RECENSIONE: La Bestia di A. Zavarelli

Cari sognatori, ritorna A. Zavarelli con un nuovo ed ancora più oscuro romanzo, edito Grey Eagle Publications!!!

41FfZPeb59L

GENERE: dark romance 
DATA DI USCITA: 9 settembre 2021 

Ebook / Cartaceo

Un tempo, credevo nelle favole.
Ma poi, mi ha presa.

E mi ha insegnato che la vita non è una fiaba.
È sfregiato. Devastato.
Una cosa oscura e selvaggia.
La sua bellezza è violenta, e le sue parole sono crudeli.
Il suo cuore è un paesaggio buio, dove nulla può crescere.
Dice che non potrà mai prendersi cura di me, e lo dimostra ogni giorno.
Ha distrutto la mia vita.
Mi ha torturata.
E peggio ancora…
Mi ha addestrata a supplicare per il suo affetto.
Questa prigione è un luogo dove non batte mai la luce del sole.
Mi ha insegnato che l’odio nasce nell’oscurità.
E poi, mi ha spiegato che a volte anche l’amore può nascere lì. 

Chi di noi vedendo qualcuno in gabbia che ci sembra indifeso, pensiamo che sarebbe più felice se avesse la porta spalancata verso la libertà. Immaginate un uccellino in gabbia bellissimo ma prigioniero nella sua voliera, pensiamo davvero che la soluzione più adatta per lui sia fare i paladini della giustizia per dargli quel che tanto brama, il volo libero e sconfinato. Se lo guardassimo bene capiremmo come quell’uccellino in gabbia ha il cibo senza che se lo procuri, ha un’attitudine al volo limitata perché non ha mai volato tanto e casa per lui altro non è che la stanza dove sta la sua gabbietta perché è lì che si sente accudito e protetto.

Molto spesso nel giudicare le situazioni è più facile soffermarci su quello che appare scontato ai nostri occhi, ma la realtà nasconde mille sfaccettature che noi non vediamo proprio perché non siamo educati a farlo, oppure perché mostrano lati della nostra personalità talmente oscuri e privati che abbiamo quasi pudore e vergogna nel provarlo. I romanzi dark molto crudi come questo mostrano lati di storie d’amore che si nascondono nel torbido, nel limitare del borbottio della coscienza che ci indigna e ci fa storcere il naso scandalizzati.

Isabella è una cantante famosa che ha vinto un talent, bella, algida, inarrivabile. Dovrebbe esser felice ai nostri occhi eppure nel suo profondo è vuota, è annichilita da una realtà che la sta spegnendo passo passo, dall’essere inghiottita in una giostra fatta di apparenza. Non ha notizie di suo padre e deve fingere di star bene mentre dentro di lei c’è una tempesta di emozioni. Lei, la ragazza solitaria dotata di un immenso talento che si rifugiava nello scrivere canzoni e nel canto è stata risucchiata in un vortice di popolarità ma nella sua mente ha solo il desiderio di sapere la verità su suo padre. Tutto porta ad un nome, ma quel nome sarà il suo incubo più grande.

Javier non sa cosa sia l’amore, la famiglia, il calore umano. Javier non doveva neanche esistere, è diventato un ombra solitaria, programmato per la vendetta verso colui che ha distrutto ogni brandello di umanità in lui. Fin da quando ha posato il suo sguardo su di lei Javier sa che nulla potrà essere come prima, quella fame di vendetta ha un volto, quella brama di possesso mentale, fisico, carnale lo consuma, lo annichilisce, lo fa impazzire. Deve averla ad ogni costo per spegnerle ogni umanità e ricomporla secondo un puzzle che ha come unico scopo compiacerlo.

È un dark contorto, psicologico, inaspettato, crudele, ammaliante, che tormenta la mente del lettore, lo spaventa, lo annienta fino a fargli desiderare cose impossibili che mai avrebbe immaginato di dover desiderare. Quell’incastro magico che si compone quando il bisogno di uno sfocia nel bisogno dell’altro assume una forma quasi indecente e immorale. Lei viene rapita, violata, annullata, spogliata di ogni orpello fino a diventare un animale di puro istinto. Lui la bracca, la possiede, la cura, la butta ma non può farne a meno.

Per entrambi scoprire di aver bisogno l’uno dell’altro, scoprire che annullarsi per rifondersi in un tutt’uno totalmente nuovo che è questo innamorarsi lento, inesorabile, indecente, immorale.
Questa volta quest’autrice ha spinto l’acceleratore sulle emozioni oscure innalzando di non poco l’asticella in questa rivisitazione de la Bella e la Bestia in un luogo dark, cupo, asfittico che gli amanti del genere adoreranno quanto me.

Quando non sai come amare perché nessuno te l’ha mai insegnato, l’amore ha delle forme nuove tutte inesplorate. Quando ti senti estraneo al mondo perché il mondo sembra non comprenderti pensa forse che devi trovare un luogo ancora inesplorato che tu possa chiamare casa, fosse anche tra le braccia di chi ti dicono devi odiare. Leggetelo fino alla fine per scoprire che forse il male ha tante forme ma quella più ambigua è proprio quella da chi non te l’aspetteresti mai…

Alla prossima lettura! ❤

kisspng-lion-hipster-stock-photography-lions-head-5accaebc91b9a0.3233463215233635165969Rosanna S. 
(Recensionista Sognare) 

Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?!
Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare!
Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...