REVIEW PARTY: La polvere di carta di Andrea Martinetti

Cari sognatori, eccovi il romanzo fantasy di Andrea Martinetti, edito Cordero Edizioni!!!

fronte def2

Gli spiriti negativi non sanno cosa siano le passioni positive,
ci distruggerebbero se potessero e quando un libro viene privato
del suo spirito è imprigionato qui dentro per sempre.

GENERE: fantascienza 
DATA DI USCITA: 22 febbraio 2021 

Ebook / Cartaceo

Max, garzone in una piccola libreria, ignora di trovarsi in realtà sulla soglia di un mondo ben più grande e complesso. Un giorno, scopre del tutto casualmente che la libreria in realtà è l’accesso ad una enorme biblioteca dove vengono conservati tutti i libri prodotti da quando esiste l’umanità. Anzi Max deve assumersi il difficile compito di nuovo Custode di questo luogo. Ogni libro ospita uno spirito che può essere buono o cattivo e tutte queste entità si danno battaglia nelle infinite stanze della libreria. Ma su ogni volume, troneggia una forza oscura che lo riduce in polvere eliminando per sempre. Starà a Max trovare il modo di arrestare la distruzione e riportare ordine tra gli spiriti turbati. Un’avventura tra il paranormale ed il fantastico dove il protagonista scopre la forza che risiede in se stesso, nella sua coscienza, e che gli permetterà di leggere la vita sotto un altro punto di vista alla luce delle emozioni provate nel corso dell’avventura.
Un libro dalla narrazione insolita che, nel rapido succedersi della trama, cattura attenzione dei lettori fino all’ultima pagina.

“Fino al giorno in cui mi minacciarono di non lasciarmi più leggere, non seppi di amare la lettura: si ama, forse, il proprio respiro?”
-HARPER LEE-

Inizio insolitamente questa recensione con una citazione che racchiude bene cosa rappresenta il poter leggere per chi ne è appassionato come la sottoscritta. Non è solo un arricchimento culturale fine a se stesso ma è un mezzo per vivere vite, visitare posti, fantasticare su realtà improbabili, bruciare di passioni, odiare, ripudiare, sentire, provare, scoprire cose su noi stessi che non immagineremmo mai di poter pensare ci appartenessero. Nel confronto con quella pagina scritta con la nostra anima viene fuori un’analisi onesta e speculare di ciò che siamo senza essercene mai accorti prima di allora. Emozioni di ogni tipo ci attraversano allo scorrere del tempo sospeso al di fuori di ogni altra consapevolezza che non sia terminare quel romanzo. Questo dono incommensurabile che ci è dato andrebbe perso, non si tramanderebbe più se i libri non avessero ragione di esserci.

Il romanzo di cui vi parlo questa volta ha questo messaggio profondo in sé di trasportarci dentro la nostra coscienza, dentro questa passione per la lettura così vibrante e darle corpo e consistenza. Ogni libro lascia una traccia di sé, un sentimento legato alla trama stessa, quel sentimento con cui è stato pensato e scritto dall’autore alle aspettative di chi l’ha comprato, di chi ha pensato di donarlo, al desiderio di toccare il cuore di chi l’ha ricevuto in dono. In questa storia sospesa nel tempo questi sentimenti prendono forma di spiriti che in base alle emozioni suscitati sono benevoli o meno.

Max ha un dono… oltre alla passione per la lettura sa ascoltare empaticamente chi sta di fronte a lui per cui riesce a consigliargli il libro più corrispondente ai suoi bisogni. Ha molto rispetto per i libri e ama leggere. Adora lavorare per quella libreria misteriosa ma al tempo stesso la sua curiosità lo spinge a voler andare oltre quello a cui non potrebbe accedere.

Si ritrova in un mondo di libri, di tutti i libri pensati e scritti sconfinato, magico. Si perderà in un labirinto misterioso in compagnia di spiriti e non solo, si guarderà nel profondo della sua coscienza scoprendo molto aspetti di se stesso maturato attraverso la lettura. Max incontrerà anche qualcosa di inquietante che non si sa spiegare, che rischia di distruggere tutto e dovrà lottare mettendo a nudo se stesso e le sue fragilità per poter tentare di salvare il patrimonio più importante che l’uomo custodisce che è il sapere tramandato ad altri attraverso la scrittura. Un’anima che si denuda a te attraverso quel mondo che vuole condividere, attraverso delle parole impresse su un foglio bianco.

Il libro è scorrevole coinvolgente e come ogni buon testo che si rispetti, ha diverse chiavi di lettura in base alla profondità con cui vi si approccia, per questo dall’adolescenza in poi è un libro consigliatissimo per la semplicità della scrittura da un lato e dalla sfaccettata interpretazione dall’altra. Come un buon fantasy ha un impatto molto evocativo e visivo dove ogni passaggio è ben narrato con dei giusti picchi emozionali che catturano il lettore avvincendolo.

Se anche voi amate i libri di avventura che sanno regalare momenti di piacere e al tempo stesso anche una riflessione interessante, il tutto scritto con molta leggerezza, allora questo romanzo lo apprezzerete molto qualsiasi sia la vostra età. Partite con Max in quest’avventura per salvare la misteriosa biblioteca e il suo preziosissimo contenuto.

Alla prossima lettura! ❤

Rosanna S.
(Recensionista Sognare)

rp martinetti cal


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?!
Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare!
Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...