REVIEW PARTY: Angeli della morte (vol.1) di Margherita Donati

Cari sognatori, entrate in questo fantastico mondo vivendo la lotta tra il bene e il male nel romanzo di Margherita Donati!!!

51z4GwjbegL

SERIE: vol.1
GENERE:
fantasy, romance
DATA DI USCITA: 2 luglio 2019 

Ebook / Cartaceo 

Emily Elisabeth Jamie Moony è una ragazza come tante, va al liceo, ha una migliore amica e una mamma con cui ha un rapporto un po’ complicato. Due splendidi occhi viola spiccano sul suo volto e la rendono diversa da tutti, ma lei li considera maledetti.
Finché un giorno scopre che, proprio a causa di quegli occhi, potrebbe essere in pericolo. Due angeli appaiono in casa sua, spinti dal dubbio che lei possa essere niente meno che Morgana, la leggendaria strega di re Artù morta secoli prima. Portata al cospetto della Corte, viene quindi affidata al controllo di Azrael, che dovrà vivere con lei per un intero anno, per poi deciderne le sorti.
Azrael Gabrielson è l’Angelo della Morte che fu costretto a uccidere la sua amata per proteggere il mondo vivente. La vicinanza della ragazza risveglia in lui tutti i ricordi e la sofferenza vissuta, arrivando a condizionare il loro rapporto, mentre l’attrazione che prova Emily verso l’angelo diventa ogni giorno più incontrollabile. Presto anche lei inizia a rivivere le memorie della strega, come se dentro quella sporca cella ci fosse stata lei, come se la scelta di stare dalla parte del Male fosse stata la sua. E se Morgana non fosse morta? Se avesse trovato un modo per manifestarsi attraverso la sua anima?
“Basterà un piccolo ordine di quelli che lo comandano e ti rinnegherà”.
Tra bugie e pentimenti, visioni e sogni rivelatori, Emily dovrà trovare la verità e capire quale strada seguire…
Il momento della scelta è arrivato.

Mai presentarmi una titolo o una trama che tratti di Angeli e Morte poiché state certi che io non solo vorrò leggerlo, ma sarò come un cane che smania per un nuovo, lucente osso presentato di fronte ai suoi occhi. Questa è un po’ la descrizione di ciò che è successo quando è apparsa la richiesta di recensire questo romanzo, di cui wow, non basta come espressione per descrivere la magia, la tensione, la paura e l’intrigante, stupenda storia racchiusa in queste pagine!

L’autrice intessa un storia che si sposa e fa un tutt’uno tra leggenda e realtà plasmandola in una lotta arcaica quanto la creazione stessa degli uomini… Paradiso & Inferno!
Fin dal prologo ci fa strisciare lentamente in una fredda cella oscura, dove due Angeli vi si trovano li per adempiere il loro compito di condanna a morte di chi vi è rinchiuso, se non fosse che un’agghiacciante verità e peso di colpa grava sul cuore di la cui mano dovrebbe operare l’ultimo gesto “divino”. Le parole che si odono sconvolgono fin dal principio portandoci a noi qualcuno che mai ti aspetteresti, Morgana, che incontrollabilmente ha mietuto vittime, che ha stretto un patto con Lucifero… per Amore…

Può il sentimento dell’amore essere la sorgente di tutti i mali?
Può portare a deviare non solo il tuo destino, ma pure chi ti circonda?
Amore significa tradire?

Devo dire che sono rimasta scioccata da questo intessere della scrittrice di una trama contorta e ricca di colpi di scena, attraverso i suoi personaggi fin dal principio ci avviciniamo all’infinita volta celeste dove la purezza degli animi è rappresentata dalle schiere di Angeli di vari livelli e gradi, ma al contempo la brillantezza del più candido dei marmi di cui ne è rivestito il palazzo “stona”, nella verità degli animi angelici. Una frase mai più giusta è “Gli angeli non sono misericordiosi. Dio lo è, non le sue creature.”
Queste parole infatti rappresentano l’essere umano, ma al contempo gli Angeli, come scrissi di un altro romanzo, essi come noi sono delle creazioni imperfette, ma che ci contraddistinguono, ci evolvono, elevano oppure ci fanno cadere nell’oblio e in casi estremi all’inferno.

La nostra protagonista è una semplice, classica ragazza liceale, ma Emy ha una particolarità… due occhi viola ed intensi, unici nel suo genere… questo fin dal principio l’ha sempre portata a credere che siano maledetti. Certo la vita non l’ha aiutata, un padre scappato, una madre rigida e piuttosto inflessibile, un’emarginata a scuola, un ragazza timida e timorosa di chi la circonda poiché la sua fiducia è stata lesa in modo pesante, una cicatrice che pesa ancora sul suo cuore. Quello che però la porterà in questa rocambolesca storia è la casualità del fato, dove per un nome su una lista delle prossime anime alla fine del loro viaggio, porta gli Angeli della morte alla sua attenzione involontaria, riaprendo una frattura ed una paura che per seicento anni è rimasta sepolta.
Devo dire che ho trovato molta empatia per lei, di quei sentimenti contrastanti, a volte è come se vivesse divisa dove da un lato spera di sognare, dall’altro il peso della realtà le cade addosso rendendola sempre più sperduta. Ma seppur giovane è decisa, forte, arrogante al punto giusto, che si dipana in un ingarbugliato labirinto dove ad ogni svolta può essere forviata soprattutto da se stessa, questo infatti porta a comprendere lungo l’evolversi degli aventi come cerchi di riprendere le redini della sua vita, ritornare alla normalità negando inconsapevolmente o no ciò che la circonda.

