REVIEW TOUR: Tutto a posto tranne l’amore di Anna Premoli

Cari sognatori, una commedia esilarante, ma con una morale profonda… eccovi il nuovo romanzo di Anna Premoli, edito Newton Compton Editori!!!

51J926iBMEL

GENERE: contemporary romance
DATA DI USCITA: 8 febbraio 2021

Ebook / Cartaceo

Ludovico Paravicini è decisamente prevenuto in fatto di donne, ma chi non lo sarebbe, al posto suo? L’epilogo del suo grande amore è stato infatti davvero infelice. In una parola: divorzio. E per giunta non è stato nemmeno amichevole: Ginevra, la sua ex moglie, anni fa ha fatto armi e bagagli e preteso da lui un lauto assegno di mantenimento, autorizzandolo a pensare il peggio di lei. E adesso Ludovico sarebbe ben lieto di continuare a nutrire questa convinzione. Ma all’improvviso Ginevra ricompare e sembra molto determinata a fargli cambiare idea. A volte capita che le persone che si pensa di conoscere meglio riservino delle sorprese assolutamente imprevedibili. E non è detto che queste sorprese siano negative…
La nuova brillante e romantica commedia della regina del rosa italiano

Il personaggio che incontriamo per primo in questa storia è Ludovico Paravicini.
Un quasi quarantenne, come ci tiene a precisare lui, con un lavoro ben avviato nel ramo economico e con alle spalle un ex matrimonio. Eh già… ha una ex moglie che continua ad esser presente in un modo o nell’altro nella sua vita, seppur sono ormai “ex” da oltre tre anni!
Ed infatti, la sua ex lo ha convocato nuovamente dinnanzi al giudice per la revisione dell’assegno di mantenimento.

“Il giudice «Ora è qui, perciò procediamo», torna a concentrarsi sugli incartamenti sottomano. «La signora Ginevra Rossi ha fatto istanza per la richiesta di revisione dell’assegno di mantenimento a suo favore, corretto?», domanda con la voce annoiata di chi è al suo ennesimo caso quel giorno. Per lui siamo tutti uguali, tutti una triste statistica.
«Non proprio, ne ho chiesto la cancellazione», mi ritrovo a specificare. Intervenire è stato più forte di me.”

Infatti Ginevra Rossi, la ex moglie di Ludovico, non solo ha chiesto l’annullamento dell’assegno, ma pretende anche di restituire tutte le somme ricevute fino a quel momento.
Una situazione nuova, che mette un po’ di squilibrio in Ludovico che in quel versamento mensile aveva ‘immaginato’ un filo invisibile che lo collegava ancora alla sua ex moglie.

“Ludovico riscuote la testa. «Arredare non mi è mai piaciuto. E poi richiede tempo. Che non ho». «Il tempo è sempre molto soggettivo: persino le persone più impegnate trovano dei momenti per dedicarsi a quello che gli sta a cuore. A te evidentemente non preme a sufficienza arredare la tua casa. Tranquillo, sei in buona compagnia, ma è per questo che esistono figure come la mia…», mi ricorda con tono squisitamente professionale. O impersonale. Comprendo il suo tentativo di risultare distaccata, preparata e competente. Io avrei fatto lo stesso al suo posto, sia chiaro. Però, maledizione, per un attimo vorrei vederla anche reagire in qualche modo. Non voglio essere l’unico emotivo qui dentro. «Perché?», le chiedo una seconda volta. Ginevra si allontana dalla finestra che stava studiando con cura per voltarsi nella mia direzione. «Perché?», ripete confusa. «Perché non mi hai mai detto che ti piacciono i cani?», torno a insistere. Lei sospira mentre riflette. «Perché qualche volta mi sentivo in soggezione e avevo come paura di contraddirti», mi confessa in maniera del tutto imprevista.”

Ed è così che avvengono più cose insolite insieme…
La mamma di Ludovico ha un incidente casalingo e lui è costretto ad occuparsi del suo cane, il terrier Giacomo.
Ludovico è famoso per non essere un grande amante degli animali.
Poi si ritrova la sua ex moglie che inizia ad arredargli casa. E dulcis in fundo, una pandemia chiamata coronavirus che obbliga tutti, compreso Ludovico, i suoi colleghi e Ginevra a lavorare da casa, in smart working, ed ancora più grave, li chiude tutti in casa…
Un vero e proprio lockdown mondiale che li obbliga ad uscire solo per lo stretto necessario, indossando mascherina e guanti.
Sembra il set di un film di fantascienza, ma purtroppo è la realtà che il mondo si ritrova a vivere dal marzo 2020.
Ma è proprio quando tutto sembra perduto, che si riesce ad analizzare meglio la propria situazione di vita, famigliare, amorosa e lavorativa.

“Spengo il computer e corro a controllare di avere indosso qualcosa di decente per poter uscire al volo. Chiunque non porti la tuta, vince a mani basse la gara dell’eleganza, mi pare di aver capito. Per mia fortuna oggi ho scelto i jeans. Potrei quasi andare a un ballo. La speranza che Ginevra abbia deciso di tornare al Pam è, appunto, una possibilità tra mille. Un desiderio di quelli che ancora puoi confidare a te stesso, perché passeggiare tra gli scaffali del supermercato pare essere qualcosa di socialmente accettabile. Tipo, devo fare la spesa anch’io, vediamo se incontro qualcuno di conosciuto. La coda per entrare è lunga e gli occhi che si intravedono dietro le tante forme di mascherine si possono dividere in due grandi gruppi: quelli che si annoiano a morte e quelli terrorizzati dal rischiare la vita anche solo a uscire sotto casa.”

La spesa al supermercato diventa uno dei motivi validi per uscire, ed il telefono diventa l’unico testimone di lunghe conversazioni lavorative, di confidenze, di molteplici videochiamate.

Infatti ogni occasione è buona per Ludovico, per chiamare Ginevra… una volta la chiama per sapere come montare un mobile o ringraziarla per la sedia, ma anche per informarsi su come stia o magari può essere l’occasione giusta per vedere un film insieme tramite pc.
Ma principalmente per parlare e ritornare a conoscersi nuovamente, e riscoprirsi affascinati di quella persona nuova che si trovano davanti lo schermo del telefono, che si è anche messa in discussione più e più volte…
E’ proprio vero che solo il coronavirus ha permesso di spegnere il cervello frenetico, e ci ha costretti ad analizzare le vere priorità della vita, come in una scala ideale, mettendo nel giusto ordine quello che desideriamo, che tipo di persona vorremmo avere accanto, e cosa vogliamo fare e possiamo fare per essere nuovamente felici.

Ed anche per Ginevra e Ludovico sarà così?
Pure loro riusciranno a scavare nel loro intimo e riconoscere apertamente i propri errori?
Riusciranno a creare un rapporto amichevole da “ex” partner senza doversi ogni volta recriminare situazioni passate?

Una bellissima storia d’amore che ci parla di due persone, Ludovico e Ginevra, che attraverso il dramma della pandemia ritrovano se stessi e ricostruiscono dalla cenere il loro rapporto d’amicizia fatto di confidenze, chiarimenti e sincerità.. perché quando tutti i muri sono stati abbattuti, si rimane nudi specialmente davanti a se stessi.

Un bellissimo libro che consiglio a tutti! ❤

Maria
(Recensionista Sognare)

Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?!
Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare!
Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...