REVIEW PARTY: S. Holmes e il mistero della mummia di Cinzia Giorgio

Cari sognatori, eccovi l’avventurosa storia illustrata per ragazzi dalle tinte gialle di Cinzia Giorgio, edito The Pink Factory Publishing, collana Red Riding Hood!!!

41zaHWyd3lS

GENERE: narrativa per ragazzi 
DATA DI USCITA: 18 giugno 2021

Ebook / Cartaceo

Sidney Holmes, pronipote del grande investigatore Sherlock, ha appena ereditato la casa del prozio al 221B di Baker Street. Mettendo ordine nella soffitta, il ragazzo trova per caso un vecchio baule appartenuto a Sherlock. Intanto, suo padre Nigel è alle prese con un’inquietante mummia egizia appena arrivata al British Museum. Sideny e il suo migliore amico e compagno di studi, Andrew Morris, accorrono in aiuto dello studioso e conoscono Jane Watson, che lavora sulla mummia con un famoso paleopatologo. Tra direttori di museo vanesi, omicidi, fantasmi illustri, apparizioni sinistre e mummie sussurranti, Sidney avrà più di un grattacapo: chi ha ucciso Willy, il custode del museo? Chi ha rubato il papiro con la maledizione della mummia? Chi si nasconde dietro agli inquietanti rumori che sembrano provenire dal sarcofago? E soprattutto, dov’è finito il diamante di cui parla il papiro?

Ritorniamo immersi nelle avventure di S. Holmes questa volta in una per ragazzi, dove a farla da protagonisti sono i pronipoti dei nostri amati personaggi.

Sidney Holmes o meglio Sid (cosi come ama farsi chiamare) ha diciassette anni e si è appena iscritto ad archeologia. Sid è il pronipote del grande Sherlock, e si ritrova a ereditare la sua casa.
Il padre di Sid, Nigel che è un archeologo di fama internazionale, lavora presso il British Museum ed essendo che si occupa in particolar modo di Egitto, si ritrova a studiare un’inquietante mummia appena arrivata lì.

“La mummia di Senmut, appena giunta da Giza. Si trattava di una delle mummie più ricercate nella storia dell’egittologia. Senmut, il grande speziale del faraone Ramses II. Dal corredo funerario se ne potevano dedurre la classe sociale e i privilegi di cui aveva goduto in vita: uno speziale, il più ricco e influente che l’Egitto avesse mai avuto.”

Sidney cercherà di dare una mano a suo padre in questa avventura dove coinvolgerà anche il suo amico Andrew Morris, anche lui studente di archeologia.
A studiare sulla mummia si ritrova anche Jane Watson, trasferita da poco a Londra per studiare medicina proprio come il suo bisnonno Watson.

“Ma come avete fatto?» chiese Jane entusiasta. «Metodo deduttivo, Miss Watson!» disse Andrew facendo spallucce. «Si basa sull’osservazione dei piccoli particolari» confermò Sid. «Non fidarsi delle impressioni generali, ma concentrarsi sui dettagli…» cominciò Andrew. «Voi vedete ma non osservate!» conclusero i due amici all’unisono, dandosi una pacca sulla spalla. «Certo! È il metodo che ha reso famoso tuo zio Sherlock» esclamò Jane.”

Una storia coinvolgente, scritta con un linguaggio fluido e semplice. Tutti i protagonisti si ritrovano di nuovo insieme sotto le spoglie di una nuova generazione. Saranno coinvolti in una storia di omicidi e sparizioni che li porteranno fino al lontano Egitto e alle sue leggende, tutto legato alla famosa mummia appena arrivata – Senmut – che sembra portare con sé un tesoro nascosto. Un papiro gli rivela la presenza di un occhio che la mummia ha portato con sé nell’oltretomba (e quindi nascosta da qualche parte) per poterlo restituire a Osiride e garantirsi così la vita eterna.

Questo porterà ognuno di loro a dubitare sull’altro; possibile che un tesoro possa portare a smarrire la retta via della professionalità? E questa volta senza poter contare sul grande intuito risolutore del bravo S. Holmes? O forse sì… è tutto un mistero.

“Affinché ciò che è giusto non perda la sua via…”
Sid si guardò intorno perplesso: quell’eco, quella voce, le aveva sentite realmente o erano state frutto della sua immaginazione?

Non vi resta che leggerlo per scoprirlo! 😉

Nancy
(Recensionista Sognare)

 Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?!
Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare!
Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...