REVIEW PARTY: Adrenalina (Swiss Legends, vol.4) di Carmen Weiz

Cari sognatori, eccoci con il nuovo capitolo della più tenebrosa e bellissima serie di Carmen Weiz!!!

41oUIB-nFFL

TITOLO: Adrenalina 
SERIE: Swiss Legends, vol.4 
AUTORE: Carmen Weiz 
GENERE: suspense romance, thriller 
PAGINE: 485 
DATA DI USCITA: 14 ottobre 2021 

Ebook / Cartaceo 

Più grande è il Male, più mortale è il gioco.
L’agente speciale Sophie Nowack è ancora in fase di recupero, sia fisico sia mentale dopo suo ultimo incarico, nella Foresta Nera, quando viene chiamata d’urgenza alla sede della Fedpol.
La reporter Gabriella Sanchez, figlia dell’Anchorman della SRF, la principale emittente della televisione Svizzera, è stata rapita e il sequestratore chiede di trattare esclusivamente con lei.
Mentre Sophie, con l’aiuto di una squadra speciale, batte ogni pista, qualcuno che ha tutte le risposte la insegue, sempre un passo in avanti e più determinato che mai a metterla in ginocchio in una spietata resa dei conti. Molto presto, sia per Sophie, sia per il pluriomicida, la verità che li sta soffocando scenderà su di loro come una rivelazione punitiva.
Il caleidoscopio di sentimenti che Sophie sta provando, lo stesso che, se provato al momento giusto, potrebbe portare luce nell’oscurità in cui vive, arriva invece con una potenza devastante, e quando tutto intorno a lei minaccia di crollare, chi riuscirà a salvarla da se stessa?
Avresti il coraggio di guardare, a ogni un sussulto del cuore, delle realtà sinistre e sconosciute, se dietro di loro si celasse l’abisso?
Carmen Weiz torna con il quarto libro della serie Swiss Legends. Una lotta sfrenata contro il tempo per il miglior agente delle Forze Speciali Svizzere nel tentativo di salvare una vita innocente, ma soprattutto se stessa, perché i mostri che hanno sembianze umane predano chiunque, persino a lei.
“Cosa renderà il nostro gioco così divertente?
Ho le carte migliori. Conosco le mani.
E l’agente Sophie Nowack… lei non sa nemmeno che stiamo giocando.”
Questo libro può essere letto singolarmente, ma per entrare meglio nella storia dell’agente Sophie Nowack si consiglia di leggere il secondo e il terzo libro della serie, intitolati “La bellezza del male” e ”La voce dell’innocenza”.
Se, invece, vuoi conoscere anche la storia dell’agente dell’Agenzia Kieran Heizmann, allora non perdere il primo libro della serie intitolato ”Unique.”

Attenzione: contiene alcune descrizioni particolarmente intense, pertanto la lettura non è consigliata ai minorenni o a un pubblico sensibile. 

RECENSIONE: Unique (vol.1) 
RECENSIONE: La bellezza del male (vol.2) 
RECENSIONE: La voce dell’innocenza (vol.3) 

Sapete quando da bambini abbiamo paura del mostro nascosto sotto il letto, oppure quello che ci spia dell’armadio, una paura che ci fa urlare e chiamare mamma e papà,  mostri che in verità non esisto. Ma quelli veri da cui guardarsi, non sono celati anzi sono lì davanti a te, dove solo gli occhi che sono lo specchio dell’anima possono far vedere il nero oscuro oblio di sangue, sadismo, tortura e insaziabile fame che mai assopisce, belve che come un’abile camaleonte vivono in mezzo a noi senza che ce ne accorgiamo. Esseri viventi che vivono esclusivamente per cacciare, giocare con la loro preda, non solo fisicamente sarebbe troppo semplice, il loro gioco preferito è irretire la tua mente, farti soffocare dall’agghiacciate sensazione della morte che lentamente si avvicina, tanto da arrivare a desiderarla ardentemente, tanto da farti sentire il puzzo della tua paura dove lui ci sguazzerà allegramente e si ecciterà sempre di più…

L’omicidio era come un pasto delizioso, una pausa che soddisfaceva la sua fame per un periodo di tempo, non sempre così lungo, prima che avesse bisogno di mangiare di nuovo.

