REVIEW PARTY: Come chi si aggrappa al filo dei ricordi di Sara Masvar

Cari sognatori, eccovi l’intenso romanzo di Sara Masvar nella sua riedizione!!!

Cover_comechi ebook

SERIE: #comechi, vol.1
Genere:
romance new adult, romanzo di formazione, age gap
Data di uscita riedizione: 20 luglio 2021
(prima edizione maggio 2018)

Ebook / Cartaceo 

Due donne sull’orlo dei trent’anni, una pericolosa relazione di una col fratello dell’altra, due passati burrascosi e due futuri incerti che continuano a intrecciarsi. Ecco cosa sono Sofia Vivaldi, voce narrante del romanzo, e la sua migliore amica Silvia Lenzi, la futura sposa. Scelte dolorose, segreti inconfessabili, rimorsi e rimpianti.
Lasciatevi trasportare da due vite come tante in un romance di formazione ambientato in d’Italia, con un variegato ventaglio di personaggi secondari e un linguaggio fresco, giovanile, arrabbiato e disilluso.
Il primo volume della collana Come Chi, in riedizione speciale 2021, è un romanzo da leggere tutto d’un fiato. 

NB: Il 20 agosto uscirà la riedizione del sequel “Come chi non si perde neanche un attimo”. 

Leggere un libro di questa autrice è ogni volta spiazzante per il suo stile particolare di raccontarsi e raccontare. Ha una fame di dire cose, di macinare pensieri. Ha fame di emozioni da comunicare per cui come una scheggia impazzita all’inizio resti un po’ sulla soglia del chi va là e poi vieni travolto in uno tsunami di emozioni che tengono botta anche dopo aver completato la lettura.

Entri leggendo un libro come questo con un certo approccio alla trama e alle cose e poi ti prende in contropiede perché ne sei così addentrato, tramortito dai suoi vortici di parole e pensieri in libertà, al punto che i personaggi iniziano a diventare una seconda pelle calzata addosso al lettore di cui non può non farsi coinvolgere.

È un romanzo di formazione questo, dove l’evoluzione interiore della protagonista, la sua presa di coscienza diventa un po’ una scusa per metterti in discussione assieme a lei…

“E qua davanti allo specchio, davanti alla mia coscienza, davanti alla mia anima ma soprattutto davanti a questi miei stessi occhi che mi guardano dritta dentro so, e non posso negare, che tutti questi potrei sono solo scuse. È dentro di me, attorcigliato al mio essere, avvinghiato stretto alla mia anima. Tutto ciò che con maestria ho evitato di diventare, tutto ciò da cui sono scappata senza mai dare lucide spiegazioni, tutto ciò che mi sono lasciata indietro e che ho smesso di credere importante. Fino ad arrivare qui, così, nuda davanti a uno specchio che mi rimanda indietro l’immagine di una persona triste e sola. Me. Alla resa finale è solamente colpa mia. Dietro a tutto ci sono io.”

Penne così spudorate ti entrano dentro, ti psicanalizzano, ti mettono a nudo sogni, aspettative, speranze, illusioni, dolori folli, senza maschere, senza perbenismi, senza una posizione comoda.

Ci sono amori da per tutta la vita e amori da una notte o mai più, amori che ti seguono come amanti fedeli aspettando che tu ti accorga che la felicità è sempre stata a portata di mano, ma tu nemmeno sai che è proprio quella cosa di cui hai più bisogno e che aspetti da tutta una vita. E al tempo stesso ci sono amicizie che sono degli innamoramenti folli da per tutta la vita, quella tua metà che vive nel corpo di un‘altra persona, che non ti giudica, ti supporta, ti scuote quando non ti accorgi delle cose attorno a te ma allo stesso tempo ti abbraccia per non farti mai cadere giù.

“Ma Christian è uno di quegli uomini calamita e calamità, è capace solo guardandoti di farti arrivare col naso a due centimetri dalle sue ossa iliache. Quel bambino sprovveduto e sventurato è cresciuto ed è diventato il genere d’uomo che alza un sopracciglio e il tuo corpo, automaticamente, si mette a novanta. E quindi, dopo quella prima volta per caso, l’abbiamo rifatto una, cinque, dieci, cento volte. Quando capitava, dove capitava. Ci sei? Dove sei? Mi vuoi? Vengo io da te? Vieni tu da me? Sì, dai, basta che veniamo. Vivere in due città vicine, fare lavori molto simili, essere praticamente uguali. Questo ci aveva davvero rovinato.”

Sofia è disillusa dalla vita e dai sentimenti. Ha poche certezze come suo fratello Laerte… Christian che da tutta la vita le gira attorno ovviamente senza impegnarsi più di tanto nel rapporto e Silvia, la sua migliore amica. Ed è proprio il rapporto tra le due giovani donne al centro di tutto che ruota la trama. A causa di eventi particolari si sono allontanate per ritrovarsi in occasione dei preparativi del matrimonio di Silvia. Sono due donne scese a compromessi con la vita, ferite da situazioni forse più grandi di loro che non hanno saputo gestire. Ma ora ritrovarsi dopo anni di distacco, dopo che il tempo ha lasciato crepe sull’anima e con segreti tali da non riuscire a rendere il loro rapporto come prima si rimettono in gioco, si scoprono, si analizzano.

“A vent’anni la vita sembra sempre gialla, un campo di grano pieno di opportunità da arare, anche se ne mancherai una, cento ne arriveranno a compensare. Ma poi gli anni passano, fin troppo velocemente, e ti ritrovi a guardarti allo specchio senza vederti davvero. E dove sono finiti quegli occhi che vedevano tutto sempre positivo? Dove sono andati i sogni, le speranze, le follie? Dove ti sei arenato, nel mentre che continuavi a vivere lasciandoti trascinare dalla scia dei doveri? Alla fine, capita che ti senti persa.”

Sofia che ha paura di confrontarsi con il suo io quando è messa alle strette, scappa, fugge, lasciando macerie sul cuore ricche di tanti se, forse, ma. È talmente rinchiusa nella sua bolla di egoismo e superficialità da non rendersi conto che ha congelato il cuore, messo le emozioni in standby, la sua vita che apparentemente le ha concesso obiettivi insperabili, ma che in realtà non la appaga.

Libro non scontato, raccontato in modo schietto e irriverente, con i suoi cenni musicali che accompagnano tutte le opere di questa autrice, sono certa che sarà una lettura soddisfacente ed insolita per chi ama leggere oltre i vari cliché libri scritti da penne con uno spiccato carisma.

Alla prossima lettura! ❤

Rosanna S. 
(Recensionista Sognare)

Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?!
Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare!
Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...