REVIEW PARTY: SOLO al mondo di Manila Alba

Cari sognatori, immergetevi in questo amore totalizzante nel nuovo romanzo di Manila Alba!!!

41IAonD5ocL

GENERE: romance, new adult, m/m
DATA DI USCITA: 7 febbraio 2021

Ebook / Cartaceo

“L’uomo sa nascondere la sua anima, se davvero lo vuole. Io l’ho fatto per tutta la vita, non credevo lo stesse facendo anche lui”
Vi siete mai sentiti soli al mondo?
Sebastian conosce bene quella sensazione. Non si fida di nessuno, non parla con nessuno. Nasconde la sua fragilità interiore dietro a una facciata da duro. È inavvicinabile per chiunque tenti di farlo.
Tutte le sue mancanze, le sue speranze Sebastian le riversa nell’arte.
La sua esistenza verrà scombussolata quando, per poter inseguire i suoi sogni, sarà costretto a una convivenza forzata. Dividere gli spazi con un ragazzo che è il suo esatto opposto e che ha sempre detestato, lo metterà a dura prova. Aron è sicuro di sé, elegante e stronzo da morire.
Ma due anime tanto diverse, quando si incontrano, possono legarsi per sempre.
“Siamo un’onda piegata nello stesso spazio che s’infrange, ma non si rompe”

Ad alcune persone la vita sembra voler togliere tutto, spogliare l’anima di ogni consapevolezza. privare di ogni speranza, annientare ogni sicurezza al punto da non aver più parole da dire perché nessuno può realmente comprendere quel buco nero al centro del petto che ti corrode dall’interno. Nessuno è in grado di amare il guscio vuoto che è la nostra vita se non la riempiamo di senso, se dentro di noi non resta altro che un beffardo senso di colpa che ci fa credere di non esser fatti per amare perché noi tutto quello che tocchiamo lo sporchiamo, non siamo capaci di amare perché tanto prima o poi ci viene strappato e resta solo cenere. Eppure nonostante noi, il destino beffardo che sembra accanirsi solamente con noi, nonostante non ci crediamo nemmeno un po’ arriva silenziosamente qualcuno che ci guarda dentro per davvero, che sembra sentire il nostro grido di dolore silenziosamente urlato e tira fuori la nostra voce dell’anima rendendola un suono melodioso. È come se in quell’attimo che profuma di eterno per un istante troviamo quel posto nel mondo che ci spetta. È uno sguardo che trafigge l’anima che ti fa sentire di non esser più solo perché si può aver paura insieme.

Questo è l’amore raccontato da questo libro che non posso non definire meraviglioso perché con delicatezza ha toccato delle corde del mio cuore, mi ha cullata, mi ha riportato il cuore nel giusto assetto nel mio mondo. Li ho sentiti parte di me fin dal prologo, ho pianto con loro fin dall’inizio, mi è scattato un senso di empatia profondo con quest’anima spezzata dalla vita che grida silenziosamente di essere abbracciata ed amata, di avere quella speranza per cui valga la pena vivere e non sopravvivere alla vita stessa.

“Perché io faccio sempre così, io scappo. Sto alla larga da tutto ciò che mi tocca nel profondo… i sentimenti, le amicizie, quella poca famiglia che mi è rimasta. Ma stavolta non posso scappare da lui. Il dolore che ho provato quando ho perso i miei genitori è stato devastante, ma in questo momento sento di non avere più un cuore. È come se mi fosse stato strappato dal petto. Non sento più niente che non siano le mie gambe correre verso di lui.”

Sebastian è un mondo di colori rinchiuso in un mare di nero come la delusione verso quella vita che l’ha sempre fatto sentire solo, non amato, senza appartenere veramente a qualcosa o a qualcuno, o che ancor peggio l’ha illuso di poter esser parte di un qualcosa per poi vedersela brutalmente strappata insieme a quel pezzo di cuore che non torna più indietro.

Passa dal piccolo organello chiuso e silenzioso, alla gioia di essere accolto in una famiglia che di botto gli viene tolta. Allora non resta che l’arte per tirare fuori la sua anima visto che con le parole non sa farlo, non resta che il piacere effimero senza mai darsi o soffermarsi su qualcosa o qualcuno perché poi tanto non resta. Ma in tutto ciò che lui, quell’uomo che odia, desidera, non comprende così tanto diverso da lui con una vita preimpostata, senza pecche, freddo, distaccato che ironia della sorte si ritrova ad una vicinanza forzata.

«Che ci posso fare se sono un tipo pratico e i colori mi piacciono solo se sono su di una tela?» «Giusto… tu non hai gusto», dice sprezzante e facendomi incazzare. «Senti, ho capito, non ti piaccio. Se è per questo, neanche tu mi vai a genio. Ma puoi continuare a ignorarmi come hai fatto negli ultimi ventisei anni», gli rispondo scocciato. Aron mi si avvicina con uno sguardo che non promette niente di buono, i suoi occhi sono di ghiaccio e si scontrano con i miei. «Tu non sai niente. Non hai mai capito niente!»

Aron non fa che ripetere a Sebastian che lui non sa niente, che non è niente perché lui, non permette a niente e nessuno di avvicinarsi per davvero. E allora perché per Sebastian perdersi in quei laghi blu dei suoi occhi lo scombussola tanto? Perché ogni approccio con quell’uomo misterioso lo intriga, lo fa sentire vivo al punto da averne così tanta paura e panico?

Aron è molto più simile a Sebastian di quanto immagina e crede, da sempre lo ha osservato da lontano, prova una rabbia cieca verso colui che nemmeno si  rende conto di quello che lo circonda, Ha finto una vita non sua, delle aspettative non sue, ha finto per nascondersi dalla paura di non esser accettato. Lo incontreremo attraverso lo sguardo di Sebastian che racconta la storia dal suo punto di vista ma esattamente come il bello e misterioso artista il nostro Aron si farà amare per davvero.

“Occhi, respiri, labbra, carne, mi prendo tutto di lui, ogni cosa. Lascio l’impronta delle mie mani su tutta la superficie del suo corpo, ma è dentro al suo cuore che voglio arrivare. Seguo la curva della sua schiena, le mie dita viaggiano vagabonde e senza meta, le lascio scorrere inseguendo l’amore. Come un pianista che suona ad occhi chiusi perché, ormai, conosce il brano a memoria e le sue mani si fondono con i tasti del pianoforte, creando qualcosa di meraviglioso. Noi siamo così, due esseri che distanti si sentono vuoti, ma che si completano quando stanno insieme. Aron domina ogni cosa, perfino il mio spirito ribelle, zingaro in un mondo senza amore.”

Il loro è un amore predestinato, struggente, totalizzante, appassionante unico e solo. Capace di abbattere muri, pregiudizi, curare ferite dell’anima di una vita intera.
E’ un libro intenso, scritto in modo vero, romantico, passionale che rileggerei altre mille volte. Ci sono delle scene che ti restano inevitabilmente impresse nel cuore, attimi in cui desidereresti poter aver amato così almeno una volta nella vita, appartenere l’uno all’altro in modo così viscerale, profondo, fa venir voglia di buttare ogni remora e lasciarsi andare.

Regalatevi delle ore d’amore racchiuse nelle pagine di un romanzo che difficilmente dimenticherete e che saprà emozionare come pochi.

Alla prossima lettura! ❤

Rosanna S. 
(Recensionista Sognare)

Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?!
Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare!
Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...