molti punti la vena esasperante dell’autrice vi spingerà da un lato a voler spiare dal buco della serratura in questa chiesa per scorgere ogni dettaglio pruriginoso, dall’altro vi allontanerà da queste pagine pensando che sia troppo.

Se un autore riesce a portarmi in un mondo proibito che riscrive una morale rendendola credibile anche solo per un attimo, io amo immergermi in quelle acque torbide ascoltando la voce di chi ha una storia da raccontare anche se brutale, scandalosa, scomoda come la realtà spesso lo è.

Tyler Bell è un uomo giovane, bello come il peccato, troppo muscoloso, troppo di tutto quello che si può desiderare, ma soprattutto è un’anima inquieta che non trova mai pace. Abbraccia la vocazione religiosa per un riscatto verso un profondo dolore del passato, e lui quando sceglie un qualcosa lo fa con tutta l’anima mettendoci tutto se stesso. Prima era un uomo che amava le donne ed un certo tipo di sessualità spinta che ha messo da parte per il suo voto di castità.
Ma un giorno va a confessarsi una donna che segnerà per sempre il suo cammino…

Quando due spiriti affini si incontrano, si riconoscono, si annusano, si sentono fino a bramarsi ardentemente. Poppy è una donna molto carnale, appassionata e passionale, che è consapevole di sé e della sua bellezza. Viene da una famiglia agiata che l’ha sempre fatta sentire come una bella statuina vuota in un ingranaggio all’apparenza perfetto, ma che non le lasciava nulla dentro. Quando scopre i tradimenti del fidanzato storico ed il senso di disagio verso quella vita apparente decide di ricominciare ed arriva ad usare la propria femminilità per inebriare gli uomini che anelano di poterla avere anche solo per un attimo. Quando arriva da padre Bell è dilaniata da una lotta interiore che scopre essere la stessa di quel sacerdote così affascinante.

Tra Padre Belle e la bella, misteriosa Poppy nasce una storia di sesso rovente, infuocato, blasfemo e mistico allo stesso tempo. Sì mistico perché è nutrito dal dilemma tra corpo ed anima, tra la voglia di avere una guida spirituale che segni i passi della vita ed il desiderio bruciante che questo amore possa diventare il segno di questa appartenenza. Un amore dissacrante consumato in ogni luogo inaccessibile ad esso, con tutti i simboli di tale fede usati in modo improprio allo scopo di scandalizzare volutamente il lettore.

Sono pagine che ti consumano, ti corrodono dentro, ti infiammano, ti esaltano ma inaspettatamente ti fanno riflettere sul senso di alcune scelte, e l’importanza di poter scegliere la vocazione più giusta per la propria vita ricordando che proprio quella fede passa attraverso l’umanità dell’uomo e non contro. Ogni scelta se è dettata dall’amore e per amore, se racchiude tutto quello che siamo e lo offriamo, diventa sacra. Dico questo non perché avvaloro alcune scelte dell’autrice, anzi le ho trovate esasperate, ma al tempo stesso sono rimasta affascinata anche dal percorso umano, dal conflitto interiore, dalla purezza di un amore immenso tra due anime tormentate che si amano carnalmente in modo viscerale.

Se anche voi come me amate lasciarvi provocare dalle letture, senza pregiudizi, con la voglia di sconfinare in mondi proibiti, questa lettura vi trascinerà nel girone degli amori dannati accendendovi i sensi.

Alla prossima lettura! ❤

Rosanna S.
(Recensionista Sognare).


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...