RECENSIONE: The Rose (I Godwick, vol.2) di Tiffany Reisz

Cari sognatori, ritorna Tiffany Reisz e lo fa come sempre in grande stile in una chiave innovativa nel nuovo romanzo edito Hope Edizioni!!!

Hope - The Rose ebook DEF

Serie: I Godwick, vol.2 
Genere: erotic romance, paranormal 
Data uscita: 20 agosto 2021 

Ebook 

Il giorno della sua festa di laurea, Lia riceve in regalo dai suoi genitori – ricchi collezionisti d’arte – un raro manufatto greco: una bellissima e antica coppa. Su quello splendido oggetto ha messo gli occhi anche August Bowman, amico dei genitori e ospite alla festa. Secondo August, la coppa, nota come “Kylix della Rosa”, veniva usata nelle cerimonie in onore del dio greco Eros e ha lo straordinario nonché pericoloso potere di far avverare le più intime fantasie sessuali.
Lia è scettica riguardo alle affermazioni di August e sospetta che, essendo lui stesso un collezionista d’arte, stia solo cercando di mettere le mani sul prezioso manufatto.
L’uomo, allora, la sfida a provare e, quando Lia beve dalla Kylix, si ritrova all’improvviso immersa in un mito erotico così vivido da sembrare reale. Con August al suo fianco, vivrà la più sensuale delle sue fantasie, un’esperienza che ha tutte le intenzioni di ripetere.
August è pronto a pagare qualsiasi prezzo per entrare in possesso della coppa, ma Lia ha in mente un altro tipo di baratto, uno che intreccerà le loro vite in un modo che entrambi non possono neanche immaginare.

RECENSIONE: The red (vol.1) 

Di ritorno dalle vacanze non potevo non parlavi di uno dei romanzi più magici, intensi, erotici e passionali all’estremo della fantastica penna di Tiffany Reisz, che con il secondo capitolo di questa serie porta sempre più una simbiosi unica tra amore, gioco e sogno… se così lo si vuol definire…😁

Passa il tempo, la vita va avanti ed è proprio ben vent’anni dopo che ci ritroviamo a tu per tu con la famiglia Godwick, che dopo i viaggi peccaminosi fatti in compagnia di Malcon e la sua “istruzione “, volta alla perfetta moglie/concubina/disinibita consorte per il suo nipote, ora ci inoltriamo tra le trame della vita della figlia scaturita da quell’amore travolgente… Lia!

Lia non è una ragazza come le altre… di buona famiglia inglese titolata, di una bellezza rara e unica ha creato un piccolo Club, “Giardinaggio&Tennis”, ed è proprio ad una riunione che ci inoltriamo in queste pagine dove l’apparenza inganna, la mente viaggia, la psiche fibrilla e il mito ritorna. Infatti il Club è tutt’altro ciò che appare, bensì in verità cela un business ben redditizio e ricercato… Escort di alto “lignaggio” per uomini altolocati, ma se questo ancora non pizzica la vostra curiosità, c’è di più da scoprire poiché quello è solo il contorno… la portata centrale è composta da un oggetto antico particolare, incontri rubati alla notte, che tra miti e leggende porteranno a prendere le vesti e le sembianze di coloro che, concubine, mortali, prigioniere si trovarono anima e corpo possedute da Dei e semi Dei… letteralmente!

Devo dire che con queste pagine che si fagocitano come Ceto voleva fare con Andromeda, la Reisz sa portare il lettore oltre l’ignoto dei sogni stessi, dalle fantasie nascoste, oltre la pura lussuria o la brama di essa, fa vibrare ogni fibra del tuo corpo che tesa, febbricitante, come una corda di violino non si può che seguire la corrente, avvenimento dopo avvenimento, con il tumulto dei sentimenti che a briglia sciolta offuscano la ragione… la paura… quella primordiale che fa battere sempre più forte il tuo cuore.
I suoi personaggi, come sempre tutt’altro che canonici, come solo la scrittrice sa fare, intreccia realtà con leggenda, verità celate e storie che dipinti nei secoli raccontano, solo parte di qualcosa assai più grande. 

