RECENSIONE: Il commissario Santi. Una lettera molto speciale di Donato Prencipe

Cari sognatori, eccovi il particolare romanzo di Donato Prencipe!!!

71YkH5SjrmL

GENERE: giallo, thriller
DATA DI USCITA: 8 luglio 2019

Cartaceo

Un bel giorno, il commissario Emilio Santi decide di scrivere una lettera di reclamo a Dio, mettendolo al corrente di come la vita sulla Terra non sia tutta rosa e fiori. Alla lettera, allega anche una serie di indagini poliziesche in cui si è imbattuto durante la sua carriera, in modo da fornirgli una finestra da cui osservare il mondo e la psicologia degli esseri umani, un vero e proprio labirinto tutto da scoprire. La città in cui si svolgono le indagini è Belizia. Nel corso della storia il commissario Santi mostrerà il suo carattere e il suo intuito naturale a smascherare gli artefici di piani orditi contro il prossimo.

Emilio Santi fa il commissario di polizia nella città di Belizia. La figura che ci viene resa di lui è quella di un uomo equilibrato che ama vedere la realtà dei fatti. È un attento osservatore e ciò di cui ci fornirà sarà quello di uno sguardo critico della realtà che ci circonda.

Queste sono tutte qualità caratteriali che lo aiutano a svolgere al meglio le indagini in cui si trova coinvolto. Ciò che lo contraddistingue è lo studio attento che fa della psicologia delle persone, del loro mondo interiore fatto di bene e male. Negli episodi che ci racconta ci dà una preciso resoconto del caso risolto (ce lo spiega nel prologo) quasi a volerci chiarire cosa abbia spinto quella persona a compiere quel determinato gesto.

Santi trovandosi a riflettere su tutti i casi che ha dovuto assistere e di tutte quelle maschere di apparente bontà che ha visto cadere lasciando che si intravedesse solo odio e frustrazione, decide di scrivere una lettera a Dio per metterlo al corrente di tutto – nel caso non se ne fosse accorto –  tutto questo che lui ha capito in tanti anni di lavoro come commissario.

È così che questo libro prende la  forma di lunga lettera allegando tutta una serie di indagini in cui Santi descrive dettagliatamente soprattutto quello che sta dietro ad ogni azione commessa.
Con tono ironico e divertente affronta delle questioni importanti come quella del bullismo, della violenza sui minori o quella della dipendenza sentimentale dimostrando al Padre Eterno quello che siamo diventati, alternando descrizioni forti e raccapriccianti a pensieri profondi e pieni di coscienza che vengono dall’io.

Quindi niente nasce a caso o, come si può credere, è insito dentro di noi. Ma ciò che noi siamo è dato dal frutto delle nostre esperienze passate, di tutto quello che siamo stati in grado di superare ma anche di quello che non ha trovato un equilibrio funzionale dentro di noi. È questa la parte difficile e pericolosa perché repressa, usa delle maschere dietro cui nascondersi ma che prima o poi per continuare ad andare avanti deve esplodere, far cadere la maschera lasciando dietro di sé una scia di male.

Santi posa la sua Montblanc, piega i lembi della lettera e la inserisce in una bustina, scrivendoci su: “Paradiso, via dell’Aldilà,0”. Allega in un’altra busta le indagini e finisce di bere il suo caffè, ormai raffreddato.

Un libro che consiglio soprattutto agli amanti del genere, ma anche a chi vuole una lettura introspettiva e coinvolgente. ❤

Nancy 
(Recensionista Sognare)

Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?!
Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare!
Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...