Carmen questa volta ti fa vivere un incubo, ti fa sentire soffocata ed incatenata ad un mostro, un uomo che dal passato ritorna per la sua gustosa e personale vendetta, un personaggio la cui mente sadica non è pazza, ma metodica, con un piano strutturato negli anni, che passo dopo passo ti si infila sotto la pelle, acquista sempre più terreno nella tua mente facendoti agghiacciare e tremare per la vastità della sua malvagità.  Il personaggio è stato costruito minuziosamente, non tralasciando nulla della sua mente malata, tanto che quando ci troviamo a leggere di lui in prima persona seguendo i suoi ragionamenti e pensieri ci sentiamo imprigionati, come un gatto che gioca con un topo che mai potrà salvarsi.

Tutto ciò è acuito dall’agente Novak che ritroviamo nuovamente in questa nuova missione, dove stavolta è lei la preda e tu lettore subisci passo passo lo stesso suo fato di paura e oblio. Qui però cardine è in atto un cambiamento sostanzioso di Sophie, che rispetto a i precedenti romanzi perde la sua integerrima risolutezza, la sua sfacciataggine e arroganza, facendo spazio o meglio essendo travolta da ciò che sono i sentimenti veri di ogni persona. Dopo l’ultima precedente missione ha preso la strada della cura della sua mente, ha deciso di abbandonare le voci e prendere in mano le briglie della sua vita, ma al contempo si ritrova spaesata come una bambina alle prime armi, all’interno di un alternarsi di emozioni su cui non ha controllo, dove il corpo e la mente lottano l’uno contro l’altro per la sopravvivenza. Non da meno porterà a più di qualche consapevolezza sgradita da accettare, poiché vivere vuol dire anche soffrire, ma in maniera diversa da ciò che ha sempre considerato dolore.

Le emozioni sarebbero state la mia rovina, ma le persone che me le facevano provare erano ancora peggio. Per tutta la vita ero stata tormentata dai morti e, apparentemente, lo sarei stata anche dai vivi.

In queste pagine la scrittrice si spinge ben oltre alle aspettative e come le più sadiche delle pellicole ci fa entrare dentro un film ammantato solo di oscurità e malvagità, con il sangue che cola dalle pareti della tua stanza, rendendo tutto con sfumature cremisi e nere. Si riesce quasi a sentire in bocca il sapore del rame del tuo stesso sangue o meglio dire delle vittime coinvolte, scene agghiaccianti, momenti di pura paura, situazioni che ti tolgono il respiro e molto di più c’è qui dentro, che come in una tela del ragno lo vedi avvicinarsi per avvolgerti nel suo bozzolo, per poi divorarti corpo, mente e anima molto lentamente.

Non c’è che dire, in questo romanzo si è superata assai costruendo un profilo dell’assassinio perfetto, poi l’inserimento di nuove figure particolari come un Profiler renderà tutto ancora più intenso e vero. Come ciliegina sulla torta torna in scena in prima persona un personaggio che difficilmente mi sarei aspettata di riabbracciare, che getta benzina sul fuoco assai😅, infatti Carmen, sadica con il suo assassino, non solo prima ti regala la gioia ma poi minuziosamente la distrugge, devasta le speranze lasciate nei precedenti volumi, restituendoti, ahimè un quadro che di certo speravi di non vedere mai.

«Ti amerò per sempre, Sophie. Come le cose oscure, che devono essere amate in segreto, tra le ombre dell’anima.» 

Lascia il segno questo libro e non poco, lo reputo non solo il migliore di tutta la serie, ma anche di tutti i suoi scritti che più aumentano, più migliorano la sua penna, la qualità di scrittura e le sue storie. La reputo una lettura da non perdere assolutamente per chi ama il genere Drammatico/Horror, al contempo per comprendere appieno il personaggio di Sophie Novack e capire in modo approfondito il suo cambiamento/smarrimento di questo volume, ma necessita aver letto i due volumi precedenti: La bellezza del male, La voce dell’innocenza.

Vi lascio con un piccolo estratto da gustarvi…

“E lui le avrebbe fatto quel dono.
Sarebbe rimasto inciso a fuoco nella sua anima:
la morte era, e lo sarebbe sempre stata,
la più grande forma d’amore, esplosa da lui, solo per lei.”
kisspng-ancient-egypt-bastet-anubis-tattoo-egyptian-egyptian-gods-5abfdfea2c4358.6391759615225241381813Michy 
(Blogger Sognare) 

Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?!
Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare!
Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...