Lia è particolare nel suo porsi in questo viaggio volto alla salvezza non di se stessa ma di chi la circonda, per colpa di un ricatto imposto fatto a causa di una scelta stupida o immatura. Lei incarna tutte noi dove i primi amori scottanti segnano più di quanto vogliamo dar adito, spingendoci a cambiare, a essere noi le tenutarie del potere… e gli uomini… ai nostri piedi, che ci vedano, ci temano e ci venerino! Atea di facciata, in fondo, un legame forse arcaico poco credente, eppure, non disdegna ne abusa di venerare Afrodite, una Dea greca a mio parere di tutto rispetto, ed è proprio forse per una preghiera sussurrata che tutto ha inizio, ma.. dovrete scoprire voi dove… e vi assicuro che l’inganno è dietro l’angolo.

August, che dire… lui incarna tutto ciò che una donna può desiderare, sognare, agognare, smaniare… uccidere… ma ancora non basta per descrivere la perfezione dove neppure uno scultore all’epoca di Achille sarebbe in grado di riprodurre la sua figura fedele ed unica… in tutti i sensi! È come uno di quei busti greci che tanto si ammirano, è come l’uomo che tutte vorremmo, ma anche temeremmo poiché sarebbe la nostra rovina, è colui che solo nei sogni puoi incontrare, ma ancora non basterebbe! Il suo magnetismo, i suoi modi particolari a tratti studiati… eppure in sé cela un qualcosa di più, che a volte tutto si confonde e nulla sai più cosa è vero e cosa no. Insomma, difficile raccontare della perfezione senza svelare le vesti… ed io questo non posso farlo!

Questo libro è in verità, il connubio perfetto della mia passione per gli Dei greci… e la passione vera e pulsante, senza pudore ne freni, puro desiderio volto alla consapevolezza di se stessi, all’amore “canonico” e totalizzante che va oltre il carnale, quello mentale, che scombussola il tuo essere fin dalle fondamenta e oltre il primordiale della creazione del mondo stesso. Con questa serie nuova e particolare, la Hope Edizioni che ci ha portato qui in Italia, fa conoscere una vena creativa targata Tiffany Reizs innovativa, che amalgama come creta nella sue mani due generi diversi rendendoli indistinti, perfetti, divini, come l’unione di due amanti che si uniscono, due metà perfette che portano all’incastro perfetto, simbiotico, unico, raro, che fino alla fine dei tempi e oltre, si completano, capiscono, uniscono, vivono oltre la realtà e la vita carnale, in eterno oltre la fine del mondo e della materia.

Logicamente non manca la vena argomentativa cardine, che assai forte, si basa proprio sulla forza di noi donne, il nostro potere interiore, le nostre pene che come cicatrici solcano la nostra anima in modo indelebile, ma forse se lo vogliamo non eternamente.

È veramente una scoperta come la Reisz sappia dar forma a queste storie, che parallelamente ci fanno conoscere i desideri reconditi di Nora, la protagonista di Peccato Originale, poiché per chi non lo sapesse questi sarebbero i famosi scritti menzionati nella serie primaria.
Questi due racconti racchiudono molto del suo viaggio attraverso il suo amore per Soren, ma al tempo stesso le sue pene, il suo amore non convenzionale, surreale di cui permea i personaggi delle sue storie, ma anche l’amore per Kingsley.

La Reizs racconta le multi sfaccettature dell’amore, quello vero, senza convenzioni, disinibito dalle etichette, della società moderna, ma reciproco, puro piacere che si dona e si riceve consensualmente e consapevolmente, facendoci accantonare il pudore oppure il giudizio, dove attraverso le ali di un sogno ci libera dalle catene autoimposte dalla nostra mente.

E ora… Ci aspetta una terza avventura?
Io in cuor mio la attendo, poiché nulla è vincolo o legge…
se non la nostra mente o morale.

Michy
(Blogger Sognare)

Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?!
Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare!
Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...