RECENSIONE: Shallow (Skull of Hell MC Series, vol.1) di Silvia Carbone

Cari sognatori, tuffatevi nell’oscurità più fremente nel romanzo di Silvia Carbone!!!

51Cd0nSTBuL

SERIE: Skulls of Hell MC series, vol.1
GENERE: MC romance 
DATA DI USCITA: 28 settembre 2020

Ebook / Cartaceo 

Rispetto. Onore. Per la mia famiglia.
Fratellanza. La mia legge.
Questi sono i valori con cui sono stato cresciuto.
Agisco a sangue freddo, insensibile al dolore dei miei nemici.
Prendo e tolgo a mio piacimento.
Nulla ha importanza, vivo solo per il club.
Fino al suo arrivo.
Reese Jones è una ragazza determinata e leale.
Ma non solo, è anche bellissima.
Sono un uomo che vive nell’ambiguità e ho dei segreti.
Lei sarà la mia ossessione.
Io la sua rovina.
Mi chiamo Killian “Shallow” Hill, vicepresidente degli Skulls of Hell MC.
Vivo all’inferno.
E non ho paura.
**IL ROMANZO CONTIENE SCENE DI SESSO ESPLICITE**
**ROMANZO AUTOCONCLUSIVO**

Parlare di questo romanzo senza tener conto dell’effetto devastante che quest’uomo ha avuto su di me non è facile ma era da così tanto che non mi sentivo in preda ad un’irrefrenabile voglia di leggere senza smettere mai, di sentirmi parte di una storia, di voler essere la donna di un uomo così fuori dalle righe ma che mi ha regalato brividi a fior di pelle.

Ho iniziato a leggere una mattina che non prendevo sonno ed era troppo presto per alzarmi, ve lo racconto perché la sola idea di staccarmi da quelle pagine mi mancava il fiato. Mi sentivo come una bimba capricciosa che odia tutto perché per me quel tutto era in quelle pagine. Non vedevo l’ora di smettere di fare tutto per tornare da lui, dal suo fascino oscuro da bad man che mi ammaliava anche se nella vita vera non avrei mai scelto uno come lui. Se la penna è capace di farti entrare nel suo mondo che ha creato apposta per te, non importa se quello che è racchiuso nella storia non ti corrisponda come ideali e principi, tu sarai avvolto nella storia al punto da desiderare l’impossibile come se fosse il sogno proibito di un’avventura irripetibile. Io amo molto questo genere di romanzi e questo in particolare incarna bene cosa mi affascina… da un lato questo gioco di chiaro oscuro tra bene e male, tra senso di appartenenza di famiglia e dall’altra traffici illegali che rendono questi personaggi decisamente poco raccomandabili. Ma quello che mi ha presa follemente è questo desiderio profondo, viscerale di appartenere a qualcuno a cui affideresti tutta la tua vita incondizionatamente. Quando un uomo così dominante e prepotente ti vuole, diventi il centro del suo mondo e non hai più scampo, ma solo se incontra una donna capace di contenere quell’oscurità fino al riportarlo alla luce senza pregiudizio alcuno. E quando questo accade non importa l’età, non importa chi sei prima di quel momento, sai solo che da lì non si scappa, non si torna più indietro.

“Reese aveva risvegliato una parte di me che non conoscevo. Istigava il mio senso di protezione, mi affascinava con il suo spirito libero e quella grande forza di volontà ed ero incastrato in quegli occhi che mi facevano desiderare di prendermela. La chimica che scorreva tra di noi era un’attrazione irragionevole, forte e selvaggia. Riusciva a portare in superficie i miei demoni, facendomi sentire debole. Non mi piaceva quello stato interiore, ma sapevo che quei sentimenti contrastanti mi avevano ridato la voglia di possedere qualcosa nella vita. Di avere lei. Di reclamarla come mia. Di vivere quella passione. Quando non era con me, mi sentivo irrequieto. Avevo la sensazione che potesse svanirmi tra le mani senza poter fare nulla.”

Killian è spezzato dai sensi di colpa per non esserci stato quando doveva, per aver perso una parte di lui per colpa sua e questo lo rende vuoto, cieco davanti a tutto. Lui vede solo il club a cui darebbe la vita, i suoi fratelli che lo sostengono e la donna con cui divide solo il letto. È freddo, tagliente, determinato a vendicarsi di chi l’ha tradito e verso i suoi nemici. Non vuole più innamorarsi perché amare è la sua debolezza più grande e lui non può più permetterselo. Ma a lei non era pronto, non era pronto a quella ragazzina impertinente capace d’incendiargli il sangue, di fargli battere il cuore come un forsennato, capace di portarlo in paradiso e al tempo stesso di trascinarlo all’inferno più profondo.

“Ebbe un attimo di esitazione, ma poi abbassò la testa facendo un passo indietro. Aveva capito che doveva restarmi lontano e, nonostante tutto, volevo spaccare qualcosa per far sì che le cose non fossero così. Aveva un futuro, avrebbe studiato e sarebbe andata via dal club entro qualche mese. Eppure, ero combattuto come un ragazzino, volevo i suoi gemiti, volevo affondare tra le sue gambe, volevo che mi guardasse. La volevo. Ma la volevo anche più lontano possibile da me. Lei era una complicazione che non desideravo nella mia vita e che non potevo permettermi.”

Reese è cresciuta solo con l’amore di suo fratello perché i suoi erano troppo impegnati a farsi di droga per essere chiamati genitori. Appena può badare a sé, suo fratello le trova un lavoro in un’officina e se ne va. Per i suoi diciassette anni è una donna che la vita ha temprato e fatto crescere in fretta senza fronzoli, senza sconti. Ma ora che i suoi non ci sono più suo fratello è venuto a prenderla per portarla nel luogo dove incontrerà la famiglia più improbabile ma che la proteggerà a costo della vita stessa e le fa incontrare lui l’uomo più sexy, dalla bellezza letale ed oscura che la trascinerà nel suo inferno personale.

La cosa che ho amato di più in questa storia così intensa e bollente è come l’autrice sia riuscita a creare personaggi con una personalità vera, intensa, capaci anche di controsensi apparenti come lo siamo ognuno di noi. Nulla vieta che un uomo letale e spietato se incontra la sua donna riesca a riflettere su se stesso in modo profondo, ma al tempo stesso nulla vieta ad una ragazzina per età di essere indipendente e con gli attributi perché la vita stessa non le ha fatto sconti.

Se come me amate i ragazzacci tatuatissimi, illegali, peccaminosi, che sanno tirare fuori il lato più torbido delle vostre fantasie più perverse, ma che sanno amarvi come se foste l’unica ragione di vita… allora che aspettate a tuffarvi tra queste pagine.

Alla prossima lettura! ❤

Rosanna S.
(Recensionista Sognare)

Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?!
Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare!
Grazie! 😉

Un pensiero su “RECENSIONE: Shallow (Skull of Hell MC Series, vol.1) di Silvia Carbone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...