Ma a volte il fato è già scritto in parte, che come il ripetersi di un destino beffardo ritorna a metterti a fronte delle tue debolezze, ma soprattutto rimorso… ed è qui che rientra Azrael… lui è un personaggio alquanto contorto devo dire, arcaico e freddo da un lato, perso e disperato dall’altro, ma anche vivo, vero come il ruolo che rappresenta, l’Angelo della Morte. Fin dal primo approccio con Emy, c’è un qualcosa oltre quella sua maschera di supponenza, che con il suo incarico poi di vivere sulla terra ci farà conoscere molte sue sfaccettature particolari, a volte poco digeribili e scelte discutibili. Infatti a tratti è come un ragazzino che non sa gestire le emozioni, che se gli fai un torto lui contraccambia, eppure c’è anche il suo ruolo celeste che lo metterà più volte in conflitto su cosa sia giusto fare, ma anche i ricordi e quei sentimenti sepolti in un passato che il prologo ci dà solo un assaggio, per poi aggiungere sempre più tasselli di un enigma che cela non pochi angoli bui. Ma quando è semplicemente se stesso risplende di luce propria, un ragazzo dolce, cordiale, burlone per certi versi, con cui far battute e sorridergli, ma più di tutto da amare perché non si può non amarlo anche nelle sue imperfezioni “umane”. 

Non mancano altri personaggi di contorno che danno sprint o scombussolano tutto, arricchiscono e sono gemme importanti in tutto il racconto. La scrittrice è stata accorta e bravissima a prendere il lettore facendolo suo passo passo, che come una stratega sibillina sussurra alla tua mente tante strade, non sapendo mai come si evolverà la storia e quando pensi di aver afferrato la soluzione questa si dissolve come nebbia al sole. Al contempo tra tensione, paura e sentimenti forti di passione e amore, non mancano intermezzi divertenti ed imbarazzanti che ti fanno ridere a crepapelle, un evolversi continuo che che a tratti ti mozza il fiato fino ad un finale con il cuori in gola.
Sicuramente ha fatto un’accorta ricerca per creare le gerarchie, ma anche per trattare fondamentali punti storici cardini della battaglia tra Paradiso & Inferno, al contempo quello che più porta a cardine è la Fiducia reciproca, che non sempre va a braccetto e che minano anche il più bello dei sentimenti… l’amore.

Un primo volume che non lascia scampo a dubbi nel consigliarvelo, di cui sono assai bramosa di leggere il secondo volume perché la guerra è alle porte, ma soprattutto il perdono sarà eterno?

*** ATTENZIONE*** 

Daco_5429580

In tutto ciò che finora ho detto, ho tralasciato un personaggio assai cardine, che merita la mia attenzione ma al contempo è complicato parlarne senza dire un qualcosa in più…. Morgana.

La conosciamo tutti la sua leggenda, ma qui la scrittrice a tratti la riscrive oppure aggiunge magia; lei, seppur la vediamo attraverso sogni, ricordi e tratti di eventi, credo che porti diciamo in seno il peccato originale. Infatti lei è una figura che è come la idealizzazione della perfezione dettata dall’amore, in apparenza pura e candida, dolce per il suo ruolo originale, ma che poi si è fatta soggiogare come Eva dal serpente, questo la porta a prendere la figura del lato oscuro dell’animo umano, il desiderio di una via di uscita, il potere, l’avere il controllo e soggiogare, ma più di tutto essere ammantata di odio. Quell’odio che calpesta tutto, ma ciò nasce da una scelta ed è qua che entra in gioco Lucifero poiché sta il fatto che tutti siamo dotati di libero arbitrio, quindi siamo noi a dettare il nostro destino, ma al contempo è più facile a volte abbracciare la via più “semplice”. Il Diavolo altro non è che un tentatore che fa leva lì dove più si insena il nostro dubbio, cosa che lungo le pagine sarà una costante diversificata e a più livelli. La scrittrice ci mette a fronte di ciò abilmente, quello che più lascia irretiti è Morgana stessa che a mio parere è per certi versi la rappresentazione di Lilith.

Detto questo non vi resta che leggerlo per scoprire voi stessi, le insidie che vi attendono in ogni pagina e operare la scelta che cambierà il vostro destino! 😀

Michy
(Blogger Sognare)

rp angeli 1 cal


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?!
Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare!
Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...