RECENSIONE: Tre di Giuseppe “Leo” Leonelli

Cari sognatori, eccoci con il romanzo profondo ed intenso di Giuseppe “Leo” Leonelli!!!

41ypdoHrs5L

GENERE: narrativa, contemporaneo 
DATA DI USCITA: 20 ottobre 2020

Cartaceo

Antonio ed Elena sono fratello e sorella o forse no. Si incontrano nella folla dei pellegrini che percorrono il Cammino di Santiago e l’attrazione è irresistibile, ma forse toccherà dare un significato diverso all’espressione anime gemelle. E poi c’è anche Chiara a cui la madre, in punto di morte, ha rivelato ciò che le è successo tanti anni prima, quando era ragazza alla pari negli Stati Uniti: da qualche parte del mondo ci sono due suoi fratelli.

Ancora una volta mi ritrovo tra le pagine di un romanzo di un autore molto particolare che con lucida analisi riesce a pennellare scenari di un’umanità vera, senza preconcetti e maschere. Per chi ha letto “Santiago“ il romanzo precedente di questo autore conosce già il percorso che ha portato all’incontro dei due protagonisti, ma anche per chi non l’avesse letto si può partire anche da questo romanzo in quanto vengono ben raccontati i presupposti che hanno portato a questo seguito, anche se la bellezza di questa storia sta in tutta l’evoluzione del loro percorso.

“Quando si vuole una cosa, tutto l’universo cospira affinché si riesca a realizzare il sogno”… dice Paulo Coelho in un suo celeberrimo romanzo ed è un po’ il senso di tutto questo romanzo.
Prendete due vite parallele che ad un certo punto s’incrociano e sentono che dentro di loro sono legati indissolubilmente da un qualcosa di profondo e unico. Raccontandosi emergono affinità inspiegabili e dei tratti unici di un passato che forse si accomuna. E allora si parte alla ricerca di un senso, di una verità sottaciuta, di un filo che potrebbe accomunare queste due vite più di quanto vorrebbero. Ma quello che non immaginano è che dall’altra parte l’Universo si muove alla ricerca di quella stessa verità fino ad un punto particolare in cui tutto prende forma e da cui non si potrà più tornare indietro.

Antonio l’abbiamo ben conosciuto nello scorso romanzo con il suo importante cambiamento, da uomo chiuso, solitario, refrattario all’apertura verso le emozioni ancor di più dopo la delusione della sua storia finita. Dopo i vari incontri durante il cammino ha vissuto un’apertura emozionale molto profonda, ogni persona ha tracciato un solco profondo nella sua anima rimettendolo in discussione, ma lei Elena è stata il punto massimo del suo percorso. Quella donna è riuscita ad emozionarlo, ad interessarlo, ad attrarlo ed a sfuggirgli fino a quando non decidono di mettersi in gioco fino in fondo. E proprio quella notte guardandosi davvero per la prima volta scoprono di avere un segno in comune che è rivelatore di un passato che forse inaspettatamente si sovrappone. Hanno una stessa voglia, sono adottati e nati nello stesso giorno. Possibile che quest’empatia profonda, questo sentirsi e volersi così particolare non sia dettato dall’amore ma dal fatto di poter essere gemelli?

Questo nuovo percorso metterebbe chiunque nel panico più totale, qual è il confine tra un’amore unico e speciale ed una fratellanza? Nel dubbio resta una sola cosa da fare per entrambi, andare alla ricerca della verità.
Elena si mostra fin da subito una donna molto sensibile, curiosa e determinata ad avere quelle risposte che da tutta la vita cerca, mentre Antonio è spaventato, deluso da chi non ritenendolo importante l’ha abbandonato come niente fosse. Ma ora in gioco c’è tutta una vita, tutta una voglia di viversi, di non perdersi qualunque sia il legame.
Dall’altra parte c’è una donna che in punto di morte lascia una lettera alla figlia raccontandole un doloroso segreto che l’ha tormentata per tutta la vita. Chiara è una giovanissima donna che non molla e decide di andare incontro alla verità di sua madre ritrovando quel legame che forse non è perso per sempre.

La storia di questa ricerca di senso della vita, dell’amore, della verità e della giustizia mi ha incuriosita molto perché ogni personaggio è così vero, fragile nelle sue paure e ricostruire tutta la vicenda scoperchierà un vaso di pandora che cela una pagina oscura della storia umana. In un dato contesto storico l’esaltazione della perfezione umana, del voler a tutti i costi conoscere le dinamiche comportamentali di alcuni soggetti in nome della scienza ha offuscato il senso del giusto e sbagliato portando ad usare la vita umana come fossero pedine di una scacchiera dove non è dato sapere chi realmente muove i fili.
Ad un certo punto la storia prende una svolta che mi ha mozzato il fiato tanto inaspettata e forte come lo è questo romanzo.

E’ una storia particolare che consiglio di leggere vivamente perché è scritta in un modo fluido e appassionante e regala emozioni nuove ed inaspettate.

Alla prossima lettura! ❤

Rosanna S.
(Recensionista Sognare)

Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?!
Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare!
Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...